Jordan Valdinocci vola negli States: sarà il primo italiano nella storia all’angolo di atleti stranieri di MMA per la famosissima promotion UFC

Il campione del mondo pesarese Jordan Valdinocci debutta come allenatore nella UFC – Ultimate Fighting Championship – e sarà il primo italiano nella storia all’angolo di atleti stranieri.

Dopo l’ennesimo successo europeo dello scorso 15 ottobre quando, a Monaco di Baviera, ha vinto la prestigiosa manifestazione internazionale “RING OF FIRE 15” conquistando tutto il pubblico presente nel teatro tedesco che ospitava l’evento, Valdinocci – inarrestabile – sale nell’olimpo della più importante organizzazione nel campo delle MMA a livello globale, la UFC.

Il talento pesarese, oltre che atleta e head coach della palestra di arti marziali e sport da combattimento “FIGHT HOUSE PESARO”, ormai da tempo si occupa dell’organizzazione di vari seminari tecnici in tutto il mondo e nel contempo ha iniziato ad allenare atleti professionisti di altissimo livello di MMA che partecipano a match internazionali organizzati dalla prestigiosa UFC.

UFC è la promotion più importante al mondo di MMA, disciplina in fortissima espansione negli Stati Uniti, e non a caso è l’azienda che vende il maggior numero di pay-per-view in tutto il globo. Non è inusuale ormai vedere seduti tra il pubblico estimatori di questo sport del calibro di Mark Zuckerberg e Shaquille O’Neal.

Dopo aver avuto varie esperienze internazionali con vari atleti dell’UFC , Valdinocci sarà quindi il primo italiano nella storia chiamato per stare all’angolo del ring di atleti stranieri. 

Questa chiamata all’angolo trae origine dalla scorsa estate quando Valdinocci ha incontrato a Philadelphia i fratelli Daukaus con i quali ha instaurato grande sintonia, tanto che lo hanno assoldato per i loro rispettivi incontri internazionali.

Infatti Valdinocci sarà il 3 dicembre all’angolo di Kyle Daukaus, come secondo allenatore, all’Amway Arena di Orlando, in Florida, luogo di culto per gli amanti dello sport, dove giocano gli Orlando Magic. Ci si aspetta un pubblico di oltre 40.000 persone e tutto il mondo sintonizzato per l’UFC FIGHT NIGHT.

Da lì volerà il 10 dicembre a Las Vegas come primo allenatore all’angolo di Chris Daukaus alla T-Mobile Arena per la manifestazione UFC 281.

Per Valdinocci questa opportunità è un grande trampolino di lancio internazionale perché avrà la possibilità di allenarsi e di conoscere tutti i migliori atleti del mondo della UFC e tessere contatti importanti per la sua carriera trasversale di atleta, allenatore e manager.

Il campione continuerà poi il suo viaggio verso la Repubblica Dominicana dove, da fine dicembre a metà gennaio, terrà una serie di seminari nelle più prestigiose strutture sportive del paese,.

Nel contempo Jordan Valdinocci continua ad occuparsi, con un successo in forte ascesa, anche della predisposizione di FIGHT PLANS, ovvero lo studio, la programmazione e la definizione di strategie di combattimento, attività già svolta a favore di vari atleti di fama mondiale di MMA, tra i quali si cita la campionessa Alexa Grasso che ha dedicato la sua vittoria, in diretta mondiale tv, al coach Valdinocci.