Tennistavolo- Serie A: inzio non iresistibile per le sarde

Esordio malinconico per la ammiraglia maschile della Marcozzi Cagliari e quella femminile del Tennistavolo Norbello. Entrambe le compagini vengono sconfitte con il risultato più pesante, ma è davvero prematuro avanzare considerazioni.

Certo è che la compagine del centro Sardegna (Wei Jian e i nuovi innesti Marta Sarritzu e Diana Styhar), sconfitta a Reggio Emilia dal Center Parma, dovrà sudare maggiormente per conquistare la salvezza perché partita con un handicap di due punti, a causa di una svista nella compilazione della lista atlete. A parte il punteggio, non molto distante dagli standard dei campioni d’Italia del Castel Goffredo è apparsa la compagine campidanese (Carlo Rossi, Stefano Tomasi, Kazeem, Alessandro Di Marino). Prossimo turno per le due sarde il 26 novembre.

Nella A2 maschile rimedia un prezioso pareggio la Marcozzi A2 sul campo del Falcon. Alla giornata no dell’azzurrino Johnny Oyebode rimediano i suoi compagni Alessandro Pizzi e il nigeriano Olajide. Stasera impegno casalingo con il Tifernum.

SERIE B2: MARCOZZI SEMPRE PIÙ LEADER

MURAVERESE ESPUGNA NORBELLO

MURAVERA OK COL GUSPINI

La Marcozzi Cagliari mantiene la testa della graduatoria a punteggio pieno. Con lei la laziale Castello Di Cesare. Il team allenato da Sandro Poma si impone agevolmente sui conterranei della Libertas Sassari che ancora non sono riusciti a smuovere la classifica. “Personalmente considero la prova di sabato più che positiva – rileva Edoardo Loi – non venivo da un periodo particolarmente brillante, non ero sereno e stavo giocando nervosamente. Tutto ciò nonostante mi stia allenando con tenacia. Aver vinto contro Luca Baraccani, sempre temibile e ancor più su Tonino Pinna, con il quale non avevo mai giocato, ma del quale conoscevo bene il valore, mi riempie di gioia e incrementa la voglia di far bene. In generale io e la mia squadra abbiamo fatto il massimo che si potesse fare e il 5 a 0 finale ne è la conferma”. Oltre ai due punti di Loi, vanno a segno anche Massimo Ferrero e Marco Poma (2).

Secondo successo stagionale per il Muravera TT che ospitava il TT Guspini: Tra gli artefici un Nicola Pisanu in gran forma: “Partita subito in salita poiché mi trovai in svantaggio 2-0 contro Francesco Lai, senza mai entrare in partita. Grazie al sostegno del coach Francesca Saiu, dei miei compagni e del pubblico, ho ripreso le forze e ho vinto quasi inaspettatamente 3-2. Simone Boi gioca una buona partita contro Riccardo Lisci perdendo 3-1 e nel terzo incontro il piccolo Francesco Broccia (in netto miglioramento), può poco contro l’ottimo Stefano Macis che vince per 3-0. Nel quarto incontro vinco 3-0 contro Lisci con il primo ai vantaggi, mentre secondo e terzo con meno patemi d’animo. Stefano entra in campo contro Francesco Lai in un match importante per entrambe le squadre. Il mio compagno parte subito bene, 2-0 per lui; ma qualcosa si spegne e contemporaneamente si sveglia Francesco che vince terzo e quarto set. Nell’ultimo parziale parte male il mio compagno che si trova sotto 5-2. Senza mai mollare riaggancia Lai e lo supera intascando la partita e il punto per la nostra squadra. Sul 4-1 per noi, tutto sembrerebbe facile, ma l’esperienza ci insegna che non ci si deve mai illudere sebbene la vittoria sembri a un passo. Il Guspini sostituisce Francesco Broccia per la “riserva” Michele Lai. Il nostro Boi vince il primo set ma poi perde il secondo, terzo e quarto a 7,9 e 9; dai punteggi si evince che se avesse vinto lui, non ci sarebbero state sorprese. Ci pensa Macis a portare il quinto e ultimo punto alla nostra squadra contro Riccardo Lisci. Partita terminata al quinto set dopo che il mio compagno si trovava in svantaggio per 2-1. Stefano ha reagito esprimendo un ottimo tennistavolo e ha fatto suo il quarto e il quinto set. Partita che volevamo vincere, ma sicuramente nessuno si aspettava questo risultato a nostro favore. Punti importantissimi per la salvezza che speriamo di raggiungere il prima possibile”.

