Serie A: Napoli-Atalanta 3-1. Reina saluta i tifosi

Il Napoli barcolla  contro l’Atalanta alla prima di campionato , ma non va al tappeto. Tutta farina dal sacco di Allan chiamato in causa da Sarri ,  il brasiliano sostituisce uno spento Hamsik , il brasiliano fornisce grinta ed assist , cosi’ i partenopei in rimonta battono la ‘bestia’ nera Atalanta 3-1.

Primo tempo con grande sofferenza degli azzurri, lo dimostrano i tanti errori nella costruzione del gioco.  Al 16° Cristante porta in vantaggio la ‘Dea’, calcio d’angolo e colpo di testa in elevazione nell’angolino alla destra di Reina. Il Napoli è imballato e rischia di capitolare : Maggio evita il raddoppio, prima su Masiello, poi nella stessa azione confusa in area su Freuler. Il fischio dei promi 45 mionuti è una manna dal cielo per ricomporre i puzzle.

Nella ripresa De Roon entra subito al posto di Petagna e Ilicic va a fare la prima punta. Ma il tema tattico del match non cambia. In difficoltà e pressato in ogni zona del campo, il Napoli sbaglia molto e la Dea aggredisce, ripartendo in velocità. Ilicic sfiora il raddoppio, poi tocca a Masiello e Gosens smorzare i cross di Ghoulam. E così ci pensa Zielinski a scuotere la squadra con un missile dal limite che si infila all’incrocio dei pali. Agguantato il pareggio, gli uomini di Sarri prendono coraggio, alzano il baricentro e prendono in mano la partita. Allan entra al posto di Hamsik e il brasiliano avvia subito l’azione del raddoppio di Mertens, perfettamente servito da Insigne di testa. E’ il gol che spezza le gambe all’Atalanta, abbassando l’intensità di gioco dei bergamaschi e aprendo gli spazi alle ripartenze e alla qualità del tridente azzurro. Nel finale Gasperini Cornelius per tentare l’assalto, ma è ancora il Napoli a rendersi pericoloso con Mertens e con Rog, che firma il tris in contropiede. Al San Paolo è festa grande. L’incubo Atalanta è svanito.

Pepe Reina ha salutato a lungo i tifosi del Napoli dal campo dopo la gara con l’Atalanta. Il portiere spagnolo si è soffermato a salutare e applaudire i tifosi che intonavano in coro il suo nome. Prima di uscire dal terreno di gioco ha anche abbracciato diversi compagni di squadra tra cui Mertens e Callejon. Reina resta al centro della trattativa con il Paris Saint Germain che si potrebbe concretizzare.

IL TABELLINO

NAPOLI-ATALANTA 3-1

Napoli (4-3-3): Reina 6; Maggio 5,5, Albiol 6, Koulibaly 6, Ghoulam 6,5; Zielinski 7,5 (30′ Rog 6,5), Jorginho 5,5 (21′ st Diawara 6), Hamsik 5 (13′ st Allan 6,5); Callejon 6, Mertens 7, Insigne 6,5.

A disp.:  Rafael, Sepe, Tonelli, Chiriches, Maksimovic, Mario Rui, Ounas, Giaccherini, Milik. All.: Sarri 6

Atalanta (3-4-2-1): Berisha 6; Toloi 7, Palomino 5,5, Masiello 7; Hateboer 6,5 (34′ st Cornelius sv), Cristiante 6,5 (18′ st Kurtic 5,5), Freuler 5,5, Gosens 6; Ilicic 5,5; Gomez 6, Petagna 6 (1′ st De Roon 5,5).

A disp.: Gollini, Rossi, Caldara, Castagne, Haas, Mancini, Orsolini, Schmidt, Vido. All.: Gasperini 6

Arbitro: Di Bello

Marcatori: 15′ Cristante (A), 11′ st Zielinski (N), 16′ st Mertens (N), 42′ st Rog (N)

Ammoniti: Koulibaly (N); Kurtic, De Roon (A