Campionati Italiani Femminili i 2021: RISULTATI FINALISSIME

I Campionati Italiani Schoolgirl Junior Youth 2021, indetti dalla F.P.I. ed organizzati in collaborazione con la ASD Pugilistica Rosetana e CR Abruzzo / Molise, si sono conclusi quest’oggi (30/5) presso il Villaggio Turistico “Lido d’Abruzzo”, sito in Viale Makarska 1 a Roseto degli Abruzzi.

Nella giornata di ieri si sono infatti svolte le 25 FINALISSIME: 8 Schoolgirl, 10 Junior, 7 YOUTH.

RISULTATI FILE IN ALLEGATO

SCHOOLGIRL

46 Kg De Donato AB WP vs Macchiolo LG

48 Kg Massone TS vs Borghi EM WP

51 Kg Barca GS vs Marongiu LZ WP

54 Kg Jaafari CP WP vs Lopez EM

57 Kg Ben Sassi SC vs Piano PM WP

60 Kg Gasperini TS WP vs Moksiti PM

64 Kg Giacobone PM vs Muzzi LZ WP

70 Kg Golinelli EM W RSCI vs Scorrano PM

JUNIOR

46 Kg Tarabotto LG vs Schinnà SC WP

48 Kg Bencivenga CP vs Orlando EM WP

50 Kg Benetazzo VE WP vs Caccavo PM

52 Kg Sannino CP WP vs Damasio VE

54 Kg Ferraris PM WP vs Cancemi SC

57 Kg Acconcia GS WP vs Garofano Ts

60 Kg Marra MC WO vs Chiaiese CP

63 Kg Strano LZ vs Pignataro GS WP

66 Kg Zammiti SC vs Luli SC WP

75 Kg Marelli LB WP  vs Molinaro Lz

Youth

48 Kg Erbasecca SC WP vs Lombardo GS

60 Kg Abbate SC WP vs Lupo LZ

57 Kg Caccamo Sc vs Paradisi LZ WP

51 Kg Ayari SC vs Mazzoni EM WP

54 Kg Massone TS vs De Persio LZ WP

69 Kg Trischitta CL WP vs Lancini LB

75 Kg De Fazio CL W RSC vs Maniero LB

Revisione del verdetto. La sfida è vinta. 

Terminata la seconda edizione dei “Campionati italiani” di categoria femminili – introdotti per la prima volta nel precedente quadriennio – che hanno visto gareggiare 111 giovanissime pugilesse alcune delle quali hanno mostrato abilità tecnico tattiche di ottimo livello.

Per la prima volta nella storia di questa Federazione,  è stata applicata la Revisione del verdetto. Tutto il popolo del pugilato lo aveva chiesto a gran voce ed il sottoscritto e la sua squadra di governo, lo avevano inserito nel programma elettorale.

Su richiesta dei tecnici, sono stati 4 i match oggetto della procedura di revisione. Il verdetto ai punti è stato rivisto – secondo le norme approvate recentemente – per due di questi match. Per gli altri due è stato, invece, confermato il verdetto. Una delle due pugilesse che hanno beneficiato della revisione del verdetto, è diventata Campionessa Italiana.

Dalle parole si è passati ai fatti. La promessa di tutelare i pugili di fronte ad un verdetto discutibile,  è stata mantenuta. Il tabù dei verdetti “blindati ed insindacabili” è caduto e con esso qualsiasi retro pensiero sulla buona fede e la trasparenza di chi opera – la classe arbitrale – con passione e qualità.

Proprio alla classe arbitrale va il mio accalorato plauso per aver saputo mettersi in discussione e ribaltare verdetti dati, poco prima, dai loro colleghi. Sono sicuro che questo farà crescere ancora di più la loro qualità visto che – a livello empirico – proprio l’errore crea la dovuta esperienza per edificare i futuri successi, anche di natura professionale.

L’altro plauso va ovviamente ai tecnici che, sempre con intelligenza ed estremo equilibrio, non hanno abusato della prerogativa di revisione del verdetto a loro concessa ma hanno utilizzato tale facoltà con “granu salis” ed equilibrio ovvero in quei match ove doveva essere utilizzato.

Se pur positivo il primo test della revisione, cercheremo di perfezionare ancora di più la procedura, correggendo alcune piccole criticità che sono emerse e garantendo non solo il pugile per il quale è stata avanzata la richiesta di revisione ma anche il suo avversario risultato vincente al primo verdetto. In altre parole,  l’eventuale revisione dovrà assicurare che il verdetto sia stato emesso con attenzione,  equilibrio e soprattutto che sia stato conforme all’andamento del match.

In ultimo,  vorrei soffermare l’attenzione sul bellissimo collegiale riservato ai pugili schoolboys – svoltosi a Roseto in contemporanea ai Campionati italiani femminili – che ha visto la partecipazione di oltre 70 giovani promesse del pugilato italiano.

Nei prossimi giorni ci saranno altre nuove sorprese. La rivoluzione annunciata è solo all’inizio! Le sfide non sono finite ma noi siamo pronti.