Supercoppa di Lega Pro alla Ternana. Il goal di Salzano nel secondo tempo “spartiacqua” del derby contro il Perugia

I BIANCOROSSI GIOCANO MEGLIO PER OLTRE UN TEMPO, MA LA DIFESA ROSSOVERDE NON CEDE E RILANCIA CON LA COPPIA FALLETTI – SALZANO.


Supercoppa rossoverde. Il trofeo, tra le vincitrici dei gironi di Lega Pro, è stato vinto dalla Ternana per 1 a 0 contro il Perugia, ma la squadra di Lucarelli è apparsa lontana dal calcio brillante che aveva contraddistinto la stagione.
Sono stati i biancorossi di Caserta a giocare meglio in questa partita almeno per tutto il primo tempo. Nella ripresa l’incontro è diventato più equilibrato fino all’ “invenzione” di Falletti per Salzano, che ha portato al successo i padroni di casa.
“È stata una giornata bellissima, ma anche triste – il commento di mister Cristiano Lucarelli – oggi è l’ultima volta che ho fatto il cerchio in mezzo al campo con molti di questi ragazzi. Avrei voluto che questa stagione non fosse finita mai.
Ho conosciuto giocatori e uomini unici, che porterò sempre nel cuore”.
Primo tempo davvero difficile e deludente per la Ternana, mai vista così in campionato, apparsa decisamente in inferiorità a centrocampo, considerazione che poi è andata ad incidere sulla sofferenza difensiva degli uomini di Lucarelli.
Merito anche del Perugia migliore nel palleggio, nelle conclusioni e nel buon utilizzo delle fasce laterali nonostante le palle goal non siano state poi molte ad appannaggio degli uomini di Caserta alla ricerca di un solo risultato.
La Ternana è apparsa la brutta copia di se stessa con tanta confusione in campo, sotto ritmo, passaggi sbagliati e difficoltà di fare filtro con la nota positiva di Iannarilli che, da estremo difensore, è sempre una sicurezza per tutto il reparto.
Nella ripresa la squadra di casa ha alzato il baricentro ma è stato il goal di Salzano, che ha battuto in uscita Minelli, a fare da “spartiacque” dell’incontro e da quel momento è stata la Ternana ad avere avuto il pieno controllo della gara.
“La partita non è stata semplice e nel primo tempo ci sono state tante difficoltà – il Lucerelli pensiero sul derby – nel secondo siamo venuti fuori sfruttando il calo fisiologico degli avversari al termine di una gara equilibrata fino all’ultimo”.
Ternana in formazione tipo ad eccezione di Palumbo, infortunato e comunque in panchina più per onore di firma che altro, con Iannarilli tra i pali, Kontec e Boben difensori centrali, Defendi e Mammarella esterni in difesa rispettivamente a destra e a sinistra, Proietti e Salzano sulla linea mediana del campo, Partipilo, Falletti e Furlan sulla trequarti a supporto dell’unica punta Vantaggiato.
Il Perugia ha risposto con il 4-3-2-1 a partire da Minelli in porta, in difesa Rosi, Sgarbi, Monaco e Cirialese, linea centrale del campo con Sounas, Vanbaleghem e Kouan, Elia e Minesso alle spalle della punta centrale Melchiorri. In panchina, tra gli altri, anche gli ex rossoverdi Favalli e Di Noia.
Gara combattuta già in avvio con gli ospiti più propensi al palleggio, mentre i padroni di casa si sono affidati ad un accenno di pressing e al ribaltamento dell’azione più per alleggerimento che altro.
È stata comunque il Perugia a girare di più il pallone “mostrando i segni” di una certa pericolosità partendo dal suo fronte destro di attacco.
Un tiro alto di Falletti, ma a gioco fermo per la Ternana, impegnata maggiormente in difesa sulla pressione biancorossa con i calci d’angolo ed i cross dalle parti di Mammarella sempre molto insidiosi nell’area rossoverde.
Al 19′ lo stesso terzino della Ternana e Furlan hanno lavorato un buon pallone mettendo poi al centro dell’area per il colpo di testa di Vantaggiato alto.
La risposta del Perugia con Melchiorri il cui cross è stato deviato da Iannarilli.
Ternana in completa confusione al 24′ quando Kontec ha “regalato” il pallone a Melchiorri, che ha “scaldato le mani” a Iannarilli stesso e poi, sulla respinta, Minesso ha tirato a lato con il pallone che ha attraversato tutta l’area di porta.
La Ternana ha sofferto la migliore vivacità del Perugia rischiando anche l’auto goal con Boben prima di alleggerire la pressione con Falletti al 29′, che ha scelto di concludere forte sul primo palo prendendo però l’esterno della rete.
Al 34′ una punizione di Sounass, defilata a sinistra, è stata parata da Iannarilli.
Al 44′ ci ha provato Falletti in mezzo all’area su un cross da destra di Defendi.
La Ternana, nel secondo tempo, ha “aumentato i giri’ alzando il baricentro per fare retrocedere il Perugia molto intraprendente nei primi 45′, ma i brividi sono arrivati ancora in area rossoverde con Iannarilli sempre attento nelle chiusure.
Azione pericolosa biancorossa in ripartenza sfruttando sempre la fascia destra del campo dove è stato messo al centro un pallone molto pericoloso.
Melchiorri al 12′ è stato protagonista di un tocco sotto rete con Iannarilli che, ancora una volta, è stato molto attento nella provvidenziale chiusura e, successivamente, un colpo di testa di Rosi ha di fatto sfiorato il palo.
Al 19′ è cambiato tutto visto che la Ternana si è portata a sorpresa in vantaggio con l’azione “innescata” da Falletti e conclusa da Salzano sul primo palo.
Il centrocampista ha battuto Minelli in uscita e da lì è “girata la partita”.
La risposta del Perugia c’è stata con il tiro di Vanbaleghem bloccato da Iannarilli.
Al 36′ il calciatore biancorosso è stato poi espulso per doppia ammonizione.
Al 39′ la Ternana si è rifatta pericolosa quando un cross di Salzano è stato raccolto di testa da Furlan, che ha chiamato Minelli alla parata in angolo.
Il portiere ospite ha “salvato” anche su Raicevic. Tiro centrale di Paghera.

TERNANA-PERUGIA  1-0

Il tebellino

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Defendi (37′ st. Russo), Kontec, Boben, Mammarella (22′ st. Frascatore), Proietti, Salzano, Partipilo (22′ st. Paghera), Falletti (37′ st. Peralta), Furlan, Vantaggiato (27′ st. Raicevic). All. C. Lucarelli

PERUGIA (4-3-2-1): Minelli, Rosi (26′ st. Vano), Sgarbi (31′ st. Konate), Monaco, Cirialese, Sounas (26′ st. Bianchimano), Vambaleghem, Kouan, Elia, Minesso (17′ st. Di Noia), Melchiorri (26′ st. Murano). All. F. Caserta

ARBITRO: Marco D’Ascanio di Ancona
ASSISTENTI: Gianluca D’Elia (Ozieri); Simone Teodori (Fermo)
IV UFFICIALE: Cristian Cudini (Fermo)

RETI: 19′ st. Salzano (Ternana)

AMMONITI: Kontec (Ternana), Vambaleghem (Perugia), Iannarilli (Ternana), Murano (Perugia)
ESPULSO: 36′ st. Vanbaleghem (Perugia) per doppia ammonizione

ANGOLI: 7 a 4 per il Perugia
RECUPERO: 1′ pt.; 4′ st.

Stefano Giovagnoli