Trentalange si dimette da presidente AIA (Associazione Italiana Arbitri)

Alfredo Trentalange si dimette da presidente dell’Associazione Italiana Arbitri (Aia). Per stasera alle 21 è previsto un incontro tra i componenti del Comitato nazionale dell’Aia e i rispettivi presidenti per discutere delle ragioni di questa decisione. 

Tutto è iniziato dopo che Rosario D’Onofrio, procuratore dell’Aia, è stato arrestato per traffico internazionale di droga.

Trentalange è stato ascoltato dal procuratore della Figc, Giuseppe Chiné, e rischiava il deferimento. Secondo Chiné il presidente Aia non avrebbe svolto gli accertamenti necessari per verificare i requisiti morali e professionali di D’Onofrio.

Trentalange era alla guida dell’Aia dal febbraio 2021, dopo avere battuto alle elezioni il presidente uscente Marcello Nicchi.