Lecce – Milan 2-2.Napoli a+9

  

Salentini avanti di due reti grazie all’autogol di Hernandez e alla rete di Baschirotto, nella ripresa rimediano Leao e Calabria.

Lo sguardo di  Leao , seduto sul terreno di gioco al termine del match contro il Lecce  è la testimonianza della grande delusione dei Rossoneri dopo il il 2 -2 contro il Lecce , allo stadio di Via del Mare, nel terzo anticipo della 18^ giormnata Serie A, con il Napoli che scappa di nuovo a +9 in classifica.

Finisce 2-2 Lecce-Milan, terzo anticipo della 18esima giornata di Serie A. I rossoneri vanno sotto dopo appena 3′ con un autogol di Theo Hernandez, per poi subire al 23′ il raddoppio targato Baschirotto. Nella ripresa l’atteggiamento cambia: Leao trova il 2-1 al 58′, mentre al 71′ ci pensa Calabria a riequilibrare il risultato. Lecce e Milan hanno giocato entrambre a viso aperto per vincere la gara

Il Lecce passa in vantaggio con un’autogol di Theo Hernandez: errore di Kalulu che regala palla a Di Francesco, cross dell’attaccante giallorosso per Blin Blin, il tentativo di anticipo di Theo Hernandez si rileva infruttuoso , il difensore francese butta la palla nella propria porta con la spalla, portando avanti i salentini dopo appena 3′.

Il Milan incassa il  colpo e rischiano di subire il raddoppio  con Di Francesco  solo davanti a tatararusano calcia alto.

Il Milan risponde con Pobega , Falcone reattivo e para.

Al  23′ arriva il raddoppio salentino: cross perfetto di Hjulmand, zuccata vincente di Baschirotto che approfitta di un’altra dormita di Kalulu per insaccare il 2-0.

Prima del riposo il Milan tenta di accorciare con Pobega  (tiro alto) e con Giroud (colpo di testa e rande risposta di Falcone).

Nella rirpesa Pioli cambia , entra Messias per Saelemakers e Dest per un Theo Hernandez non in serata.

I due nuovi innesti nell’idea di Pilli è fornire il priprio contributo a velocizzare le giocate.

Al 58′ ’ arriva il gol del pari: conclusione di Giroud è respinta da Falcone, Baschirotto anticipa Diaz, la palla arriva a Leao che batte il portiere  salentino  sul suo palo palo.

Il Milan ci crede, entra Origi il quale contribuisce al pareggio rossonero che arriva al  25’: sponda perfettil servizio di Origi ,inserimento di Calabria, che di testa trova il 2-2.

All’83’ il Lecce sfiora la terza rete su invenzione di gallo appena entrato in campo, rimpallo Tatarusanu-Tomori la palla sfiora di pochissimo il palo con sospiro di sollievo dei Rossoneri.

IL TABELLINO

Lecce-Milan 2-2

Lecce (4-3-3): Falcone ; Gendrey , Baschirotto , Umtiti , Pezzella (17′ st Gallo ); Blin , Hjulmand , Gonzalez (17′ st Maleh ); Strefezza(44′ st Oudin), Colombo (27′ st Persson ), Di Francesco  (27′ st Banda ).

Allenatore: Baroni

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu ; Calabria (41′ st Kjaer), Kalulu , Tomori , Hernandez (1′ st Dest ); Pobega (41′ st Vranckx), Bennacer ; Saelemaekers (1′ st Messias ), Diaz (24′ st Origi ), Leao ; Giroud .

Allenatore: Pioli

Arbitro: Orsato

Marcatori: 3′ aut. Hernandez (L), 23′ Baschirotto (L), 13′ st Leao (M), 25′ st Calabria (M)

Ammoniti: Maleh (L), Calabria (M), Bennacer (M)