Hochey Rotelle – Serie A:iniziano i Playoff e Vicenza e Milano si sfidano da lontano. Ferrara dovrà vedersela con Trieste; occhio al derby Asiago-Padova

Ai Playout sfida “da cuori forti” fra Cittadella e Piacenza con i veneti a godersi i favori del pronostico. La perdente ripartirà dalla Serie B

Siamo a pochi giorni dalla celebrazione della Pasqua, l’aria di primavera si fa sempre più insistente, come la voglia di scendere in pista e mettersi in gioco. Qualcuno sta già fremendo, vuole scartare il proprio uovo, ma senza sorprese che possano risultare deludenti. L’unica cosa che le squadre vogliono è: la prima vittoria in questi Play Off! Sì signori/e, avete capito bene sta per iniziare la parte più emozionante di questa stagione, quella dove non si bada più ai punti o alla classifica, ma a riuscire a fare anche solamente un gol in più dell’avversario. E’ trascorsa poco meno di una settimana, ma già sembra passata un’eternità, tutto è stato lasciato alle spalle e davvero ora si resetta tutto e si riparte da capo. Una gigantesca gomma ha cancellato ogni cosa, i risultati, positivi o negativi che siano, ed è stata consegnata nelle mani di ogni partecipante una matita con la quale iniziare a scrivere le sorti di questa fase di campionato. La corsa al tricolore del Vicenza, che dopo la vittoria dell’ultima giornata di Master Round contro Milano sembra aver stretto un pochino i punti di cucitura, è ufficialmente partita. Dopo questa lunga stagione però sono proprio i meneghini ad aver l’obbligo di provare a riportare lo scudetto a casa, ma guai a sottovalutare le outsider che di certo non hanno voglia di essere degli “agnelli sacrificali”. Se da una parte cresce l’attesa di questa corsa scudetto, dall’altra non va dimenticata un’altra affannosa ricerca, quella della permanenza nella massima serie. Cittadella e Piacenza sono le due rimaste fuori dai giochi ed ora sono costrette ad affrontarsi nella serie di gare che nessun atleta vorrebbe disputare. Al meglio dei tre incontri infatti si deciderà chi la prossima stagione potrà continuare a camminare sul “red carpet” della Serie A e chi invece scenderà nel campionato cadetto.

The new beginning – Ad entrare in scena per primi, non potrebbe essere altrimenti, sono i campioni in carica dei Diavoli Vicenza che in questi quarti di finale affronteranno il Monleale Sportleale. Al Pala Ferrarin è tutto pronto per ospitare non solo gli avversari piemontesi, ma anche questo nuovo capitolo dove i berici vogliono nuovamente recitare da protagonisti. Fin da subito Sigmund e compagni dovranno dimostrare di essere concreti e concentrati puntando dritti all’obiettivo senza incappare in tranelli psicologici come ammette anche un cauto Fabrizio Pace: << Dobbiamo restare concentrati e fare un passo alla volta giocando come sappiamo. Prima penseremo alla gara di sabato e ad affrontare al meglio questi quarti di finale, poi se siamo bravi penseremo al resto. Quindi non ci resta che iniziare e mantenere massima la nostra attenzione >>. Vicenza ha conquistato nell’ultima gara di Master Round il primato in classifica battendo Milano nel big match, un’iniezione di fiducia che potrebbe essere usata come propulsione per questa serie di gare che però ci aspettiamo possano essere, grazie anche al Monleale, divertenti e combattute.

Se il suono di tamburi di guerra si alza da Vicenza, difficilmente crediamo che a Milano si stia vivendo una vigilia quieta. In terra lombarda giungerà il Cus Verona, un’altra squadra che si è guadagnata questi Play Off sgomitando a più non posso tra quelle di seconda fascia e alla quale ora spetterà l’arduo compito di fronteggiare i ragazzi di coach Sommadossi. Una sfida che vede come favoriti proprio i padroni di casa i quali da qui partiranno per chiudere il “cerchio della rivincita”. I meneghini sono infatti partiti in estate con la chiara intenzione di tornare ad essere la squadra da battere e riportare tutti i trofei nella propria bacheca. Dopo la Supercoppa e la Coppa Italia ecco quindi che manca un solo tassello per completare un puzzle perfetto, che tra l’altro potrebbe portare sul loro petto la tanto agognata stella. A giocarsi tutte le chance però ci sarà il Verona, appunto, che non ha nulla da perdere e vuole affrontare a testa alta anche quest’avventura, come dichiara il responsabile del settore hockey Rossano Freschi: << Dovremo vedercela con la corazzata Milano ed il risultato sulla carta pare pressoché scontato. Arriviamo da una stagione piuttosto travagliata, con tanto di cambio di allenatore e metà cammino ed una regular season con meno emozioni rispetto alla scorsa stagione. Tuttavia nel corso del girone per conquistare il playoff siamo riusciti ad inanellare una serie di vittorie che ci ha rilanciato facendoci entrare tra le prime otto. Ora sta tutto nella testa e nel cuore della squadra dimostrare di potersi giocare i playoff contro chiunque e di non sfigurare nemmeno contro i meneghini >>. Pronostici o meno, Milano ha di fronte un avversario che è disposto a lottare fino all’ultimo.

