TIRO CON L’ARCO – World Cup (2^ prova) Gwangju (Kor), 17-22 maggio 2022.Nespoli 4° in qualifica, squadre compound eliminate

Secondo giorno di gare a Gwangju (Kor) nella seconda tappa di World Cup: brilla Mauro Nespoli nelle qualifiche dell’olimpico, mentre nel compound le squadre azzurre vengono eliminate. Definito tutto il tabellone degli scontri diretti individuali e a squadre del ricurvo. (foto: Nespoli durante la qualifica)

E’ stato il giorno dei primi scontri diretti e dell’esordio dell’arco olimpico alla seconda tappa di Coppa del Mondo in pieno svolgimento a Gwangju, in Corea del Sud. Le squadre compound hanno iniziato la corsa verso le medaglie, ma i terzetti azzurri non sono riusciti a conquistare un posto in finale. Nell’olimpico le qualifiche certificano l’ottimo stato di forma di Mauro Nespoli, quarto assoluto, e di Alessandro Paoli, decimo. 

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO MASCHILE
Brilla Mauro Nespoli nelle 72 frecce di ranking round. L’azzurro conclude la prova al quarto posto con 672 punti, subito dietro i coreani Kim Je Deok (685) e Kim Woojin (680), e all’arciere di Taipei Chih-Chun Tang (674). Ottima anche la prova di Alessandro Paoli, decimo con con 665 punti, mentre David Pasqualucci e Marco Galiazzo si assestano in trentasettesima e quarantanovesima posizione con 649 e 638 punti. 
L’arciere d’oro ad Atene e Londra affronterà al primo turno il coreano Oh Jin Hyek, Pasqualucci se la vedrà con il turco Muhammad Yildirmis, per Paoli il primo ostacolo sarà l’arciere del Bangladesh Abdur Rahman Alif, mentre Nespoli affronterà lo statunitense Matthew Nofel.

Nella gara a squadre l’Italia sarà rappresentata ancora da Nespoli, Paoli e Pasqualucci che nella prima tappa di Coppa del Mondo hanno conquistato l’argento. Il terzetto proverà a ripetersi e dopo aver chiuso la qualifica al terzo posto con 1986 punti, dietro a Corea del Sud e Germania, agli ottavi sfiderà la Gran Bretagna (Hall, Wise, Woodgate).

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO FEMMINILE

Nella gara femminile sono tre su quattro le azzurre che accedono alle eliminatorie individuali. La qualifica vede Tatiana Andreoli chiudere al ventitreesimo posto con 622 punti, tre posizioni sopra rispetto a Lucilla Boari (620), mentre Chiara Rebagliati è trentaseiesima con il punteggio di 612. Niente da fare per Karen Hervat, 546 punti valgono il sessantaseiesimo posto e decretano l’esclusione dagli scontri diretti. 

Il tabellone disegnato dopo la qualifica, in cui a primeggiare è la coreana Choi Misun (665), davanti alla tedesca Katharina Bauer (650) e all’altra coreana Gahyun Lee (649), vedrà le seguente sfide con le azzurre protagoniste: Andreoli-Marina Caneta Gobbi (BRA), Boari-Laura Paeglis (AUS) e Rebagliati-Satsuki Noda (JPN).

I punteggi individuali hanno definito anche la classifica a squadre con Corea del Sud prima (1944 punti), Taipei secondo (1928) e Germania terza (1918). L’Italia inizierà la sua corsa dal settimo posto con Andreoli, Boari e Rebagliati che hanno messo a referto il punteggio di 1854, gli avversari agli ottavi di finale saranno gli Stati Uniti d’America (Kahfhold, Mickelberry, Mucino-Fernandes).

Sesto posto in classifica invece per il mixed team formato da Tatiana Andreoli e Mauro Nespoli. I due azzurri hanno totalizzato 1294, una cinquantina in meno dei primi in classifica, la Corea del Sud (1340) che si è messa alle spalle ancora una volta Germania (1321) e Taipei (1320). I due azzurri agli ottavi di finale affronteranno il Canada (Barrett-Peters).

LE GARE A SQUADRE COMPOUND
Le due squadre compound sono state eliminate al primo e al secondo turno dei tabelloni. Le azzurre Marcella Tonioli, Elisa Roner e Paola Natale prima battono 227-222 il Kazakhstan (Lyan, Yonussova, Zhexenbinova), poi però si devono arrendere alla Corea del Sud (Kim, Oh, Song) che ieri aveva chiuso al qualifica al primo posto e oggi ha battuto le azzurre 228-223. 
Finisce invece agli ottavi di finale la corsa dell’Italia maschile: Federico Pagnoni, Sergio Pagni e Viviano Mior sono stati sconfitti dall’India (Chauhan, Saini, Verma) 235-229.