Champions League: l’Atletico Madrid festeggia solo dopo i calci di rigore