Mondiali in Qatar senza l’Italia: un libro ci spiega come il calcio italiano ha dissipato un patrimonio di talento sportivo

In uscita per Editpress (18 novembre) Oro Sprecato. Come il calcio italiano sta uccidendo il talento (di Daniele Lalli), il primo approfondito studio sui veri motivi della crisi del calcio italiano.

Il 21 novembre 2022 inizieranno i mondiali di calcio del Qatar: sarà la seconda edizione consecutiva senza la presenza della nazionale italiana. Cosa ha portato quella che era una delle rappresentative più competitive del mondo a non avere più accesso al massimo torneo per ben due volte di fila?

Al di là dei luoghi comuni, le risposte vanno ricercate nei vivai, nella preparazione delle giovani leve del calcio e nelle metodologie applicate per selezionare chi potrà aspirare a una carriera professionistica. Perché l’Italia vive una crisi da mancanza di talento.
In un paese dove tutti, si sa, sono allenatori, Daniele Lalli (uno dei massimi esperti in Italia nel campo dell’innovazione dei settori giovanili professionistici) ha esaminato come lavorano davvero le società sportive e quali strategie ha adottato fino a oggi la Federazione Italiana Giuoco Calcio per la formazione delle giovani leve del movimento del pallone. Attraverso decine di interviste, raccolte in Italia e all’estero, l’elaborazione di dati inediti e la consultazione di centinaia di documenti, questo libro rimette in discussione le basi su cui è stato progettato il calcio italiano degli ultimi anni, proponendo soluzioni e tracciando nuove rotte.
Una lettura non solo per gli addetti ai lavori, ma anche per appassionati, atleti e genitori che hanno a cuore il futuro sportivo dei più giovani.