Preziosa top5 iridata per Rovera alla 6 Ore del Bahrain su Ferrari

In equipaggio con Perrodo e Nielsen sulla 488 GTE di AF Corse il pilota varesino ha concluso al quinto posto la prima delle due tappe consecutive sul circuito del Sahkir, conservando la leadership del Mondiale Endurance in GTE Am. Sabato 6 novembre di nuovo in pista per la 8 Ore che decide la stagione

Sahkir (Bahrain). Alessio Rovera ha ottenuto una preziosa top-5 nel quinto round del Mondiale Endurance alla 6 Ore del Bahrain al volante della Ferrari 488 GTE di AF Corse condivisa con François Perrodo e Nicklas Nielsen. E’ un risultato che al 26enne pilota varesino porta punti in ottica iridata al termine di un fine settimana molto impegnativo, soprattutto per via della zavorra di 45 kg applicata da regolamento sulla vettura in conseguenza delle vittorie ottenute nei precedenti appuntamenti alla 6 Ore di Monza e alla 24 Ore di Le Mans. Malgrado ciò, in gara l’equipaggio di AF Corse è risalito dall’ottava posizione di partenza fino al quinto posto conquistato sul traguardo della categoria GTE Am, dopo che Rovera è stato impegnato al volante negli stint che hanno coperto la seconda e la quarta ora di gara, quando era pure riuscito ad avvicinare il podio.

Grazie a questa top-5 il due volte campione italiano GT, alla sua prima stagione nel FIA World Endurance Championship, conserva insieme ai compagni di squadra il comando della classifica della GTE Am e insieme alla squadra prepara il gran finale mondiale sabato prossimo: il FIA WEC sarà infatti di nuovo impegnato già il 4-6 novembre sempre sui 5412 metri del circuito del Sahkir, dove Alessio era alla prima apparizione e dove si replica, ma stavolta con la disputa della 8 Ore del Bahrain, che prevede punteggio maggiorato e deciderà il titolo iridato.

Rovera dichiara: “E’ stato un esordio non facile su questo circuito, ma nonostante la zavorra sapevamo di dovere dare il massimo sul passo gara. La nostra Ferrari si è ben comportata e a un certo punto eravamo nelle posizioni da podio, anche grazie alla squadra, che ci ha supportato in tutto con una strategia che ci ha permesso di risalire già nella prima parte di gara. Una full course yellow poco favorevole non ci ha poi agevolato, ma incassiamo volentieri i punti conquistati in questa 6 Ore, seppur consapevoli che tutto si deciderà fra una settimana nella 8 Ore, che sarà una grande battaglia e prevede anche un finale in notturna”.