Italo Mattioli: “Daniele Scardina è un ottimo pugile ed è più giovane di Giovanni De Carolis, ma noi siamo pronti per batterlo sul ring”

 

Il 13 maggio, all’Allianz Cloud di Milano, nel clou della grande manifestazione organizzata da Opi Since 82-Matchroom-DAZN e trasmessa in diretta streaming ed in seguito on demand da DAZN, il campione intercontinentale WBO dei pesi supermedi Daniele Scardina (20-0 con 16 KO) difenderà il titolo contro l’ex campione del mondo WBA Giovanni De Carolis (29-10-1 con 13 KO). I biglietti stanno andando a ruba. Per comprarli, basta scrivere Milano Boxing Night su TicketOne.it e poi scegliere il tipo di biglietto. I più economici costano solo 25 Euro. (foto: Italo Mattioli con Giovanni De Carolis )

Dino Spencer, allenatore di Daniele Scardina da quando si è trasferito a Miami Beach dove Spencer possiede la 5th Street Gym, ha detto questo riguardo alla sfida:  “Giovanni è un grande professionista che ha dimostrato di essere un campione conquistando il titolo mondiale in Germania contro Vincent Feigenbutz che era l’idolo locale e quindi batterlo era ancora più difficile. Ho saputo che Giovanni si allena sempre, anche quando non deve combattere, e che di conseguenza è in forma 365 giorni all’anno. Questo è molto importante. Anche Daniele si allena sempre, non ho mai visto nessuno allenarsi quanto lui. Di recente io e Daniele, siamo stati al campo di allenamento di Gennady Golovkin, che si trova ad un’ora di distanza dalla mia palestra. Golovkin è uno dei più grandi campioni della nostra epoca, uno dei migliori pesi medi di tutti i tempi ed entrerà sicuramente nella International Boxing Hall of Fame. Ebbene, Daniele è salito sul ring, ha fatto sparring con lui ed alla fine Golovkin gli ha fatto i complimenti. Per questo, sono sicuro che Daniele batterà Giovanni De Carolis il 13 maggio a Milano.”

Gli risponde Italo Mattioli che, insieme a Luigi Ascani, allena Giovanni De Carolis alla palestra Team Boxe Roma XI nella capitale italiana.

Sig. Mattioli, come procede la preparazione di Giovanni?

“Come sempre, Giovanni si allena con grande serietà nella mia palestra e nella sua che ha aperto a Monterosi in provincia di Viterbo. Giovanni ha sempre una grande passione per la boxe, è una persona umile che sa che solo lavorando sodo si ottengono risultati. Arriverà al 13 maggio al top della forma fisica e fortemente motivato. Sa che battendo Daniele per il titolo intercontinentale WBO potrebbero aprirsi nuove porte verso traguardi prestigiosi.”

Come giudica Daniele Scardina?

“E’ un ottimo pugile ed un bravo ragazzo. Lo conosco da quando combatteva da dilettante. Quando è venuto a Roma per partecipare ad un programma televisivo, si è allenato nella mia palestra. Giovanni ha un’esperienza superiore a quella di Daniele avendo disputato il doppio dei combattimenti e contro avversari di un livello più alto, ma Daniele è otto anni più giovane di lui (30 anni contro 38) e questo avrà il suo peso. In ogni caso, siamo pronti a batterlo il 13 maggio all’Allianz Cloud.”

I biglietti stanno andando a ruba sul sito TicketOne.it. Pensa che li compreranno anche i tifosi di Giovanni De Carolis e che verranno a Milano?

“So per certo che i tifosi di Giovanni stanno comprando i biglietti e saranno all’Allianz Cloud di 13 maggio. Verranno sia da Roma che da Monterosi e da altre cittadine del viterbese. Sentirete il loro tifo durante il combattimento.”

L’anno scorso, a Manchester in Inghilterra, Giovanni ha combattuto per il titolo europeo dei pesi supermedi e la sua prestazione è stata al di sotto delle aspettative. Infatti, due giudici su tre hanno assegnato tutte le riprese a Lerrone Richards. Il terzo ne ha assegnata una a Giovanni. C’è un motivo o semplicemente Lerrone Richards era più forte?

“Il motivo c’è: Giovanni aveva un forte dolore al braccio destro e durante il match in pratica ha combattuto con un braccio solo. Pochi giorni dopo, lo hanno operato. Ora è a posto. Il 13 maggio allo storico palazzetto di Piazzale Stuparich, Giovanni sarà al 100%.”