Tirrito, Egonu: “La pallavolista ennesima vittima di razzismo nel mondo dello sport”



Il razzismo è ancora fin troppo presente nella nostra società, ultimo esempio la pallavolista italiana Paola Egonu al mondiale di Volley: “purtroppo ancora oggi assistiamo a episodi razzisti, anche nello sport”.Foto: www.iodonna.it)

“Gli italiani sono un popolo accogliente che ama le diversità delle culture ma ci sono dei focolai di violenza in tutti gli sport e nel volley è la prima volta che capita una cosa così importante. – a dirlo è la dottoressa e sociologa Maricetta Tirrito intervenuta nel corso della trasmissione “Prisma”, in onda su Cusano Italia Tv, ch. 264 del digitale terrestre.

“Il caso della Egonu fa discutere però ha dei punti oscuri, non è ben chiaro in che modalità e chi sia il responsabile di queste offese – continua la sociologa – “viviamo in un momento in cui la società è stanca, fiaccata e costituita da persone che non hanno ancora la legittimità di permanenza sul territorio, per questo motivo deve essere compreso il contesto e il momento in cui è stato compiuto il gesto.
Ciò che è accaduto è che su un noto social è stato chiesto alla Egonu “perchè tu sei italiana?” ed è una domanda ingenua e allo stesso tempo legittima perché canonicamente nell’immaginario di alcuni una persona italiana non ha la pelle nera: allora quando un italiano rappresenta una diversità per una parte del popolo social la domanda non deve essere presa come se rappresentasse un moto razzista piuttosto è assolutamente doveroso abituare chi ancora non lo è al fatto che italiani si può essere con la pelle di qualsiasi colore.”