Una serie di gare che non vediamo l’ora di seguire sono quelle tra il Ferrara e l’Edera Trieste. Sfida tra la terza forza del campionato, che forse sperava di raccogliere più soddisfazioni in questa prima parte, e la sorpresa del campionato. Estensi che ora non hanno più margine di errore e devono fare ricorso a tutte le energie ed al talento dei propri giocatori per ritagliarsi un ruolo importante in questi Play Off. Bellini e compagni però, che nei due incontri stagionali hanno avuto già la meglio, non sottovaluteranno la formazione giuliana che invece vuole continuare a sognare e cavalcare l’onda dell’entusiasmo. A viverla senza pressione e con grande emozione è Ruben Zozzoli che precisa: << Ad inizio campionato nessuno avrebbe scommesso su questa squadra, figuriamoci ad essere nei play off per giocarsela con il Ferrara. Affrontiamo queste partite con la determinazione e la consapevolezza di non aver niente da perdere ma tutto da guadagnare >>. E forse proprio questa spensieratezza, condita da tanto agonismo, potrebbe regalarci una serie dalle mille emozioni.

Solitamente si dice che il bello arriva alla fine e in effetti a vedere il tabellone delle gare sembra essere proprio così. L’ultima gara in programma di questi Play Off è il derby tra Asiago Vipers e Ghosts Padova. La sorte sembra averci messo lo zampino perché un incrocio del genere è un regalo che non possiamo che apprezzare. Anche qui è difficile sbilanciarsi verso una o l’altra parte, la serie si preannuncia tirata e frizzante come le due squadre che scenderanno in pista. In Via Cinque i padroni di casa tenteranno di rialzare le proprie sorti e, dopo un Master Round in chiaroscuro (con 2 sconfitte proprio contro Padova), l’intento dei ragazzi dell’altopiano è quello di centrare come minimo il risultato della scorsa stagione: la semifinale! A suonare la carica ci pensa il Presidente arancio-nero Fabio Forte che con le sue parole prova a scuotere i suoi: << La Serie con Padova è, fuor di retorica, una sfida da “tripla”. In stagione regolare abbiamo vinto entrambe le sfide in maniera convincente ma poi, più recentemente, nel Master Round, siamo incappati in 2 sconfitte che hanno sicuramente lasciato il segno e inciso molto sulla nostra classifica finale. Padova ha un roster corto ma nonostante la giovane età è un gruppo assai smaliziato che non molla mai e che sa punire gli errori degli avversari. Dovremo giocare al 100% e cercare di imporre il nostro ritmo senza consentire ai Ghosts di addormentare la gara e ripartire in contropiede altrimenti “saran dolori”>>. Pronti alla sfida anche i giovani fantasmi che con Elia Calore fanno capire forte e chiaro le loro intenzioni: << Sabato ci aspetta una partita tutt’altro che facile, siamo due squadre agguerrite e, con l’inizio dei play-off, nessuna vorrà mollare. Anche questa volta arriveremo con un roster non ricco come quello di Asiago ma, nonostante le assenze, giocheremo per vincere >>. Due vittorie per Asiago in regular season e due vittorie per Padova nel Master Round. Ed ora? Sedetevi comodi che c’è da divertirsi.

Ne resterà soltanto una – Non parliamo di immortalità come nel famoso film dal quale abbiamo preso in prestito la citazione, ma di ciò che accadrà al termine delle gare tra Cittadella Hockey e Lepis Piacenza. I granata affronteranno questa fase con tanto rammarico dato che nel turno di Playoff Round avevano dato sfoggio di buon hockey e crescita di prestazioni tanto da riuscire a vincere cinque gare sulle otto in programma. Una striscia positiva che però non è servita a scongiurare questa “roulette russa” di gare. I ragazzi di coach Marobin ora sono chiamati all’ultima fatica e non possono sbagliare se vogliono continuare a calcare le piste di Serie A. Stessa cosa vale per il Piacenza che però è ancora alla ricerca della sua prima vittoria stagionale e che crediamo voglia provare proprio in questa occasione a conquistarla. Il pronostico vede nettamente avvantaggiati i veneti, ma Fusco e compagni devono obbligatoriamente gettare tutto il loro orgoglio in pista e tentare quello che finora potrebbe sembrare insperato. Lasciamo però che siano i protagonisti a scrivere questa storia e auguriamo a tutti un grande in bocca al lupo.

Ci troviamo di fronte ad un lastricato che ci condurrà al culmine della stagione, ma dobbiamo iniziare a muoverci un passo alla volta, ci sono molti ostacoli da superare e non vanno sprecate le forze. Ora inizia il viaggio più bello dell’hockey inline italiano. Vi attendiamo tutti a bordo!

Serie A – Playoff Scudetto, il programma di gara 1 dei quarti di finale (sabato 16 aprile 2022)

Ore 18:00 Diavoli Vicenza – Monleale Sportleale (Arbitri: Grandini e Gallo )

Ore 18:00 HC Milano – Cus Verona (Arbitri: Slaviero e Rigoni M. )

Ore 18:30 Ferrara Warriors – Edera Trieste (Arbitri: Zoppelletto e Mancina )

Ore 20:30 Asiago Vipers – Ghosts Padova (Arbitri: Lottaroli e Ferrini)

Serie A – Play Out Retrocessione, il programma di gara 1 (sabato 16 aprile 2022)

Ore 18:30 Cittadella Hockey – Lepis Piacenza (Arbitri: Biacoli e Colcuc)

Foto: Vanessa Zenobini