Ternana -Ascoli 1-0, decide Palumbo

di Stefano Giovagnoli – LA TERNANA INIZIA IL 2023 CON UNA VITTORIA. DOPO 18 ANNI BATTE L’ASCOLI 1 A 0 IN CASA CON UNA RETE A FIRMA DI PALUMBO. PASSI AVANTI NEL GIOCO DELLA SQUADRA NEL PRIMO TEMPO, MA PRENDE GROSSI RISCHI NEL FINALE DOVE IL PORTIERE IANNARILLI SALVA DUE VOLTE IL RISULTATO

Cielo coperto al “Liberati” prima di Ternana – Ascoli con i riflettori dello stadio subito accesi ed un minuto di silenzio ha ricordato Gianluca Vialli.
Poi la partita, che la Ternana ha vinto 1 a 0 con Palumbo al 27’ del primo tempo.
Erano diciotto anni, che i rossoverdi non superavano in casa i marchigiani.
Andreazzoli ha presentato in campo il 3-4-1-2 senza Falletti con Palumbo sulla trequarti a fare da raccordo alle due punte Partipilo e Favilli.
Davanti al portiere Iannarilli il mister toscano ha schierato una difesa a tre con Sorensen, Mantovani e Diakite’, centrocampo a quattro con Ghiringhelli e Corrado sulle fasce, Di Tacchio ed Agazzi a formare la mediana centrale.
Gli assenti erano Cassata e Raul Moro, oltre agli infortunati di lungo corso Donnarumma e Capuano, Favilli in diffida, voci sulla possibile cessione di Pettinari, che potrebbe essere nelle trattative di calciomercato di questi giorni.
A proposito di Favilli, ammonito nel corso della gara, salterà la trasferta di Reggio Calabria come pure l’altro attaccante Partipilo al cospetto della seconda.
“Il sistema di gioco è relativo – aveva detto Andreazzoli prima dell’incontro – è importante mettere ogni calciatore nella possibilità di esprimere il proprio potenziale. I ragazzi devono essere pronti a rispondere anche alle variazioni riguardo alla disposizione in campo”.
In questo momento la squadra ha bisogno di concretezza e per concretezza si intende del risultato, in particolare, e comunque “se giochi male perdi = ha lasciato intendere il tecnico nella conferenza stampa di ieri. Ci sarà tempo per migliorare il gioco, ora è importante badare soprattutto alla sostanza”.
Al 2’ torre di Favilli per Partipilo, che a due passi dalla porta ha calciato alto.
Da stabilire poi se l’azione fosse viziata da un possibile fuorigioco o meno.
La Ternana ha l’iniziativa in campo, ma i giusti “varchi” non si trovano.
Ha provato a sfondare di più sulla fascia destra. Ci sono state due occasioni al 17’ con un tiro di Palumbo alto sopra la traversa e al 18’ con l’assist di Favilli per Partipilo che, solo nell’area di rigore dell’Ascoli, ha concluso debolmente.
La Ternana è passata in vantaggio al 27’. Assist del “solito” Favilli per Palumbo, che ha girato forte di sinistro sul primo palo di Leali trovando il giusto angolo.
Qualche buona accelerazione ha dato merito alla Ternana nel primo tempo.
L’occasione per il raddoppio è arrivata con l’assist di Partipilo, abile nel gioco sulla fascia destra molto utilizzata dalla squadra, per Favilli che, dall’area piccola, avrebbe anche centrato la porta, ma Irrati ha evidenziato un fuorigioco di partenza di Partipilo.
Al 47’ Agazzi ha indirizzato un paio di metri sopra l’incrocio dei pali.
Nel secondo tempo un cross al 6’ di Agazzi ha servito Partipilo in mezzo all’area, che in spaccata ha spedito alto. Dall’altra parte una conclusione di Gondo è stata provvidenzialmente deviata in calcio d’angolo dalla difesa della Ternana.
Infortunio per Caligara, che è stato portato a braccia fuori dal campo.
Nel finale si è fatta maggiore la pressione dell’Ascoli alla ricerca del pareggio, che ha obbligato Iannarilli ad un intervento sotto misura “salva risultato”.
Soffre la Ternana, che ha rischiato ancora al 42’ sul colpo di testa di Pedro Mendes, mentre prima era stato stato provvidenziale parando il tentativo di Re.
“Il gruppo, in passato, aveva dimostrato di sapere dare delle risposte importanti anche se in maniera alternata” – aveva detto Andreazzoli auspicando una ripresa della squadra, che aveva visto bene negli allenamenti di iniziò anno.
Alcuni miglioramenti si sono visti non c’è dubbio, specialmente nel primo tempo, ma il gruppo ha anche arretrato troppo il baricentro rischiando di subire il pareggio ancora “aggrappato” ad un portiere di affidabilità come Iannarilli e ad una difesa che si è fatta trovare compatta nel momento più delicato della gara.

TERNANA-AXOLI 1-0

Il Tabellino

TERNANA (3-4-1-2): Iannarilli, Sorensen, Palumbo (44’ st. Paghera); Mantovani, Di Tacchio, Favilli, Partipilo (37’ st. Pettinari); Diakite’, Ghiringhelli, Agazzi (37’ st. Coulibaly); Corrado. All. A. Andreazzoli

ASCOLI (3-5-2): Leali, Simic (31’ st. Re); Quaranta, Caligara (20’ st. Lungoyi); Dionisi, Gondo (36’ st. Menses); Adjapong, Collocolo, Eramo (1’ st. Giovane), Botteghin, Falasco. All. C. Bucchi

ARBITRO: Massimiliano Irrati di Pistoia
ASSISTENTI: Valerio Vecchi (Lamezia Terme); Gaetano Massara (Reggio Calabria); IV ufficiale Eugenio Scarpa (Collegno); Var Luca Banti (Livorno);
Avar: Salvatore Longo (Paola)

RETI: 27’ pt. Palumbo (Ternana)

AMMONITI: Sorensen (Ternana); Giovane (Ascoli); Simic (Ascoli); Mantovani (Ternana); Favilli (Ternana); Di Tacchio (Ternana); Partipilo (Ternana); Re (Ascoli); Corrado (Ternana); Adjapong (Ascoli)

ANGOLI: 1 a 10 per l’Ascoli
RECUPERO: 2’ st.; 5’ st.
SPETTATORI: 5.489 (di cui 1.166 ospiti)