Maratonina di San Biagio, C’è anche il keniano Riungu

Conto alla rovescia per la terza edizione della mezza maratona che domenica 30 ottobre percorrerà il territorio comunale di San Biagio di Callalta, toccando anche le frazioni di Rovarè, Sant’Andrea di Barbarana, Fagarè e Cavriè. Al via anche Giacomo Esposito e la keniana Esther Wangui Waweru. A margine della gara sui 21 km, l’esordio di “Seguendo la maratonina”, prova aperta a tutti sulla distanza di 7 km

Anche il keniano Eric Muthomi Riungu sarà al via della Maratonina di San Biagio che domenica 30 ottobre, a San Biagio di Callalta (Treviso), manderà in scena la terza edizione dopo quelle del 2019 e 2021. Riungu 32 anni, tesserato per l’Atletica Saluzzo, è un atleta esperto e con un curriculum di tutto rispetto: ha un personale di 1h04’10”, realizzato nel 2021 a Verona, e di recente ha corso in 1h05’07” a Pinzolo. Un avversario importante per Giacomo Esposito, montebellunese dell’Atletica San Biagio, due volte secondo sulle strade di casa. Giacomo è in forma: il 9 ottobre ha corso in 1h06’36” ai Campionati Italiani di Pisa, nuovo record personale, ma la presenza di Riungu complicherà i piani del trevigiano. Da seguire anche Daniele Caruso, a sua volta portacolori dell’Atletica San Biagio, settimo in 1h08’25” nel 2021. In campo femminile l’atleta da battere sarà la 24enne keniana Esther Wangui Waweru (Atletica Brugnera Friulintagli), terza l’anno scorso alle spalle delle etiopi Ayele e Wolkeba. Waweru ha un record personale di 1h12’29”, realizzato a Torino nel 2019 e nell’ultimo mese, una volta rientrata in Italia dal Kenya, ha corso in 1h15’22” a Vinovo (2 ottobre) e in 1h16’04” a Darfo Boario (9 ottobre). Da podio anche l’esperta Sonia Lopes (Boscaini Runners), capoverdiana d’adozione veronese, 1h20’49” di record stagionale (Pinzolo, 18 settembre), quinta l’anno scorso a poche settimane dalla vittoria nella Mezza di Treviso. Curiosità dell’ultima ora: alla Maratonina di San Biagio parteciperà anche il BLS-RUN Team “…rianimatorINcorsa”, una squadra di podisti abilitati professionalmente a svolgere manovre di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce. Tre gli atleti del BLS-RUN Team attesi al via con le loro caratteristiche magliette arancioni: Gianni Stelitano, che è anche il creatore del gruppo, Erica Securo e Stefano Burlon.  L’auspicio, ovviamente, è sempre lo stesso: che i componenti del BLS-RUN Team possano godersi appieno la corsa come tutti gli altri atleti, senza dover mai intervenire per soccorrere qualcuno.  La partenza della mezza maratona avverrà alle 9.30 dagli impianti sportivi di via Olimpia, dove alle 8 si terrà anche la Santa Messa del maratoneta.

“SEGUENDO LA MARATONINA” – La Maratonina di San Biagio è pronta a raddoppiare: alla terza edizione della mezza maratona sarà abbinato il debutto di “Seguendo la maratonina”, prova aperta a tutti, a passo libero, sulla distanza di 7 km che per la prima parte ripercorrerà il tracciato della mezza maratona. Due eventi in uno per coinvolgere sempre di più il territorio: la mezza maratona per gli appassionati della classica distanza dei 21,097 km e la prova a carattere ludico-motorio, senza finalità agonistiche, destinata soprattutto a scuole e famiglie: saranno premiate le classi con il maggior numero di partecipanti dell’istituto comprensivo di San Biagio di Callalta. “Seguendo la maratonina” scatterà alle 9.50 nei pressi del municipio. Iscrizioni in zona partenza sino a pochi minuti dal via. 

PERCORSO – Il percorso della Maratonina di San Biagio sarà identico a quello delle prime due edizioni. La partenza avverrà nei pressi della pista di atletica di San Biagio di Callalta, mentre il traguardo sarà posto di fronte al municipio. Il tracciato, dotato di omologazione Fidal di categoria A, sarà una sorta di anello completamente pianeggiante, da percorrere in senso antiorario, che toccherà anche le frazioni di Rovarè, SantAndrea di Barbarana, Fagarè e Cavriè. Un momento particolarmente significativo sarà rappresentato dal transito degli atleti davanti al Sacrario Militare di Fagarè, monumento funebre in cui riposano i resti di oltre 10.000 soldati morti nel corso delle sanguinose battaglie che si combatterono lungo le sponde del Piave tra il 1917 e il 1918. Il passaggio davanti al Sacrario Militare, la cui immagine sarà anche riprodotta sulla medaglia che gli atleti riceveranno al traguardo, avverrà nel corso dell’ottavo chilometro, poco prima di un giro di boa che porterà gli atleti a percorrere la strada regionale Postumia in entrambi i sensi di marcia.

ISCRIZIONI – La distribuzione di pettorali e pacchi gara avverrà venerdì 28 ottobre (dalle 16 alle 19.30) e sabato 29 ottobre (dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 19), presso l’azienda agricola Morandin in via Cavriè a San Biagio di Callalta, e domenica 30 ottobre (dalle 7.30 alle 8.30), presso gli impianti sportivi di via Olimpia (zona partenza) a San Biagio di Callalta. Negli stessi orari, sabato e domenica, sarà ancora possibile iscriversi alla mezza maratona.