Come nella precedente gara, la Muraverese ottiene il successo all’ultimo match. Questa volta la fa grossa espugnando il campo del Tennistavolo Norbello. Non basta ai padroni di casa il ritrovato stato di forma di Gbenga Kayode che riprende la sua marcia a suon di triplette. Non arriva però il contributo auspicato di Federico Concas che si arrende a tutti e tre gli avversari: prima a Marcello Porcu, poi a Riccardo Dessì e infine a Michele Buccoli. Felice Leppori chiude al 50% grazie al successo iniziale su Buccoli, poi fa sudare il suo ex compagno di squadra Marcello Porcu che la spunta al quinto set spianando la strada verso i due preziosi punti. Con questa impresa il team guidato dal presidente Gianluca Mattana si posiziona a metà graduatoria.

SERIE C1: IL CANCELLO FINALMENTE SORRIDE

IL NULVI CEDE DI NUOVO DI MISURA

Arriva finalmente il primo successo stagionale per Il Cancello Alghero che nel match salvezza casalingo batte il King Pong. Parola al sintetico ma efficace Maurizio Muzzu: “Asd Il Cancello Alghero contro la formazione di Valmontone. Per Alghero vietato perdere. Partita importantissima in chiave salvezza complicata dalla presenza nella squadra avversaria di Massimiliano Mondello, 10 volte campione italiano. Marco Tiloca, Carlo Fois e Maurizio Muzzu, grazie a delle accorte partite, riescono comunque a vincere per 5-3 concedendo solo i tre punti di Mondello e conquistando quindi linfa importantissima per il proseguo del campionato”.

Di nuovo un po’ sfortunato il Santa Tecla Nulvi che ritorna a mani vuote dalla trasferta oltre Tirreno in casa dell’Isola Fleming Roma. “Disputiamo una bella partita – argomenta Cesare Mozzi – ma ancora una volta siamo stati sconfitti. Il nigeriano Giacomo Oladimeji Bisiru Taiwo sta tornando a giocare ad un buon livello mentre io e Francesco siamo ancora sottotono. Io per la lunga e forzata sosta a causa dell’intervento chirurgico subito l’anno scorso e Francesco perché si trova ancora un po’ spaesato in questo campionato che non ha mai affrontato. E’ finita 4-5 (tre punti Giacomo, un punto io) ma con un po’ meno sfortuna saremmo riusciti a chiuderla prima. Il campionato è ancora lungo e siamo ancora fiduciosi di far bene

ANCORA APERTE LE ISCRIZIONI AL CONCORSO FOTOGRAFICO INTERNAZIONALE “OBIETTIVO TENNISTAVOLO”

Anche quest’anno, il giorno 8 dicembre, in occasione della settima edizione del Torneo Internazionale Città di Norbello, saranno premiati i vincitori del Concorso Fotografico “Obiettivo Tennistavolo” organizzato dalla società pongistica del centro Sardegna. Aperto a tutti gli appassionati di tutto il mondo, quest’anno avrà come tema “Tennistavolo a 360°. Per inviare gli scatti c’è tempo fino al 2 dicembre. Per il regolamento e ulteriori informazioni visitare il seguente link: https://www.tennistavolonorbello.it/6-concorso-fotografico-internazionale-obiettivo-tennistavolo-2016/

SERIE C2: GUSPINI AGGANCIA LA SAETTA

Mezzo passo falso casalingo della capolista La Saetta Quartu che divide la posta con una Libertas Sassari più vivace del solito. “Ottima prestazione ed ottimo punto su un campo difficilissimo come quello degli amici della Saetta – conferma il presidente giocatore Marcello Cilloco – che fino ad ora erano a punteggio pieno in testa alla classifica; 3 a 3 il risultato finale con due punti su Mario Bistrussu e Alberto Manos del ritrovato Luca Pinna che finalmente ha ripreso ad allenarsi e la sua presenza è sicuramente di fondamentale importanza in ottica salvezza ed un punto mio su Manos in una avvincente partita finita al quinto set dopo aver recuperato un quarto set al fotofinish. Per loro due punti dell’ottimo Davide Pusceddu su di me ed Alberto Ganau ed uno di Bistrussu su Alberto che comunque, pur non avendo fatto punti, ha giocato molto bene tenendo testa ai nostri fortissimi avversari”.

