ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO. Milano ci prova, ma Verona trova il bis

La gara ritorno in scena al PalaOlimpia, valida per la quinta giornata, consegna una sconfitta a Milano che si arrende ai padroni di casa della WithU Verona. Dopo tre successi consecutivi, i ragazzi di coach Piazza subiscono la prima sconfitta di questo 2023, uscendo battuti con il risultato di 3-0 dagli scaligeri che si sono imposti con i parziali 25-23, 27-25, 25-21.

Non è bastato il cuore di Piano e compagni per uscire indenni da Verona. Una battuta d’arresto per Milano che, nella tana della WithU Verona, non riesce a riscattare la giornata di ritorno dai padroni di casa, che per la seconda volta questa stagione lasciano a bocca asciutta gli ambrosiani. Trovare la vittoria stasera avrebbe potuto avere un significato molto prezioso, per irrompere in classifica nella contesa per il 4° posto. Milano ci ha provato, non è mancata la voglia e quello spirito combattivo che appartiene al gruppo milanese, ma il verdetto del campo è risultato negativo per l’Allianz Powervolley. Piazza deve fare a meno dell’apporto in campo di capitan Piano che ha riportato un risentimento muscolare alla coscia destra durante l’allenamento precedente alla gara. Il giocatore, infatti, verrà sottoposto ad accertamenti diagnostici e le sue condizioni verranno rivalutate nei prossimi giorni. Un’ora e 30 minuti di battaglia come raccontano i parziali, qualche occasione forse sprecata per Milano, soprattutto nel secondo set, quando avanti 16-12 cedono la frazione 25-27. Rispetto alla settimana scorsa dove il muro è stata l’arma fondamentale per il successo (21 contro Modena), in questa gara sono solo 4 quelli messi a segno (contro i 12 di Verona). Preziosa nell’equilibrio della gara la prova di Spirito, invece, che ha guidato con sapiente regia la sua squadra. Manda tre giocatori in doppia cifra, Sapozhkov (17), Mozic (13) e Keita nominato anche MVP del match con 15 punti e il 72% in attacco.

DICHIARAZIONE

Jean Patry (Allianz Powervolley Milano): « C’è mancato poco perché se vediamo il punteggio dei primi due set abbiamo giocato punto a punto. Forse troppi errori in battuta, poca efficacia in attacco perché hanno difeso molto bene. Alla fine di questa partita mi sembra di aver preso uno schiaffo, un colpo. Abbiamo perso 3-0, non ce lo aspettavamo. Volevamo fare un altro risultato. Ci è mancato forse un po’ di aggressività contro una squadra molto fisica. Non siamo riusciti a trovare soluzioni. Adesso dobbiamo mettere la testa sulla prossima partita, abbiamo una settimana per lavorare. Stiamo lavorando molto bene e dobbiamo replicare questo lavoro sul campo, anche perché abbiamo fatto vedere tante cose belle in precedenza. Dobbiamo pensare che questa partita non ci sia stata e pensare alle prossime. Siamo una squadra unita, con energia, voglia e piacere di giocare, credo che sia questo che ci è mancato stasera».

CRONACA

Primo set:

Milano da fiducia a Patry-Porro, Mergarejo-Ishikawa in posto 4, Loser e Vitelli al centro con Pesaresi libero. Primo +3 Verona con l’ace di Keita (6-3). Si trasforma in +4 il vantaggio con il muro di Sapozhkov, ma risponde Vitelli con la stessa arma e accorcia 8-5. Soffre la fase offensiva meneghina contro il muro dei padroni di casa, Spirito questa volta infligge il monster block agli uomini di Piazza (12-7). In prima linea Loser inizia a macinare punti sotto rete (13-11). Punteggio difficile per Milano, 17-13, Piazza sceglie Ebadipour per Mergarejo. Fiammata dei meneghini che recuperano qualche punto sugli scaligeri, Vitelli con il suo muro segna il 17-15. Milano con la ‘difesa ineccepibile di Ebadipour e la conclusione di Ishikawa, si porta ad una lunghezza 18-17. Ace di Porro per il 22-20, finale di set combattuto al PalaOlimpia, la palla out di Sapozhkov sancisce la parità a quota 23, ma il russo si rifà e si crea l’opportunità di chiudere il set. Spirito al servizio manda in crisi la ricezione milanese e Keita chiude lo slash nella metà campo avversaria, 25-23.

Secondo set:

Equilibrio in partenza, il primo +2 arriva per Milano con l’attacco vincente di Mergarejo (4-6). Allunga Milano, break al servizio per il martello cubano e lungolinea vincente di Patry, 6-9. Verona non molla, Mozic per il -2, ma Ishikawa riporta i padroni di casa a distanza di sicurezza con una super pipe, dopo lo scambio più lungo fino a questo momento (12-15). Verona si serve ancora del muro per fare male ai milanesi, parità 18-18. Battaglia punto a punto nel finale, prima Patry per il 20-21, risponde Cortesia in primo tempo per tornare ristabilire l’equilibrio, e arriva il break per Verona, murata di Keita su Patry (22-21). Vitelli tira fuori il coniglio dal cilindro e mura la pipe di Mozic, aggiudicandosi il sorpasso (22-23). Esito destinato ai vantaggi e Verona chiude di nuovo con Mozic 27-25.

Terzo set:

L’equilibrio dei primi punti si rompe sul 7-7, con l’attacco di Keita e lo slash di Grozdanov, 9-7. Il distacco cresce con Sapozhkov che chiude il colpo per 12-9. Conferma Mozic in pipe il +4 (16-12), e l’opposto russo rinforza in lungolinea (22-17). Ci provano Ebadipour e Mergarejo a ricucire (22-20), ma un Sapozhkov infuocato rimette la distanza e si aggiudica il punto della vittoria, 25-21.

TABELLINO

WITHU VERONA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 3-0 (25-23, 27-25, 25-21)

WithU Verona:. Cortesia 7, Perrin, Magalini, Sapozhkov 17, Raphael, Keita 15, Grozdanov 5, Spirito 1, Mozic 13, Gaggini (L) N.e. Jensen, Bonisoli (L), Mosca, Zanotti:. All. Stoytchev.

Allianz Powervolley Milano: Mergarejo 8, Lawrence, Bonacchi, Vitelli 7, Fusaro, Loser 4, Patry 15, Ishikawa 11, Porro 1, Pesaresi (L), Ebadipour 4. N.e. Piano, Colombo (L). All. Piazza.

NOTE

Durata set: 28’, 32’, 28’. Durata totale: 1h e 28’.

WithU Verona: battute vincenti 1, battute sbagliate 14, muri 12, attacco 59%, 51% (36% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 5, battute sbagliate 16, muri 4, attacco 47%, 39% (18% perfette) in ricezione.

Arbitri: Luciani – Curto. Terzo Arbitro: Florian.

Impianto: PalaOlimpia di Verona

MVP: Keita (WithU Verona)

Credit ph. Verona Volley

Martina Pollini