19 Nazionali in Val di Fiemme grandi nomi al tour de Ski

Dal 6 all’8 gennaio tre giorni di gare estremamente emozionanti in Trentino,.Sabato dalla Svizzera partirà il Tour con un cambio di programma. Foto: Val di Fiemme Salvatori in azione)

Tour de Ski e si pensa subito alla Final Climb in Val di Fiemme, dove gli atleti dello sci di fondo sono destinati a diventare leggenda. Sono ben 19 le nazioni che sfileranno dal 6 all’8 gennaio al Centro del Fondo di Lago di Tesero e sull’Alpe del Cermis, per una tre giorni di gare estremamente emozionante.

Da ‘Casa Italia’ è arrivata la conferma dei convocati per l’ultima tappa trentina, con i nomi già anticipati poco prima di Natale dal DT della Nazionale Alfred Stauder. Giocheranno in casa ben 5 atleti, con Giovanni Ticcò e Simone Mocellini al loro esordio al Tour de Ski, e i più esperti Giandomenico Salvadori e Paolo Ventura, mentre tra le donne non mancherà Caterina Ganz, da lei ci si aspettano grandi cose. Confermato il valdostano Federico Pellegrino capitano degli azzurri assieme a Francesco De Fabiani, quindi Mikael Abram, Davide Graz, Dietmar Nöckler, Anna Comarella, Martina Di Centa e Cristina Pittin. Non sono invece fra i convocati per la Val di Fiemme – in quanto si fermeranno probabilmente prima delle tappe conclusive – gli altri tre azzurri Nicole Monsorno, Federica Sanfilippo ed Elia Barp.

Dopo gli annunci della Finlandia con i fratelli Iivo e Kerttu Niskanen e Krista Parmakoski, seconda nel 2017 e terza nel 2019 al Tour, si è aggiunta la nazionale svedese che schiererà il promettente William Poromaa, Frida Karlsson, attualmente quarta in classifica generale, Maja Dahlqvist e, tra le altre, un’inaspettata Ida Dahl, leader del ranking Ski Classics. Ci saranno inoltre le statunitensi Rosie Brennan e Jessie Diggins, vincitrice del Tour de Ski nel 2021 e seconda ora nel ranking di Coppa del Mondo dietro alla norvegese Tiril Udnes Weng.

Val di Fiemme , Pittin in azione

La Norvegia partirà il 31 dicembre dalla Val Müstair (SUI), prima tappa del Tour, con una corazzata importante composta da 19 atleti (9 donne e 10 uomini), tra cui i due leaders della generale Pål Golberg e Tiril Udnes Weng, ma anche Johannes Høsflot Klæbo, ultimo vincitore al Tour, Hans Christer Holund, Martin Løwstrøm Nyenget e ancora Anne Kjersti Kalvå e, a sorpresa, l’atleta long-distance Astrid Øyre Slind.

Il 17° Tour de Ski debutterà dunque dalla Svizzera, con un piccolo cambio di programma: dopo la Sprint in tecnica libera di sabato 31 dicembre, la Pursuit di 10 km del giorno successivo verrà sostituita con una Mass Start sulla medesima distanza. Oberstdorf, in Germania, sarà la tappa intermedia e proporrà per martedì 3 gennaio una 10 km in tecnica classica e una 20 km Pursuit in tecnica libera mercoledì 4.

Confermate, infine, le tre giornate conclusive del Tour in Val di Fiemme con Sprint, Mass Start e Final Climb, destinate a decretare il vincitore e la vincitrice della gara a tappe più dura dell’anno. E per il pubblico ci sono un sacco di opportunità di divertirsi in pista e con varie iniziative a Lago di Tesero, ma soprattutto col Tour del Gusto lungo la salita della Final Climb.