Arti marziali miste UFC: la diffusione di queste competizioni in Europa

Continua a raccogliere consensi radunando la community sempre più nutrita il circuito degli Ultimate Fighting Championship, che in Europa ormai conta un numero sempre più importante di appassionati.

Le arti marziali miste, fondate negli Stati Uniti d’America oltre 20 anni fa, ha ormai un seguito di utenti e uno zoccolo duro di riferimento, che ama questo tipo di disciplina, violenta ma nello stesso tempo molto dinamica e spettacolare. Il merito è sicuramente stato del network di Fox Sport, il quale ha saputo puntare su questo tipo di sport, quando ancora non erano chiare le regole e i criteri, così come non era stato organizzato un campionato a tutti gli effetti.

Le cose sono rapidamente cambiate da quando gli incontri di UFC e di MMA, le arti marziali miste sono diventate maggiormente controllate e regolamentate. Non è un caso se oggi attorno a questo circuito si siano creati profili e canali su Twitch.tv e su Youtube, specializzati proprio nei commenti di eventi sportivi legati appunto al mondo degli UFC e delle arti marziali miste. Un circuito virtuoso che ha posto le scommesse ufc al centro del mondo sportivo legato ai combattimenti e ai network che vi dedicano rubriche quotidiane, programmi tematici e speciali tv, che tendono a enfatizzare l’elemento dinamico e la spettacolarità di questo tipo di disciplina. Del resto per chi non fosse addentrato in questo tipo di sport non è così semplice comprendere su cosa si basi e quale sia l’evoluzione e il futuro dell’Ufc e degli MMA.

La regolamentazione prendeva piede circa 15 anni fa quando le basi vennero stabiliti e codificate in base ai criteri di altre discipline maggiormente diffuse e conosciute da un pubblico più vasto come il Jiu-Jitsu, il karate, il Taekwondo e dove la base di partenza assunse le regole della kickboxing all’epoca considerata la disciplina più spettacolare e in voga di quel momento. Parliamo di anni in cui le arti marziali miste stavano iniziando la loro diffusione in Nord America e in altri Paesi, mentre qui da noi in Europa i tempi non sembrano ancora maturi, fermo restando che c’erano già dei nuclei di appassionati e di seguaci. Del resto il circuito delle arti marziali, unito a quello della kickboxing o per estendere il concetto del wrestling, non avevano mai generato tanta attenzione a livello mediatico come in questi ultimi anni.

Attualmente in Italia anche grazie a portali e siti come Grappling Italia il circuito delle arti marziali miste MMA è diventato sempre più conosciuto e popolare, benché resti ancora una disciplina di nicchia, rispetto ad esempio al mondo della boxe e degli sport di contatto in generale. Gli appassionati sportivi di combattimenti in Europa sono cresciuti in questi anni, visto il successo di trasmissioni televisivi e streaming video dedicato all’universo UFC, dove oggi la figura di un campione come Conor McGregor, fighter irlandese ha saputo convogliare l’attenzione dei media dopo il grande successo che ha ottenuto in questi anni anche grazie alla capacità di misurarsi con altre discipline e competizioni al di fuori dal circuito UFC e delle arti marziali miste.