Cubeda si conferma protagonista a Luzzi sul podio del CIVM

Il forte pilota etneo della Cubeda Corse agguanta un altro prestigioso terzo posto nella cronoscalata calabrese disputata con l’Osella Fa30 Zytek: “Continuiamo a lottare ai vertici, siamo fiduciosi per le ‘finali’ tricolori a settembre”

Domenico Cubeda sfodera l’ennesima convincente prestazione stagionale nel Campionato Italiano Velocità Montagna alla 25^ Luzzi Sambucina – Trofeo Silvio Molinaro. Nel nono dei 12 round tricolori 2021, disputato in Calabria domenica scorsa, il forte pilota etneo ha conquistato il terzo posto assoluto e ha vinto la categoria delle monoposto E2SS al volante dell’Osella Fa30 Zytek gommata Avon e curata da Paco74 con motore da 3000cc by LRM, con la quale è di nuovo salito sul podio del CIVM. Ora in stagione per il portacolori della Cubeda Corse sono 7 i podi assoluti colti nelle 8 cronoscalate di campionato italiano disputate finora, compresi quelli delle due vittorie di Verzegnis e Alghero. Il terzo posto di Luzzi è arrivato dopo aver percorso le due salite di gara lungo i 6150 metri dell’impegnativo tracciato cosentino con il tempo totale di 6’26”06, frutto della somma di gara 1 (3’12”80), nella quale fra l’altro il driver siciliano si è classificato secondo assoluto, e di gara 2 (3’13”26). Il prossimo appuntamento tricolore è fissato per il weekend del 5 settembre alla Pedavena Croce d’Aune, in Veneto, decima tappa valida come prima delle tre “finali” previste il mese prossimo.

Cubeda ha dichiarato nel post-gara: “Si spera sempre nel massimo risultato, ma non tutte le cronoscalate sono uguali. A Luzzi in gara 1 posso recriminare una pizzicata, i meccanici come sempre hanno fatto un lavoro super e cercato di sistemare il prototipo al meglio, ma in gara 2 non eravamo comunque al 100% e non siamo riusciti a migliorare il crono, anche se ci siamo andati molto vicini. Continuiamo ugualmente a lottare ai vertici, sono quasi sempre salito sul podio quest’anno e quindi possiamo proseguire il nostro cammino in Civm con fiducia in vista delle tre ‘finali’ che ci attendono in settembre”.