Paralimpiadi -Tiro con l’Arco:Eleonora Sarti accede agli ottavi nel compound individuale e domani torna in gara con Virgilio. 

Nel misto compound Maria Andrea Virgilio e Matteo Bonacina si fermano ai quarti dopo lo spareggio
La terza giornata di gare dedicata al compound per l’Italia vale l’accesso agli ottavi di finale di Eleonora Sarti e l’eliminazione allo spareggio nei quarti del misto: Maria Andrea Virgilio e Matteo Bonacina sono stati superati da RPC (Artakhinova, Shigaev) 143-143 (18-20). Vince l’oro la Cina superando la Turchia 153-152. Bronzo al duo russo che supera nella finalina l’Iran 153-151. Domani eliminatorie e finali del compound femminile: in gara tornano Sarti e Virgilio dagli ottavi di finale: il tabellone potrebbe proporre il derby azzurro ai quarti di finale se le italiane passassero il turno. 


Nella terza giornata di gare l’Italia del tiro con l’arco è andata molto vicina a giocarsi la prima medaglia della sua Paralimpiade. Se nella notte italiana Eleonora Sarti aveva cominciato bene guadagnandosi l’accesso agli ottavi di finale del compound individuale dove domani tornerà in campo insieme a Maria Andrea Virgilio, è stato nella prova a squadre miste di oggi che la Virgilio insieme a Matteo Bonacina hanno sfiorato l’impresa, sfumata allo spareggio dei quarti di finale.

Purtroppo infatti nel mixed team compound la corsa di Maria Andrea Virgilio e Matteo Bonacina si è fermata ai quarti contro il misto RPC (Artakhinova, Shigaev) che riesce a vincere allo shoot off 153-153 (18-20). Il duo italiano era partito meglio dei russi, vincendo il primo parziale 38-37, ma poi c’è stato il ritorno degli avversari che vanno a +1 chiudendo la seconda volée 38-40. Vantaggio che mantengono dopo il terzo set concluso sul 39-39, ma nella quarta frazione Virgilio e Bonacina sono riusciti a portare la partita allo spareggio vincendo 38-37. Nelle frecce decisive il duo azzurro mette a segno due 9, mentre i russi piazzano due 10 che valgono l’accesso alla semifinale.
In precedenza Virgilio-Bonacina avevano avuto la meglio negli ottavi di finale sui padroni di casa del Giappone (Nagano, Miyamoto) 145-144. Il match li ha visti subito avanti dopo il primo parziale (38-35) e il +3 è rimasto invariato dopo la seconda volée conclusa in parità (35-35). Nella terza frazione i nipponici hanno tentato la rimonta portandosi a -1 grazie al parziale in loro favore di 37-35, ma gli azzurri sono riusciti a mantenere il vantaggio chiudendo col pareggio la quarta e ultima volée (37-37).

Bonacina e Virgilio durante lo spareggio



ORO CINA, ARGENTO TURCHIA, BRONZO RPC 
Al termine delle sfide a conquistare l’oro paralimpico nel misto compound è la Cina (Lin, He) che, dopo aver battuto in semifinale l’Iran 150-146, ha battuto di misura in finale la Turchia (Cure, Korkmaz) 153-152. Il duo russo (Artakhinova, Shigaev) sceso in campo con la bandiera RPC aveva perso la semifinale con la Turchia 155-156, ma si è poi rifatto con il bronzo superando l’Iran (Asgari, Biabani) 153-152. 

LE DICHIARAZIONI
Maria Andrea Virgilio ha poco da rimproverarsi per come è andata la sfida del misto ed avrà anche l’opportunità di rifarsi domani, quando tornerà in campo nelle sfide individuali: “Perdere è brutto, ma perdere giocandocela fino alla fine è positivo – ha detto dopo la sconfitta allo spareggio –. Ci siamo andati vicini, ma non è bastato per guadagnarci la semifinale. Le emozioni per questa mia prima Paralimpiade? Mi ha colpito tutto, è tutto grande, lo stadio, le luci dei riflettori, le TV: nel complesso un’esperienza bellissima“. 
Per Matteo Bonacina c’è naturalmente un po’ di amarezza, considerando che dopo l’eliminazione di ieri nell’individuale la sua Paralimpiade è conclusa con la gara mista, ma c’è anche la consapevolezza di aver dato il massimo. Per questo esprime fiducia e voglia di guardare avanti con ottimismo per i valori complessivi del gruppo azzurro: “Ce la siamo giocata fino allo spareggio contro uno dei mixed team più forti al mondo. Peccato non essere riusciti a vincere lo shoot off, ma sono soddisfatto di quello che abbiamo fatto, anche perché abbiamo ampi margini di miglioramento. Credo molto in Maria Andrea e in tutti gli altri compagni di squadra. Siamo un gruppo forte e ci prenderemo delle grosse soddisfazioni“.

Il duo russo supera Bonacina e Virgilio durante lo spareggio



SARTI AGLI OTTAVI, DOMANI IN CAMPO CON VIRGILIO
Nel compound open individuale femminile era arrivata la buona notizia di giornata per l’Italia. Eleonora Sarti ha superato i 16esimi battendo la sudcoreana Choi Na MI 140-121. L’arciera azzurra ha avuto accesso agli ottavi al termine di un match condotto piuttosto facilmente che l’ha vista vincere tutti i parziali (28-25, 28-23, 28-23, 27-24, 29-26). Domani l’atleta delle Fiamme Azzurre affronterà alle 02,34 di notte in Italia la brasiliana Jane Carla Gogel.
L’altra azzurra del compound, Maria Andrea Virgilio, domani affronterà agli ottavi alle ore 02,17 l’iraniana Farzaneh Asgari. In caso di vittoria delle due italiane il tabellone proporrebbe poi ai quarti di finale il derby tricolore tra Sarti e Virgilio alle ore 04,30 del mattino. Le finali del compound femminile sono previste domani a partire dalle ore 6,20 italiane.

Nel pomeriggio di Tokyo si disputeranno anche le eliminatorie e finali del compound maschile dove non saranno in gara italiani, visto che sia Paolo Cancelli che Matteo Bonacina erano usciti ai 16esimi.