E ad approfittare subito del pari saettino è il sorprendente Guspini che ora divide con il team quartese la testa della classifica, facendo a meno anche di Michele Lai, passato a giocare in B2. “Questa campionato è molto duro – osserva Massimiliano Broccia – anche se fino a questo momento per noi sta andando bene. Affrontiamo l’Alghero dopo un lungo viaggio di tre ore. Ci schieriamo con x y z. Silvio Dessì batte facilmente Claudio Cassitta per 3-0. Stesso refrain nell’incontro successivo vinto da Fabrizio Melis su Salvatore Motzo. Pure io mantengo la media imponendomi su Emilio Albero. Con in tasca già un pari, Silvio effettua un grande recupero passando da 0-2 a 3-2 ai danni di Motzo. Non incontro alcun problema quando affronto Cassitta e poi altro recupero clamoroso, simile al precedente, stavolta di Fabrizio su Albero. Per ora siamo primi; anche senza Michele Lai lotteremo sino alla fine”.

Due punti importanti quelli della Muraverese che riesce a battere 4-2 il Monserrato. Due punti sono realizzati da Andrea Piras: “Uno su Alberto Puzzoni, al termine di una partita molto combattuta terminata 3-2, e l’altro contro Giampaolo Manca. Due punti anche per Alberto Mattana che batte 3-0 Giampaolo Manca e 3-2 Marco Saiu. Aurora Piras invece perde due partite, una con Saiu per 3-1 e una con Puzzoni per 3-2. È stato un buon inizio di campionato dal momento che abbiamo ottenuto 5 punti, giocando contro le squadre che stanno nella parte alta della classifica”.

Dopo la sconfitta di Muravera, l’ITC Enrico Fermi Iglesias aveva bisogno di una vittoria rotonda per ritrovare la fiducia. “Arriva contro l’Alghero – racconta il sulcitano Bruno Pinna – che schiera un grande del passato, ovvero Carmine Niolu. Anche se oggi ancora deve riprendere la piena forma, ha mostrato di non aver perso la sensibilità. Infatti ha ben figurato con Giancarlo Pili perdendo un tiratissimo incontro solo al quinto set. Marco Cassitta e Christian Mulas provano a contrastarci, ma soffrono troppo i nostri servizi e i cambi di velocità. L’incontro finisce 6 a 0 per noi, riprendiamo la corsa verso la tranquillità e, perchè no? Se ci sono le opportunità, tenteremo di ottenere la promozione. I parziali: Pinna Cassitta 3-0, Siddu Mulas 3-1, Pili Niolu 3-2, Siddu Cassitta 3-0, Pinna Niolu 3-0, Pili Mulas 3-0”.

SERIE D1/A: AZZURRA E DECIMOMANNU SI CONFERMANO REGINE

“Un 6 a 0 più’ facile di quanto apparisse sulla carta”. Così il presidente – giocatore Gianni Pomata sull’ottimo rendimento della sua capolista Azzurra Cagliari. “Superiamo così un insidioso Monserrato Rosso –continua – con più’ facilità del previsto. Maurizio Piano stacca abbastanza agevolmente Giordano Sini e con qualche difficoltà il forte Andrea Zuccato. Alessandro Polese è superiore ad Andrea Zuccato nel punteggio, anche se l’incontro è stato il più equilibrato dei sei disputati. Poi ha anche ragione di Eleonora Trudu nell’ultimo incontro. Io, che sto ritrovando la giusta concentrazione, vinco con Eleonora per 3 a 0 e ottengo lo stesso risultato contro un nervoso Giordano Sini. E così continuiamo il tandem con il Decimomannu”.

E proprio il team decimese si abbatte come una valanga sulla Fintes Cagliari e consolida la sua leadership. Tutto si risolve nei primi quattro match. Riccardo Rossi realizza la sua doppietta personale battendo all’esordio Enrico Pettinau e poi siglando il punto utile per la vittoria ai danni di Dino Aresu. Tra le sue sfide si incuneano anche i successi di Maurizio Saiu (su Dino Aresu) e Carlo Orrù (su Riccardo Di Giovanni). Per ottemperanza al regolamento la sfida prosegue con i superflui match di Carlo Orrù, ancora vincente, stavolta su Pettinau e il punto della bandiera fintesino ottenuto da Di Giovanni su Italo Fois.

