Guzzini Challenger

Dal 18 al 24 Luglio, a Recanati i top del tennis internazionale. Grande tennis nelle Marche. Dopo le giornate di Coppa Davis, si apre con grande entusiasmo e naturale prosecuzione il 29a Guzzini Challenger, Trofeo Francesco Guzzini, che farà di Recanati la capitale italiana del tennis internazionale, dal 18 al 24 luglio 2016.

Edizione, questa, che ricorre nel 10° anno dalla scomparsa di Giannunzio Guzzini, figura di imprenditore impegnato in azienda quanto legato allo sviluppo sportivo e culturale della terra marchigiana, a cui questo anno è dedicato il Memorial.

Sempre più alto il livello del Guzzini Challenger, torneo maschile dell’Atp Challenger Tour nonché trampolino di lancio di giovani promesse, unico open italiano su fondo veloce che prepara i tennisti ATP alla stagione nordamericana del cemento e che vede sfidarsi sui campi recanatesi atleti di primissimo piano del tennis mondiale, come il russo Evgeny Donskoy e l’ucraino Illya Marchenko, Marton Fucsovics e Ruben Bemelmans, Luca Vanni, Salvatore Caruso, Federico Gaio, Alessandro Bega e Roberto Martora per gli azzurri.

Azienda da sempre a sostegno del territorio, iGuzzini è coinvolta in primo piano in iniziative che rappresentano modelli innovativi per lo sviluppo del rapporto tra imprese e sport-scuola-famiglia-territorio.

Il valore di un gioiello come il Challenger aumenta in proporzione a quanto robuste sono le radici che lo sostengono, nello specifico l’appartenenza a un ecosistema territoriale che il Challenger alimenta e dal quale si alimenta a sua volta. Questo ecosistema, che parte dal Circolo Tennis e si estende a tutto il territorio con la sua gente e le sue imprese, ha come tessuto cellulare i giovani. Fondata senza scopo di lucro nel 1980, come mission sociale, la Scuola Tennis nasceva per coinvolgere il maggior numero possibile di giovani attraverso quote di iscrizione molto agevolate. La Scuola prevede la possibilità per le famiglie di condividere con i tecnici la pagella scolastica dei ragazzi in modo che attività sportiva e impegno nello studio diventino elementi sinergici nella crescita. Oggi, è possibile richiedere il “passaporto ematochimico” a salvaguardia dello stato di salute e di uno stile di vita da sportivi.

Un piano che prevede anche degli accordi tra la Scuola Tennis e l’IIS Enrico Mattei per la reciproca valorizzazione, avvallato anche dalla visita del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti. L’intendo di iGuzzini è di cavalcare il principio che scuola e sport possono sostenersi e promuoversi a vicenda, facendo sinergia a beneficio dei nostri giovani e del nostro ecosistema territorio.