Semenuk vince il suo 5° Red Bull Joyride, Johansson il Crankworx World Tour 2017

Brandon Semenuk è stato il primo a uscire dal cancelletto del Red Bull Joyride a Whistler, in Canada. La sua eccellente run ha subito mostrato l’eccellente livello che la tappa finale del Crankworx World Tour avrebbe offerto e trasmesso in tutto il mondo grazie alle telecamere di Red Bull TV.

Il 26enne canadese, sulla pista su cui la spettacolare disciplina dello slopestyle è nata, è stato per la quinta volta il migliore. «L’ultima volta che sono partito per primo non mi ricordo fosse stata così stressante. A Whistler il percorso è lungo e ricco di insidie, in tanti sono finiti a terra, a me è andato tutto bene. Vincere il più grande evento slopestyle dell’anno “in casa” è una soddisfazione enorme. In un paio d’anni Emil diventerà il prossimo insaziabile vincitore del circuito» ha commentato riferendosi a Emil Johansson, che con il suo secondo posto di giornata è stato incoronato vincitore del Crankworx World Tour 2017, essendosi dimostrato l’atleta più regolare della stagione.

«Oggi ho raggiunto un traguardo che ho sempre sognato. Ce l’ho fatta e sono davvero al settimo cielo. Nella seconda run volevo alzare l’asticella, ma su un salto sono finito troppo veloce. Sono comunque riuscito a salvare la seconda piazza e a spuntarla nella generale perciò non è stato un errore fatale» ha raccontato dal canto suo il 18enne svedese.

L’esperto americano Ryan Nyquist con due prove stellari ha meritato il terzo gradino del podio. Nicholi Rogatkin, che si giocava la Crankworx Triple Crown dopo i successi a Rotorua e Innsbruck, è caduto in entrambe le run facendo svanire un sogno che nessuno è ancora mai riuscito a tramutare in realtà: vincere tre gare delle quattro in programma nel corso della stagione.

Puoi rivedere lo spettacolare Red Bull Joyride su www.redbull.tv.