PESI – Sabato 25 e domenica 26 si eleggono i “Più Forti d’Italia”

Appuntamento al PalaPellicone di Ostia con le Finali Nazionali Seniores di Pesistica Olimpica

Sabato 25 e domenica 26 febbraio i migliori pesisti d’Italia si affronteranno sulla pedana del PalaPellicone di Ostia per le Finali Nazionali del Campionato Italiano Seniores di Pesistica Olimpica. 64 gli atleti in totale che si daranno battaglia nelle 8 categorie previste per il campionato maschile, 56 invece le donne a contendersi il titolo.

(Mirco Scarantino)

Una vigilia da record per questi campionati, che hanno visto il più alto numero di partecipanti di sempre: 959 gli atleti che hanno preso parte alle fasi regionali, di cui 294 donne e 664 uomini. Tra le regioni si distinguono in particolare la Lombardia con 161 partecipanti, la Puglia con 149 (record femminile con 58 atlete) , il Veneto e il Lazio, entrambi con 106.

(Nino Pizzolato)

Trai big in gara spicca Mirco Scarantino, già settimo a Rio, che andrà in cerca del suo quinto titolo seniores consecutivo; per l’atleta delle Fiamme Oro, Campione Europeo in carica, sarà un test importante in vista delle prossime competizioni continentali che si disputeranno dal 1 al 9 aprile a Spalato, in Croazia. Scarantino ripartirà dai 115-146-261 sollevati nelle fasi regionali.

Cerca invece il suo terzo titolo Italiano seniores Antonino Pizzolato, il ventenne atleta delle Fiamme Oro, leader nella categoria 85 kg in Italia e in Europa, che nel Lazio si era esibito in un  145-170-315.

In campo femminile occhi puntati su Giorgia Bordignon, sesta ai Giochi, che solo pochi giorni fa ha disintegrato tutti i record della categoria 69 kg: per lei 97 di strappo, 120 di slancio e 217 nel totale, ma la campionessa pugliese non vuole fermarsi qui. A fare compagnia alla Bordignon, ci saranno atlete del calibro di Jennifer Lombardo, Giorgia Russo e Grazia Alemanno.

Appuntamento dunque il 25 febbraio alle ore 9.00 al PalaPellicone di Ostia per le finali maschili, seguite il 26 febbraio alle stessa ora dalle finali femminili.

sopra nella foto Giorgia Russo