Museo del Calcio Internazionale, Totò Schillaci chiuderà il tour di AiCs all’Aquila

Sabato 30 novembre alle 18 a Palazzo Iacobucci, assieme al giornalista Mediaset  Gianmarco Menga e al campione europeo di Atletica leggera Roberto Donati

Nei 20 giorni di esposizione, passerella di vip sportivi:
da Margherita Granbassi a Riccardo Ferri, ex difensore della Nazionale

Nelle 15 tappe gratuite del Museo itinerante in tutta Italia, oltre 112mila visitatori

Roma, 27 novembre 2019 – Padrino d’eccezione per il “Viaggio con la storia del calcio” dell’Associazione Italiana Cultura Sport chiude: sabato 30 alle 18 all’Aquila, sarà infatti Totò Schillaci – il capocannoniere e tacchetto simbolo di Italia ’90 – a far calare il sipario sulla quindicesima e ultima tappa del tour itinerante del Museo del calcio internazionale, promosso da AiCS in tutta Italia e donato all’Abruzzo per una “tappa gioiello” nel decimo anniversario del tremendo terremoto del 2009.

Schillaci sarà accompagnato nella sua visita dal giornalista Mediaset Gianmarco Menga e dal campione europeo di Atletica leggera Roberto Donati. Intanto, sono già oltre 1.400 le persone che, dal 7 novembre scorso, hanno fatto visita alla prestigiosa esposizione allestita nel centrale Palazzo Iacobucci, tra i complessi più prestigiosi recentemente recuperati in centro storico dopo il sisma di 10 anni fa.

Tra i tanti visitatori, anche grandi ospiti d’eccezione, a partire da Riccardo Ferri, difensore dell’Inter e della Nazionale tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta, per arrivare a Margherita Granbassi, schermitrice olimpica. E ancora: Marco Ianni collaboratore dello staff di Sarri alla Juventus, Federico Dionisi arbitro di serie A, Lorenzo del Pinto giocatore del Benevento in serie B, e Damiano Zanon ex calciatore di serie A con il Pescara. Ad accoglierli sempre Gianni Padovani, presidente di AiCS L’Aquila che, assieme all’associazione L’AQUILA Young, ha curato l’ospitalità della mostra sul territorio.

Sono ad oggi oltre 112mila le persone che hanno potuto osservare da vicino i cimeli unici esposti dal Museo del calcio internazionale® esposti in 15 città diverse, da nord a sud Italia. La 15esima tappa sta dunque completando il museo diffuso più grande d’Italia che raccoglie pezzi unici, come i modelli di palloni e gli scarpini dal 1930 ad oggi, e le maglie originali dei campioni del calibro di Cruijff, Maradona, Pelé, Falcao, Platini, Ronaldo, Totti, Buffon e molti altri.

Inaugurata a Perugia lo scorso febbraio, la mostra itinerante, oltre all’Aquila, ha fatto tappa anche a Forlì, Potenza, Foggia, Nocera Inferiore, Jesi, Chioggia, Verona, Firenze, Padova e Padova Fiere, Sassari, Ostia, Bologna. Nei 18 mesi di “Viaggio”, tanti gli ospiti illustri che sono stati “padrini” della mostra, dai campioni del mondo Marco Materazzi a Perugia e Simone Perrotta a Ostia, all’arbitro Marco Guida a Nocera Inferiore, all’osservatore della Nazionale di Mancini Marco Scarpa a Chioggia, al portiere della Nazionale di calcio femminile appena qualificatasi ai Mondiali 2019 Emma Guidi.

La mostra – allestita dal collezionista Luigi Carvelli e promossa e sostenuta dalla Direzione nazionale di AiCS – ha goduto in questi mesi del sostegno dell’Istituto per il Credito Sportivo.

AiCS – Associazione Italiana Cultura Sport è tra i primi enti di promozione sportiva del Paese. Forte di oltre un milione di soci, conta ad oggi circa 12mila sodalizi affiliati e 140 comitati territoriali, tra provinciali e regionali. E’ presieduta da Bruno Molea, anche presidente della Confederazione mondiale dello sport amatoriale.

ph: Riccardo Ferri e Gianni Padovani al Museo del Calcio de L’Aquila