Tennistavolo Norbello. A1 femminile sconfitta a Bolzano

L’operazione riaggancio non è riuscita. L’Eppan ha tirato fuori la grinta necessaria per mantenere a debita distanza l’intraprendenza del quartetto giallo blu che ora viene staccato di quattro lunghezze e rischia di essere raggiunto dalle immediate inseguitrici Quattro Mori e Cortemaggiore. (nella foto il presidente TTNorbello Simone Carrucciu)

“Siamo ancora in corsa per i play off – argomenta il presidente Simone Carrucciu – ma allo stesso tempo dobbiamo stare in guardia per evitare di essere risucchiati nelle parti basse della graduatoria. Nella gara di Bolzano le padrone di casa sono entrate in campo molto determinate e hanno sicuramente meritato la vittoria. Non dobbiamo scoraggiarci, ma al contrario, dobbiamo mantenere la serenità perché mancano ancora cinque partite e tutto può succedere. Forzaaaaa”.

Campionato Serie A1 Femminile – Girone unico
Seconda giornata di ritornoVenerdì 21 gennaio 2022Ore 19:00
Sede di GiocoPalestra Maso della Pieve – via Maso della Pieve – Bolzano
ASV Eppan Tischtennis (Bolzano)A.S.D. Tennistavolo Norbello41

TUTTO ERA COMINCIATO PER IL MEGLIO

La tifoseria di Norbello ha avuto un poderoso sussulto quando la beniamina polacca Magdalena Sikorska è riuscita ad imporsi sull’ungherese Szandra Pergel nel primo match in programma. Una vittoria molto sofferta arrivata al quinto parziale complici i continui e reciproci inseguimenti. Purtroppo rimarrà l’unico acuto della compagine costretta poi a stare costantemente dietro al forcing prodotto da atlete che probabilmente avevano ancora in mente la gara dell’andata quando non riuscirono ad amministrare un vantaggio di due lunghezze. Nonostante fosse appena rientrata dal WTT Feeder di Düsseldorf dove con la maglia della nazionale ha conquistato il secondo posto nel doppio in coppia con Giorgia Piccolin, Debora Vivarelli non ha palesato alcun cenno di stanchezza ed ha travolto in tre set una Tatiana Kukulkova, mai in grado di impensierita seriamente.

Magdalena Sikorska

La striscia positiva locale continua con Diana Styhar che affronta una Giulia Cavalli molto combattiva. Ma la pongista ucraina è ancor più lucida nel piegare la resistenza avversaria e indurre molto spesso all’errore. Quando la magiostrina accorcia le distanze si pensa, come spesso le è accaduto, ad una rimonta, ma stavolta l’ex del Tennistavolo Norbello mantiene la calma riuscendo ad imporsi al quarto parziale.

Kukulkova appare molto più reattiva all’inizio del confronto che la vede opposta alla Pergel. Ma dopo aver perduto il primo ai vantaggi, non riuscendo a sfruttare due palle set, si assiste ad un evidente crollo psicologico che spiana la strada alla magiara.

E alla fine anche Sikorska si fa coinvolgere dal marasma collettivo: inizialmente si impone ai vantaggi del primo set, in seguito deve subire la riscossa di una Diana Styhar molto carica che dopo aver pareggiato in scioltezza, allunga ai vantaggi nel terzo e poi la inchioda definitivamente col minimo scarto, infliggendole la prima sconfitta stagionale. A fine gara musi lunghi con Kriaztina Nagy, panchinara di lusso che ha fatto di tutto per tenere alto l’umore delle sue compagne.

GIULIA CAVALLI: “SONO STATE PIU’ BRAVE”

Giulia cavalli conversa con Ireneuzs Kna

Ha trascorso un periodo post natalizio combattendo con i problemi di salute. La sua presenza in campo è stata incerta sino all’ultimo. Ma Giulia Cavalli non si sottrae facilmente ai doveri agonistici e ha fatto il possibile per essere all’altezza della situazione.

Questa volta non è andata bene..

Siamo reduci da una partita che non lascia molto spazio ai commenti. Ed io che sono schietta e sincera mi limito a dire che loro sono state più brave, tutte e tre erano in giornata, mentre noi non eravamo in uno stato eccellente.

Come ti sei vista?

Risolti i problemi di salute, in extremis, mi sono buttata a capofitto nella preparazione della gara, evidentemente non ci sono riuscita ma Diana, venerdì, l’ho vista molto bene anche perché non ha messo in difficoltà solo me ma anche Magda. Ho fatto tutto il possibile però tre allenamenti dopo oltre venti giorni di stop erano pochini per poter raggiungere la forma perfetta.

Magda non è più imbattuta

Ha disputato una bella gara contro Pergel, anche se l’ho vista giocare meglio in altre circostanze. Però è riuscita a prevalere ugualmente contro un’avversaria che non è l’ultima arrivata vista la sua militanza ventennale nella nazionale ungherese. Prima del match con la Styhar l’ho trovata molto preoccupata, forse perché riteneva il gioco dell’ucraina non compatibile con il suo. Ci ha provato ma la sua ex compagna di squadra ha ribattuto colpo su colpo.

Anche Tatiana ha trovato molte difficoltà

Probabilmente sta accusando la stanchezza dovuta ai tanti tornei che sta disputando in giro per l’Europa.

Krisztina Nagy ha seguito tutto dalla panca

Ci ha aiutato tanto sia nella fase del riscaldamento, sia nel dare consigli

E adesso?

Ad onore del vero si tratta della nostra prima giornata no di questo campionato, non mi sento di preoccuparmi anche se nel prosieguo dovremo difendere il quarto posto con i denti e con le unghie.

Già dal prossimo appuntamento

Ci attende la gara interna con il Tennistavolo Marco Polo che pur essendo ultima a zero punti è una squadra dalle molte insidie. Dobbiamo dimenticare subito questa sconfitta perché dobbiamo raggiungere l’obiettivo prefissato.