Il TT Quartu, in versione corsara a Suelli, consolida la seconda posizione in classifica. “Nonostante il cinque a uno – considera il tecnico giocatore Franco Esposito – è stata una partita abbastanza tirata. Inizia Andrea Franceschi contro Marco Verminetti. Concentratissimo, il mio giocatore non sbaglia un colpo. Con il top spin di dritto, carico d’effetto, mette in grossa difficoltà l’avversario, ed è un tre a zero senza storia. Affronto Salvatore Garau e nonostante il tre a zero sono tutti set tiratissimi in quanto il gioco del medico trexentino è simile al mio e mi mette in grossa difficoltà. Al terzo incontro spetta ad Andrea Perna vedersela con Efisio Sirigu: il giovane di Flumini di Quartu vince anche lui tre a zero. Ritorno sul tavolo io, stavolta con Verminetti che, a corto di allenamenti, non riesce a concentrarsi e perde tre a zero, Franceschi se la vede con Sirigu: incontro a senso unico, vince tre a zero Sirigu. Nel match conclusivo tra Perna e Garau, il giocatore ospite viene messo in difficoltà dal gioco di difesa del suellese. Ma alla fine Perna si impone per tre a uno. Sono molto soddisfatto per il gioco espresso dai miei ragazzi che nonostante il poco tempo con cui hanno iniziato gli allenamenti con il sottoscritto, stanno acquisendo gli schemi di gioco provati in via Vespucci. Perna si sta dimostrando giocatore solido, Franceschi è migliorato tantissimo, ma deve ancora imparare a gestire le partite. Considerato che il nostro obbiettivo è la salvezza, non posso che fare i miei complimenti ai ragazzi vista la nostra classifica”.

Primo successo stagionale per La Saetta che viola il campo del Monserrato. “Finalmente – esclama un più rilassato Matteo Pala – questi due punti ci volevano proprio. Inizio io contro Fabrizio Carta (da me soprannominato ‘il muro’), che vince d esperienza e bravura anche se non gridava come Mariano Cossellu ma “le prendeva tutte”! Come secondo incontro abbiamo Christian Ferro contro Luca De Vita (da me soprannominato ‘il cacciatore’), artefici di una bella partita conclusasi al quinto set con la vittoria del mio compagno che fa vedere un buon gioco quasi come ai vecchi tempi. Spetta a Guido Lampis misurarsi con Lorenzo Piras (soprannominato ‘il minatore’). Dopo quattro set e tanta sofferenza in panchina, si arriva a quello decisivo che si chiude 12 – 10 per il minatore, con un avversario che non molla mai. É di nuovo il mio turno, questa volta con il De Vita, vecchio compagno di squadra a La Saetta. Parte bene lui vincendo il primo set, poi da buon cacciatore non le ha cacciate più dentro; vinco io gli altri tre aggiudicandomi la vittoria. E che vittoria dato che per me lui è un buon giocatore, oltre che un buon amico. Carta contro Piras: nel primo e nel secondo set la spunta Fabrizio ai vantaggi vincendoli 12 – 10; il terzo ed ultimo 11 – 6. Finale di serata con Lampis – Ferro. Passa in vantaggio Christian, ma arriva subito la risposta avversaria con il pareggio dei conti. Terzo set più combattuto dove la spunta Ferro per 17 – 15. Nell’ultimo set giunge la vittoria del mio compagno che mostra un ottimo gioco dominando per 11 – 3. Portiamo a casa un successo importante. Ringrazio Kekko Mascia, nostro tifoso accanito, per aver offerto le birre a fine incontro”.

SERIE D1/B: NESSUNA MUTAZIONE IN VETTA

Prosegue il cammino spedito del Tennistavolo Norbello vittorioso anche sul Santa Tecla Nulvi A. “Incontro vinto per cinque a uno – specifica Gabriele Aresu – non dico con tranquillità perché il Nulvi è squadra abbastanza fastidiosa. Parto io con Stefano Conconi con un primo set tranquillo. Nel secondo, dopo una serie di retine e spigoli facenti parte del gioco, il mio avversario vince il set. Nei due successivi, avendogli preso le misure, non ho avuto problemi. Antonello Ledda, a mezzo servizio e molto nervoso, perde tre set a zero contro Luca Pilo. Nazzaro Pusceddu se la vede con Roberto Caddeo, e lo domina solo al quinto set dopo un match abbastanza sofferto. In compenso Nazzaro sta dimostrando un buon autocontrollo e fa sempre tesoro dei consigli che gli arrivano dalla panchina. Affronto Pilo: inizialmente ho trovato dei problemi perché è da tanto che non giocavo con lui, poi però vinco per tre a uno. Nazzaro incrocia Conconi: gioca a giro, come ultimamente sta facendo e fa sua la partita. Si chiude col match Ledda – Caddeo. Anche in questa circostanza Ledda soffre un po’ ma porta a casa il punto. La nostra è una squadra che ha giocatori dello stesso livello, medio buono per una D1, e questo ci aiuta tanto”-

