Da Modica e Chiavari agli scommettitori di mezza Europa grazie all’accordo tra Trading Lab e Wall street Football

Dalla joint venture tra le due realtà nasce WSF Odds, un progetto innovativo in grado di prendersi un’importante quota di mercato dello sport betting globale.

Più dieci anni fa tre professionisti del settore betting crearono TradingLab, un’azienda di trading sportivo il cui core business si basa sulla gestione a 360 gradi dei servizi di trading per scommesse sportive, dalla configurazione di quote alle strategie dedicate ai clienti operanti nell’industria del betting. Oggi la sua sede di Modica rappresenta uno dei più grandi dipartimenti di sport trading del mondo con un team di 60 traders attivi 24/7 che creano e gestiscono le quote per conto di diversi bookmaker internazionali. Dalla piccola Modica, in sostanza, vengono create le quote sportive su cui, tutti i giorni, centinaia di migliaia di giocatori in diversi paesi Europei scommettono, per un totale di più di quasi 2 miliardi di euro all’anno.

Cinque anni fa un manager di Google EMEA che si divideva tra Dublino e la Silicon Valley proponeva a diversi colleghi e amici delle big tech americane di costruire degli algoritmi in grado di prevedere le azioni dei calciatori, formando un dream team che vantava anche la presenza del Professor Michele di Marcantonio, tra le più giovani menti a diventare a soli trent’anni Professore Ordinario, la massima qualifica universitaria nel nostro Paese.

Nasceva quindi Wall Street Football, un’azienda che si occupa di prevedere e rendere scommettibile qualsiasi tipo di statistica sul calcio e qualsiasi azione dei calciatori anche, e soprattutto, in tempo reale grazie all’utilizzo di tecnologie a bassissima latenza. Realtà subito intercettata e finanziata da Wylab, il primo incubatore dedicato allo sport tech, noto per aver eseguito con Wyscout l’exit più importante dello sport tech italiano, con sede nella piccola Chiavari.  

Questo mese, le strade della modicana Trading Lab (Oddshaker srl) e della Chiavarese Wall Street Football SRL si sono incrociate per sempre. Le due aziende hanno infatti siglato l’accordo che sancirà una joint venture tra le due società.

Il risultato scaturito da questa joint venture assumerà la forma di WSF Odds, la business vertical di Wall Street Football nel mercato betting. Le tecnologie betting e il team di data scientists e sviluppatori informatici di Wall Street Football confluiranno in WSF Odds, società che sarà co-amministrata da Luca Gugliotta (CEO di TradingLab) e da Giovanni Bertoli (CEO di Wall Street Football). La società riceverà più di un milione di euro da parte di Oddshaker Srl, oltre che know-how, servizi di trading e supporto nell’integrazione di clienti internazionali. Dentro WSF Odds confluiranno inoltre gli algoritmi di Mercurius BI Srl, tech startup recentemente acquisita da Wall Street Football.

Giovanni Bertoli (CEO Wall Street Football): “Sono estremamente soddisfatto per questo deal. L’unione tra le capacità di WSF di creare rapidamente algoritmi predittivi e tecnologie scalabili e l’enorme know-how industriale e competenze di TradingLab/Oddshaker, hanno dato vita ad un progetto innovativo, concretamente in grado di prendersi un’importante quota del mercato dello sport betting globale”.

Luca Gugliotta (CEO TradingLab): “Questo deal rappresenta per noi di TradingLab un’enorme accelerazione in termini di time to market di un importantissimo lavoro iniziato 2 anni fa, relativo alla costruzione di una piattaforma trading. Noi siamo fortemente convinti che il futuro dell’industry sia il prodotto live e, più nello specifico, le performance dei giocatori. Wall Street Football è ad oggi l’unica azienda capace di poter dotare il nostro gruppo di una tecnologia avanzata ed unica nel suo genere per quanto riguarda appunto l’offerta live sui Player Props. Con la neonata WSF Odds siamo pronti a dotare tutti i nostri clienti della prima offerta live sui Players Props durante un Mondiale di Calcio!”