Campionati flag football: sorpasso 65ers in prima divisione, Lions, Dolphins, Seamen e Giaguari a punteggio pieno in seconda

Nel weekend si è conclusa la stagione regolare sia in Prima che in Seconda Divisione, con tutte e 45 le squadre in campo nei Bowl di Ferrara e Grosseto. Nella massima serie, sorpasso in classifica degli Arona 65ers ai danni dei Raiders Roma. Nel Campionato cadetto, weekend senza macchia per Lions Bergamo, Dolphins Ancona, Seamen Milano e Giaguari Torino. Ecco chi accede alle finali dell’1 e 2 ottobre.

L’ultimo appuntamento di regular season non delude le aspettative ma in Prima Divisione non regala grosse sorprese con la conferma delle prime sei posizioni del ranking. Ma vediamo com’è andata, con l’aiuto dell’Ufficio Stampa della LIFF, la Lega Italiana di Flag Football. 

In quel di Ferrara, dopo una ripianificazione dell’evento causa violento acquazzone, si sono disputati gli ultimi scontri validi per l’accesso alle Final 6 del prossimo 1-2 ottobre.

Gli Arona 65ers, campioni in carica e costretti ad un secondo tour de force per recuperare le partite rimandate in Week 1, convincono riconfermandosi squadra da battere anche in questo 2022. Le vittorie nette su Raiders Roma, Leoni Basiliano e Refoli Trieste hanno rinfrancato gli animi dopo un inaspettato ‘sgambetto’ subito per merito dei Thunders Trento in apertura di weekend, partita persa per 42 a 38.

Secondi in classifica i Raiders Roma, corazzata in grado di sfruttare al massimo l’esperienza dei propri veterani e che raccoglie 4 vittorie su 5 partite. Rimane un po’ di amaro in bocca per aver perso il primato in classifica proprio al termine della regular season e nell’avvincente scontro diretto contro Arona, terminato 28 a 14 per i piemontesi. Terzi i Refoli Trieste che, dopo la striscia positiva di 3 vittorie conquistate sabato con Dosso quarterback, cadono la domenica mattina contro la loro “bestia nera”, gli Hedgehogs Boschetto (19 a 13) e contro i 65ers per 33 a 12.

Quarti i Leoni Basiliano, che vincono contro Thunders, Hedgehogs e X-Men Correggio e cadono invece contro Raiders e 65ers. Per la prima volta rispetto al passato sembra che la squadra friulana soffra le prime in classifica non riuscendo mai ad imporsi nelle sfide dirette e raccogliendo invece tutti i punti a disposizione nelle partite contro le inseguitrici. Subito dietro, Boschetto e Trento che, a sorpresa, nel loro primo anno da rookie, si affacciano alle fasi finali di campionato, riuscendo ambedue a vincere e a convincere contro le avversarie.

Queste, dunque, le 6 squadre finaliste di Prima Divisione che tra due settimane lotteranno per l’anello del flag italiano. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno calpestato i campi di Prima Divisione quest’anno regalandoci una delle edizioni più emozionanti di sempre.

Gran spettacolo in Seconda Divisione, con l’affollatissimo Bowl giocato alla Principina di Grosseto, solita splendida cornice per il flag italiano e internazionale. Le 36 squadre partecipanti si sono date battaglia per due giorni su 6 campi contemporaneamente, suddivise in 6 gironi interdivisionali che hanno messo a confronto il livello tecnico del flag di tutto lo Stivale. Otto i biglietti a disposizione per le finali dell’1 e 2 ottobre e la classifica, al termine del weekend, parla di un netto predominio delle squadre lombarde (ben 4 i pass strappati) ma con l’Italia ben rappresentata da nord a sud.

Ad uscire a punteggio pieno, con 5 vittorie su altrettante partite giocate, sono state solo quattro formazioni, Giaguari Torino, Dolphins Ancona, Seamen Milano e Lions Bergamo. Hanno chiuso al primo posto i rispettivi gironi anche i Frogs Legnano e gli Achei Crotone, mentre gli ultimi due posti disponibili sono stati occupati dagli Heroes Milano (dietro ai Frogs nel Girone D in virtù della sconfitta nello scontro diretto, ma con lo stesso record di 4 vittorie e una sconfitta) e dai Doves Bologna.

Decisamente avvincente anche questo Campionato, con il record assoluto di squadre partecipanti e con un nutritissimo numero di atlete in campo, a confermare il gradimento della formula Open e della possibilità di schierare formazioni miste a tutto beneficio dello spettacolo.

Le finali di Prima e Seconda Divisione si giocheranno l’1 e 2 ottobre in un’unica sede, in via di definizione

Ph. Credits: @Attilio Cachilli