Il Guilcer Ghilarza incalza avendo nettamente ragione del TT Oristano Bianco. Per la formazione del presidente Mario Marchi è il quarto risultato utile consecutivo. I sei singoli si sono chiusi tutti con lo stesso parziale (3-0) a testimonianza dell’ottimo stato di forma della seconda in classifica. Apre le danze Ignazio Calderisi che non dà tregua ad Adolfo Simbula. Mario Marchi assesta un altro colpo severo al generoso Sebastiano Urrai. Il terzo punto lo confeziona Briam Mele che suda nei primi due set prima di prendere il largo nel successivo. La musica non cambia nei tre successivi incontri con Marchi che consolida la sua ottima percentuale (83,3%) avendo ragione di Simbula. Completano il cappotto un Calderisi imperioso su Carta e l’esperto mele su Urrai. A parziale scusante per la pesante sconfitta oristanese, l’infortunio subito in allenamento da Tore Coghe che ha preferito non giocare, anche se era presente a bordo campo per incoraggiare i suoi. Domenica 27 match clou tra Tennistavolo Norbello e Ghilarza.

Terza piazza per il Neoneli che spazza via la concorrenza del Santa Tecla Nulvi B. Parola ad Alessandro Faedda: “L’incontro con gli amici del Nulvi B si è risolto abbastanza agevolmente in nostro favore con il punteggio di sei a zero. Risultato che rispecchia le differenze tecniche tra le due formazioni. Due punti messi a segno da me, due da Ignazio Piras, alla sua seconda doppietta consecutiva, e un punto a testa di Agostino Campanello e della nostra punta di diamante Gianni Pintus. Con questa vittoria balziamo al terzo posto assieme all’Oristano Rosso, all’inseguimento del duo di testa. Abbiamo una decina di giorni per preparare al meglio la sfida in trasferta con l’Oristano Rosso. Confidiamo nel buon momento di forma del nostro amico Piras che finalmente ha preso coscienza delle sue possibilità e che porterà sicuramente punti importanti alla squadra”.

Pareggio a Lanusei tra Sporting e TT Oristano Rosso. Gli ospiti prendono il largo all’inizio con i successi di Nicola Cuccureddu ed Emanuele Marras rispettivamente su Fabrizio Licciardi e Andrea Floris. Maurizio Cuboni accorcia imponendosi sull’esordiente Serena Corongiu ma poi si registra un nuovo allungo da parte di Marras su Licciardi. Colpo di reni finale per i lanuseini Cuboni e Floris che riacciuffano il pari su Cuccureddu e Corongiu. La pongista di Nuragus racconta le sue sensazioni  dopo tanto tempo lontana dai campi di gioco: “L’Oristano mi fa sentire a casa, è davvero una grande famiglia. Devo ancora entrare nell’ottica dell’allenamento, ma soprattutto in quella della partita. Per ora la sto prendendo alla leggera ma è normale che in partita salga comunque la tensione. Son là per divertirmi e la squadra mi ha appoggiato tantissimo. Anzi mi ha dato la grinta pur conoscendo i miei limiti. Insomma son ferma da anni e ho fatto solo quattro allenamenti, non posso pretendere troppo. Quanto al match è un peccato che sullo 0-2 non siamo riusciti a portare a casa l’intera posta, ma obiettivamente avevamo di fronte un avversario tutt’altro che facile”.

SERIE D2/A: MONTEROSELLO A E ALGHERO IMPERTERRITE

Altro successo agevole per la Libertas Ping Pong Monterosello ‘A’ che liquida il Santa Tecla Nulvi ‘C’. “I piccolissimi e scatenatissimi atleti del Santa Tecla Nulci C mostrano subito i progressi ottenuti con il nuovo allenatore – ragguaglia Samuel Paganotto – ma nulla possono contro l’esperienza della nostra formazione che rispolverava, per l’occasione, il presidente della Monterosello Salvatore Pier Paolo Idini. Il punteggio finale di 6-0 ottenuto dal sottoscritto, da Giovanni Palmas e da Idini risultava pertanto prevedibile, ma i giovanissimi Antonio Murgia, Antonio Dessena e Davide Sini, davanti al pubblico amico, riuscivano comunque a mostrare alcune giocate pregevoli che fanno ben sperare per il prossimo futuro. Le possibilità le avranno realmente se lo vorranno, considerando che la società nulvese si dimostra ogni anno più competitiva ed appassionata, sospinta da una dirigenza che non sacrifica tempo e risorse con l’obbiettivo di far sempre meglio”.

