Torino-Napoli 1-3. Il Napoli ritrova , gioco, gol e il primo posto in classifica

Azzurri scavalcano in testa l’Inter  sconfitta nel pomeriggio a San Siro dall’Udinese 1-3.

Grande Napoli , dopo i rallenty delle due ultime giornate. Sarri nopn ha sbagliato formazione, lasciando in panchina Lorenzo Insigne , ancora con qualche piccolo problema muscolare all’inguine, confermato Zielinski al suo posto con Mertens e Callajon compagni in linea offensiva.

Mihajlovic , lascia in panchina Edera (eroe del match in Coppa Italia vinto dai granata contro la Lazio.

Pronti via e dopo 4 minuti il Napoli passa: angolo di Mario Rui e la testa di Koulibaly svetta con la palla che s’insaca alla destra di Sirigu, In campo c’è solo il Napoli , il Toro pressato alto fatica a superare ilo centrocampo.

Il Napoli gioca bene il possesso palla è quello dei bei tempi. Arriva il raddoppio , a realizzarlo il polaco Zilinski , ben servito dalle geometriche invenzioni di Jorginho  davanti a Sirigu di sinistro lo infila sul palo più distante.

Il Napoli non si ferma più , così al 30’ Marek-iaro’ Hamsik timbra il suo 115/esimo gol in maglia azzurra raggiungendo il mito di Diego Armando Maradona; l’azione è bellissima il tiro in corsa dello slovacco preciso di piatto all’incrocio dei pali, Toro k.o.!

Nel secondo tempo Mihajlovici mischia le carte con qualche cambio, si rivede Ljaijc modulo 4-2-3-1. Il Napoli riparte con lo stesso piglio dei primi 45 minuti, gli azzurri sprecano tantissimo sotto la porta si Sirigu : Allan, Mertens (il belga due volte) solo davanti al portiere granata. Sarri capisce che il Napoli comincia a sentire le fatiche , richiama Zielinski per Insigne  , poi fuori  Jorginho per Diawara Hamsik per Rog , infine Jorginho per Diawara.

Il Toro ritrova più voglia nel giocare il match , così al 19’ Belotti indovina il tiro da fuori area con Reina leggermente in ritardo 1-3.

Il pubblico granata spinge , il Napoli tiene bene e non corre pericoli. Mihajlovici gioca la carta Niang, poi quella di Edera. Toro in dieci al 36’ Ljaijc problemi muscolari lascia il terreno di gioco.

Il Napoli controlla fino al triplice fischio dell’ottimo arbitro Mazzoleni, da stasera primo posto in classifica a più 2 sull’Inter e domenica al San Paolo arriva la Samp.

Il Tabellino

TORINO-NAPOLI 1-3
 
Torino (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, Nkoulou, Burdisso, Molinaro; Rincon, Valdifiori (1′ st Ljajic), Baselli; Iago Falque (33′ st Edera), Belotti, Berenguer (20′ st Niang). A disp.:  Ichazo, Milinkovic-Savic, Acquah, Gustafson, Obi, De Luca, Moretti, Boyè, Lyanco. All.: Mihajlovic
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Mario Rui; Allan, Jorginho (31′ st Diawara), Hamsik (38′ st Rog); Callejon, Mertens, Zielinski (25′ st Insigne). A disp.: Rafael, Sepe, Maggio, Giaccherini, Leandrinho, Chiriches, Rog, Ounas. All.: Sarri
Arbitro: Mazzoleni
Marcatori: 4′ Koulibaly (N), 25′ Zielinski (N), 30′ Hamsik (N), 18′ st Belotti (T)
Ammoniti: Baselli (T), Albiol (N)
Note: Dal 35′ st Torino in 10 per un guaio muscolare a Ljajic dopo che Mihajlovic aveva già effettuato tre sostituzioni