Pieve di Campo (Pg): Il sindaco alla festa dell’inaugurazione della fontanella del campetto

Non solo il sindaco “Andrea”, lo hanno chiamato amichevolmente così i ragazzi del campetto, ma anche i presidenti di Gesenu e di Umbria Acque, il presidente del consiglio comunale Varasano, l’assessore Edy Cicchi e il consigliere comunale Mignini, il presidente della Pro Ponte Antonello Palmerini, i due vice Befani e Cardinali, il luogotenente dei carabinieri Mirko Fringuello e la dirigente scolastica Iva Rossi, alla festa che i genitori dei “ragazzi del campetto” hanno organizzato per l’inaugurazione della fontanella chiesta dai ragazzi al sindaco quando è venuto a conoscerli e a premiarli con il grifetto d’argento del comune per l’ impegno volontario e spontaneo di ripulire il loro campetto invaso da aghi di pino, cartacce, bottiglie di plastica, escrementi di animali.

La festa, realizzata in collaborazione con la Pro Ponte e l’adesione della pasticceria Alunni, ha avuto due momenti significativi: l’inaugurazione della fontanella e il dono al sindaco “Andrea” di una targa di ringraziamento, consegnata al primo cittadino dal più piccolo dei ragazzi che, tra la commozione di tutti, e con un filo di voce pur amplificata ha chiesto al sindaco…”mi dai un bacino?” Un lungo applauso ha sottolineato questo momento a ringraziare anche le significative parole che il sindaco “Andrea” ha rivolto ai ragazzi: “orgoglioso di avere questi piccoli cittadini che danno l’esempio ai grandi e che aprono un futuro e un avvenire di speranza per Perugia e per la nostra comunità”. Parole di ringraziamento anche ai genitori per la serata e per come hanno cresciuto i loro ragazzi. Ma anche l’assessore, il presidente del consiglio comunale, uno dei ragazzi “cresciuti”, la dirigente scolastica, il presidente di Umbria Acque e il presidente della Pro Ponte hanno voluto testimoniare il loro apprezzamento per l’operato dei “ragazzi” e per quello dei genitori. Antonello Palmerini ha colto l’occasione per….“scritturare” come volontari, per le varie attività dell’associazione che presiede, anche i genitori. Per i ragazzi aveva già avuto la loro adesione per la recente edizione di “Velimna, gli Etruschi del Fiume”.

 

Gino Goti