Ostinato anche l’Alghero che non dà chances al Libertas Sassari Rosso.É stata una partita combattuta ed equilibrata – manifesta l’algherese Massimiliano Salis – noi davamo quasi sicuri i due punti di Maurizio Ledda che rispetto a noi è di un altro livello tecnico, ma eravamo consapevoli di potercela giocare negli altri incontri. Infatti dopo i primi quattro match si va sul punteggio di 2-2 (2 punti di Ledda sui nostri Tore Zinchiri e Salvatore Serra, uno di Zinchiri su Salvatore Biosa ed io che vinco in cinque sudatissimi set su Stefano Idini). Il quinto importante incontro mette contro il sassarese Idini all’algherese Serra, e se lo aggiudica il mio compagno di squadra dopo cinque set al cardiopalma. Dopodiché io ho la meglio 3-1 sul combattivo Salvatore Biosa, per il definitivo 4-2 per noi. Portiamo a casa 2 punti che alla vigilia erano per niente scontati”.

Il Libertas Ping Pong Monterosello C passa sul campo delle Speranze Olbia. “Confronto tra nuove e vecchie generazioni – rimarca il gallurese Marco Dessì – nell’incontro che si è disputato domenica nella nostra palestra. Questa volta ha avuto la meglio la nuova generazione di Sassari che con le loro ragazze ha ottenuto una meritata vittoria ed una notevole presa di coscienza sulla propria crescita personale. Non sono servite neanche le due vittorie del quasi veterano e capitano Dessí e l’incontro serrato finito 3 a 2 per Martina Bonomo contro la “speranza” a cui si affiderà l’Olbia nei prossimi anni, Matteo Fois”. Gli altri punti turritani arrivano da Francesca Ganau e Giulia Carta.

Gli ospiti del Tennis Tavolo Olbia lasciano poche speranze alle giovani promesse del Libertas Blu, vincendo per 5 a 1. Punti galluresi di Gigi Serra, Antonio Trubbas e Stefano Corda. Per i sassaresi

SERIE D2/B: PAULILATINO B E ORISTANO GIALLO INSISTONO

Il tandem dell’oristanese va a gonfie vele. Il divario tra Paulilatino B e Oristano Verde è apparentemente notevole: “Nonostante il rotondo punteggio faccia pensare ad una scampagnata – osserva il paulese Giuseppe Mellai – le tre agguerrite ragazze del Tennis Tavolo Oristano Verde hanno lottato con accanimento su tutte le palline, mettendo difficoltà su tutti i punti conquistati. Sono migliorate tantissimo rispetto allo scorso anno. Nella nostra squadra si è aggiunto quest’anno un altro valido giocatore: Davide Carta. Nonostante la sua veneranda età si fa valere non poco sul tavolo di gioco. Adesso godiamoci la vittoria, mettendola in archivio e pensando alla prossima con più’ concentrazione per continuare la striscia positiva”. L’altro punto della capolista lo ha propiziato Pasqualino Putzolu.

L’esordio in D2 del Tennistavolo Norbello non è dei più felici e l’Oristano Giallo ne approfitta per consolidare il primato. “Non ci siamo sentiti inferiori agli avversari – rivela il furterese Franco Sanna – ma credo che il nostro sia solo un problema di rodaggio. Sia io, sia Alberto Cualbu abbiamo realizzato un punto, però il nostro Mauro Mereu ha perso entrambi i match rispettivamente contro Stefano Gregu e Luigi Santus. Già dal prossimo incontro promettiamo di essere duri a morire. Da parte mia posso dire che sicuramente l’emozione per l’esordio ha un po’ preso il sopravvento. Infatti contro Emilio Maiello mi sono trovato con due set di svantaggio. Poi, calmandomi un po’, sono riuscito a pareggiare e a vincere la partita. In quella successiva, opposto a Gregu, mi sono approcciato al tavolo con eccessiva rilassatezza e l’avversario mi ha severamente punito. Miglioreremo giocando”.

SERIE D2/C: ATLETICA SERRAMANNA E SAN ORIONE ROSMARINO ‘A’ SI ERGONO A PROTAGONISTE SOLITARIE

L’Atletica Serramanna mantiene il punteggio pieno avendo ragione del San Orione Rosmarino B. L’analisi del match affidata a Marcello Mocci: “Ormai, considerando le frequentissime volte che ci incontriamo, le partite con gli amici del San Orione di Carbonia le consideriamo dei “derby”. Domenica le prime due partite sono state molto equilibrate e combattute. Infatti il nostro compagno Mariano Zucca vinceva 3 a 2 con Pietro Pili mentre Beniamino Pillitu perdeva 3 a 2 con Angelo Serri, che rimontava lo svantaggio di due set. L’equilibrio iniziale veniva interrotto nel terzo incontro da Adriano Zucca che ha avuto la meglio su Enrico Bianciardi per 3 a 1. Ed infatti nelle tre partite conclusive Mariano Zucca, Adriano Zucca ed il sottoscritto si imponevano per 3 a 0 rispettivamente con Angelo Serri, Pietro Pili e Marco Sanna. Fissiamo il risultato sul 5 a 1 e restiamo in testa alla classifica a pari merito con il San Orione A, nostro avversario nella prossima di campionato.” 

