Tennistavolo Norbello: si cresce anche con le traversie

Giocare a Tennistavolo in epoca pandemica implica una serie di rigorosi accorgimenti specie se all’interno di una squadra militano pongisti provenienti dall’estero e che sono coinvolti anche in manifestazioni internazionali. I controlli più serrati creano lungaggini e disagi che la società deve avere l’abilità di prevenire o risolvere tempestivamente. (Yaroslav-Zhmudenko-Foto-Paolo-Giorgio)

Il problema, attualmente, non riguarda la A1 maschile del sodalizio guilcerino che per tutta la settimana si sta allenando nella palestra di via Azuni, in attesa della impegnativa, sotto tutti gli aspetti, trasferta in Piemonte.

Più complicato rinsaldare l’organico femminile che pur essendo ampio, sta mettendo a dura prova l’abilità organizzativa del presidente Simone Carrucciu perché deve far fronte anche alle assenze dovute ad infortuni. “Con la A1 femminile non siamo stati molto fortunati ultimamente – ammette il presidente – ma non ci perdiamo d’animo perché nulla è compromesso, rimangono altre sei gare dove tutto può ancora succedere. Speriamo di poter avere nuovamente a disposizione, al più presto, l’intero organico. Nel frattempo, do un grande incoraggiamento ad atlete e atleti che tra sabato e domenica scenderanno in campo per onorare la maglia giallo blu”.

il Presidente Simone Carrucciu.Ph.Gianluca Laconi

Campionato Serie A1 Maschile – Girone unico

Sesta giornata Domenica 21 marzo 2021        Ore 17:00

Sede di Gioco  Centro Tennistavolo – via XXV Aprile – Verzuolo (CN)

A4 Verzuolo Tonoli – Scotta    A.S.D. Tennistavolo Norbello             

ULTIMO TRENO PER I PLAY OFF?

Il tecnico giocatore Catalin Negrila ritorna nei ranghi dopo la significativa assenza nel derby sardo che ha sorriso alla Marcozzi. A Verzuolo ci saranno anche Yaroslav Zhmudenko e Moises Campos, vogliosi di riscattarsi dopo aver subito la seconda sconfitta stagionale.

Catalin Negrila. Foto Gianluca Laconi

Il club avversario non è certo tra i più abbordabili, considerato che occupa la seconda piazza con una sola sconfitta sul groppone subita dalla corazzata Top Spin Messina.

Moises Campos. Foto Gian Luca Laconi

Finora il giocatore più incisivo è stato Daniele Pinto, (75%), seguito dal romeno Andrei Putuntica (71,4%), Andrea Puppo (42,9%), Mattia Garello (33,3%).

Allo stato delle cose i giallo blu sono più vicini alla zona play off rispetto a quella pericolante. L’esito di questo confronto saprà fornire una interessante indicazione su come gestire le restanti cinque partite.

Campionato Serie A1 Femminile – Girone A

Prima giornata di ritorno           Sabato 20 marzo 2021            Ore 17:00

Sede di Gioco  Palestra Comunale– via Azuni – Norbello (OR)

A.S.D. Tennistavolo Norbell0  ASD Tennistavolo Castel Goffredo                 

CALMA E GESSO

Per fortuna i mali non nuocciono nelle gare decisive. Affrontare la fortissima e imbattuta Castel Goffredo con una formazione rimaneggiatissima ci può stare perché anche con tutte le titolari a disposizione non sarebbe stato semplice contrastare le atlete spagnole Maria Xiao (100%) Zhang Xu Xuan (20%), cui si aggiunge Gaia Monfardini 88,9% e sua mamma Tan Wenling.

In definitiva tra le norbellissime saranno assenti Chiara Colantoni e Camilla Argüelles per infortunio, mentre Caterina Toliou è rimasta intrappolata nel piano viaggi dopo la sua partecipazione al torneo mondiale preliminare tenutosi in Qatar. Sarà della contesa la brasiliana Carol Kumahara (vedere intervista in basso), mentre il tecnico Eliseo Litterio non si è ancora espresso su quali giocatrici la affiancheranno.

CAROL KUMAHARA IN CERCA DI CONFERME

Karol Kumara , foto Gianluca Laconi

L’abbiamo lasciata dopo il derby sardo con il Quattro Mori Cagliari, quando grazie anche alla sua prima vittoria personale, contribuì al primo e unico successo della stagione. Carol Kumahara ricorda ancora bene quella gara: “Penso di aver giocato bene, o sicuramente non male. Mi sento ancora un po’ a disagio perché questo campionato è un’esperienza completamente nuova. Contro i Quattro Mori mi sono dovuta arrendere alla romena Plaian, molto brava, ma anche io avrei potuto fare di meglio. Con Clapa stavo rispondendo male ai suoi servizi, poi ho trovato la chiave della partita, cambiando le tipologie di gioco”.

Che impressione ti hanno fatto le nuove compagne?

Sono delle buone combattenti e questo è molto importante. Passo dopo passo possiamo conoscerci e aiutarci meglio a vicenda, tutto ciò è bello.

Cosa ti aspetti per il futuro della squadra?

Spero che tutte noi possiamo avere più fiducia e sentirci più libere di giocare, di trovare la nostra strada, essere a nostro agio e felici al tavolo. Così si acquisirebbe maggiore fiducia, penso che sia un aspetto importante per ottenere miglioramenti. I risultati sono solo conseguenze.

Vuoi ringraziare qualcuno?

Tutta la società che ci ha supportato in ogni partita, in ogni punto. Grazie mille!