E proprio la formazione A sulcitana ha la meglio sul Torrellas Capoterra. Il racconto del carboniese Marco Lai: “Una grandissima vittoria contro un’ottima squadra. Esordio affidato a Luciano Macri contro Licio Rasulo: gara molto combattuta e vinta 3 a 2 dal nostro compagno. Poi affronto Marco Schirru che cede 3 a 0. È il turno di Vito Moccia che se la vede con Celestino Pusceddu: entrambi disputano un’ottima partita, molto appassionante; alla fine è il nostro giocatore che si fa largo nel quinto parziale. Altra contesa giocata sul filo di lana è quella tra me e Rasulo. Prevale il pongista ospite, meritatamente, con un 12 a 10 al quinto. Tra Macri e Pusceddu a risultare più in forma è il padrone di casa, ma entrambi fanno vedere ottimi spunti. E per concludere fa la sua apparizione anche Stefano Pittau che duella con Antonello Migliaccio vincendo per tre a zero. Con questo successo il nostro team si conferma al primo posto ma non in solitudine”.

Il Decimomannu B va ad espugnare il feudo de La Saetta Rossa. “Nonostante il punteggio abbastanza netto (1-5), le partite sono state parecchio sofferte – ammette il presidente giocatore Tomaso Fenu – con dei set guerreggiati punto a punto. I volenterosi e promettenti ragazzi de La Saetta si sono battuti ottimamente dimostrando una buona impostazione di base e ottime prospettive per il futuro. Complice anche la nostra maggiore esperienza siamo riusciti comunque a portare a casa il risultato a noi favorevole. Si è iniziato con Alessandro Mercenaro – Daniele Pitzanti, vinta da quest’ultimo per 3-0. La seconda partita ha visto affrontarsi Nicola Carboni e Stefano Sozzi, il quale ha dovuto sfoderare tutta la grinta e l’esperienza che aveva per poter avere la meglio su un Carboni veramente ad ottimi livelli. Nella terza partita mi sono confrontato con Matteo Lorrai vincendo per 3-0. Poi Carboni ha prevalso sul nostro Daniele Pitzanti, questa volta Carboni non sbaglia nulla e al buon gioco abbina anche la concretezza che gli è mancata nella precedente partita. Nella quinta partita ho avuto la meglio su Alessandro Mercenaro per 3-0, conquistando il punto della matematica vittoria. In chiusura è subentrato Francesco Mela che con una bella prestazione ha vinto contro Matteo Lorrai per 3-0.

Prima vittoria stagionale per gli arburesi del TT Guspini B contro una agguerrita TT la Saetta Gialla. Resoconto affidato ad Antonello Sanna: “Inizia l’incontro Raimondo Angelo Onnis (contro Alessio Picciau), che con qualche difficoltà riesce a strappare il primo punto gara. Segue Fabiano Peddis contro Francesco Murtas (un arburese ma quartese di adozione) e arriva il secondo punto. É il mio turno contro il giovane Simone Sebis. Dopo qualche difficoltà nel primo set, capisco un po’ del gioco del mio giovane avversario e riesco anche io a portare a casa il punto. Quarto e quinto punto guadagnato non facilmente da Peddis contro Picciau, e da Onnis contro Sebis. E’ di nuovo il mio turno contro Murtas con il quale facciamo un divertente incontro senza la tensione “dell’avversario sconosciuto” in quanto amici di vecchia. Ottengo il sesto punto. La gara si conclude così, tra sinceri abbracci, strette di mano e foto di gruppo”.

SERIE D2/D: AZZURRA B INCONTRASTATA

Quarto successo consecutivo per l’Azzurra Cagliari. Avversario di turno il Decimomannu. “I nostri avversari – chiarisce l’azzurro Mauro Serra – hanno schierato i titolari Marco Podda, Andrea De Croce, Carlo Poddighe e la riserva Aldo Franceschi che ha sostituito De Croce nel suo secondo incontro. Mentre l’Azzurra ha giocato con i soliti attempati Vincenzo Salustro, Mauro Serra e Roberto Murgiano. La vittoria dell’Azzurra è stata netta (6-0) ma grazie alla buona prestazione di Podda, che mettendo in mostra alcuni colpi di pregevole fattura, è riuscito a strappare due set a Salustro e due a Serra. Il Decimo ha perso a testa alta”.

Tutto facile per la Fintes che ha la meglio sui giovani della Marcozzi. Punti per Antonio Esposito, Alessandro Borea, Antonello Mura e Alessandro Amoroso.

Il TT Quartu prevale sul Quattro Mori. Tra le soccombenti c’è Silvia Deligia: “Sono davvero felice della possibilità che mi è stata concessa di poter intraprendere anche un campionato maschile: ciò mi consente di non stare ferma in tutte queste settimane dove non si gioca l’A2 femminile. E poi ho l’opportunità di crescere come atleta perché si vede tanta varietà di gioco. L’incontro di domenica purtroppo lo abbiamo perso per 4-2: i due punti li ho realizzati io su Marco Atzeni e su Luigi Congiu. Quest’ultimo match, molto più tirato, è infatti finito per 3-2: alla fine sono riuscita a prevalere e a portarmi a casa la vittoria. Sono molto contenta di come ho espresso il mio gioco; in questa D2 tenterò di aprire il gioco il più possibile e mettere in atto tutte le modifiche fatte in allenamento. I miei compagni, secondo me, stanno lavorando bene, ma dovrebbero avere molta più fiducia. Ora speriamo di migliorarci per le prossime giornate e io spero bene anche per il mio campionato femminile”.

SERIE D2/E: MURAVERESE GIALLA E MURAREI FANNO LA DIFFERENZA

Successo in trasferta per la Muraverese Gialla. Esaminato dal presidente sarrabese Gianluca Mattana: “Seconda giornata di campionato per la Muraverese Gialla di scena a Lanusei. Squadra ostica quella ogliastrina, composta da Luca Cuboni, Caterina Piras, Carlo Cuboni e Federica Cuboni. Per questo motivo catechizzo prima dell’incontro i miei giocatori (Alice Mattana, Luca Paganelli e Marco Cocco), richiamandoli ad una concentrata ed attenta condotta di gara. Cosi Marco supera in avvio Caterina con un sicuro 3 a 0 (5,5,8). Alice mostra qualche difficoltà in più, ma più che altro per i meriti espressi in campo da parte di Carlo Cuboni. Vince si la mia atleta – figlia in quattro set dopo un incontro vivacissimo (6,-11,9,7). Scende in campo Luca Paganelli che non ha difficoltà a vincere contro uno spento Luca Cuboni che non si trova a suo agio con i “puntini” del muraverese 3/0 (5,4,4). Sul tre a zero, di scena le ragazze, e dopo il primo set in equilibrio Alice vola via e chiude 3/0 (9,5,7) su Caterina. Il quinto incontro è il più equilibrato con Luca Cuboni che si vuole riscattare ed un Marco Cocco che non vuole deludere. Luca insacca i primi due set 14/12 – 11/9, ma Marco non molla e riporta il mach in parità (11/7 – 11/5), prima di chiudere al quinto 11/7. L’ultimo incontro vede di scena Federica contro il sottoscritto; ne esce fuori un bel allenamento per la lanuseina, specialmente di dritto, la sua arma migliore che più volte ha chiuso con precisione e velocità. Complimenti! Una vittoria troppo larga per noi con il team di Lanusei che meritava qualcosa di più”.   

Il Murarei non concede sconti allo Sporting Lanusei A. “Il risultato della partita era prevedibile – dice Giulia Zucca – per via della poca esperienza dei suoi componenti che hanno comunque affrontato le partite con impegno. Io e Sara Congiu giochiamo due partite vincendole tutte facilmente 3-0. Io affronto Elia Licciardi, Sara Congiu si misura con Luca Loddo ed entrambe contro Emanuele Cuboni. Mentre Serena Anedda e Alessandra Stori giocano una sola partita: Serena contro Luca Loddo, vincendo 3-0, e Alessandra contro Elia Licciardi, vincendo sempre 3-0 e giocando molto bene”.

La Muraverese Rossa soffre ma batte il Murera. “La seconda di campionato la giochiamo in casa contro il Muravera dei piccoli – rimarca Antonio Agostinelli – nel senso che di fronte ci siamo trovati dei bambini sfidanti molto validi. Incomincio io contro Federico Mascia che in passato avevo superato 3 a 2 con fatica. Questa volta ho dovuto soccombere 3 -1 davanti alla sua determinazione condita con una puntinata. Come del resto anche il nostro Francesco Marotta non ha potuto far molto contro lo stesso Federico. Più semplice è andata a Roberto Deiana che ha superato 3-0 le due ragazzine ancora un poco inesperte Rita Franzo’ e Francesca Seu. Io riesco a vincere per 3 – 2 contro un determinato Nicola Macis e portiamo a casa la vittoria della Asd Muraverese Rossa col punteggio di 4 a 2”.

nella foto di Luciano Saiu,  Nicola Pisanu