Bernardo Pellegrini è campione Topjet Fx 2000   

 

La pista di Cervesina consegna il titolo 2021 all’alfiere della Ht Powertrain che, al volante della Dallara 313 Volkswagen,  ha alzato le braccia in trionfo sull’ultimo traguardo. Sempre in evidenza l’ottimo Dino Rasero in scia al campione sulla Dallara 317 Mercedes della Puresport.   Francesco Solfaroli ha primeggiato  nella divisione FX 2. Il bilancio esalta gli organizzatori della serie

Epilogo emozionante, caratterizzato dalla variabilità meteo, sul  circuito pavese, intitolato a Tazio Nuvolari, per il Topjet Fx 2000. Il 56enne veronese Bernardo Pellegrini  si è aggiudicato all’ultimo respiro il titolo assoluto 2021, che gli era sfuggito nel 2020 dopo aver conquistato nel 2019 quello della Fx.

Pellegrini ha leggittimato la supremazia stagionale col successo di gara 2 costruito sotto la pioggia, dapprima sospesa per l’ingresso della Safety Car e poi chiusa definitivamente dalla bandiera rossa per l’uscita di pista di una vettura.

Nelle sue parole tutta la soddisfazione per il risultato ottenuto: ”Non era per nulla scontato, dopo la stop di Vallelunga. Devo ringraziare il team per avere riportato la vettura al Top, anche perché adattare la vettura alle condizioni meteo non è stato facile. Davvero impegnativo mantenere la concentrazione. Onore ai miei avversari che fino all’ultimo hanno reso la stagione avvincente”.

Dino Rasero con la Dallara 317 della Puresport ha chiuso la stagione  ancora con due  prestazioni di primo piano, anche su una pista a lui del tutto sconosciuta. “Sono soddisfatto del risultato , non conoscendo affatto il tracciato soprattutto nelle difficilissime condizioni di gara 2. Nonostante questo ho tenuto il passo del vincitore, cercando di andare il più veloce possibile. L’anno scorso ho vinto io il titolo ,quest’anno lui, questo è lo sport. Va bene cosi in considerazione del fatto che per noi è puro divertimento”.

Bella anche la stagione del lecchese Renato Papaleo che, assente a Cervesina, ha ottenuto nel 2021 due splendidi successi e vari piazzamenti che lo hanno portato ai vertici della classe regina.

Per quanto riguarda le altre categorie del Topjet Fx 2000, nell’ultimo round in Pro – Am, Umberto Vaglio con la Dallara 308 della ASD Living ha primeggiato in entrambi le gare, andando a lambire le posizioni di vertice della classifica assoluta.

Buoni risultati anche anche per Alessandro Fabbri molto competitivo con Dallara 308 del Facondini Racing, nonostante, per problemi fisici, sia arrivato sul circuito poco prima dell’ultimo turno di libere del venerdì.

Il titolo della Pro-AM è andato a Patrick Bellezza, autore di un campionato molto costante e proficuo con la Dallara 300 della Bellspeed. Effervescenti le partecipazioni di Enrico Milani con la 308 del Facondini Racing che gli hanno consentito di salire sul secondo gradino del podio virtuale di categoria insieme a Luca Iannaccone autore di tre presenze convincenti quest’anno sulla Dallara 306 del Franz Woss Racing.

In classe Pro, rappresentata sul circuito di Cervesina da Togo, che nonostante due uscite di pista ha dimostrato grandi miglioramenti nel suo ritorno alle gare, a fregiarsi del titolo è stato il marchigiano Franco Cimarelli, al quale dopo il “rodaggio” di Monza al volante della Dallara 312 del Facondini Racing sono bastati 4 successi nel secondo e nel terzo round per ottenere il primato. Di spicco anche le partecipazioni di Andrea Benalli nel 2021, sempre vincitore di classe con la Dallara 308 della Puresport.

Aggiudicato in anticipo il titolo assoluto della divisione Fx2 a Salvatore Liotti, capace di nove successi su dieci gare al volante della Formula Abarth della G-Motorsport a balzare sotto i riflettori nella divisione cadetta è stato Francesco Solfaroli, autore con un’altra Dallara 308 del Facondini Racing di prestazioni eccellenti. Due successi per lui e l’onore del podio assoluto.

Nella classe Open della Fx 2, riservata ai piloti su Tatuus Renault il piemontese Stefano Palummieri, ha legittimato il titolo da tempo conseguito, grazie a delle sfavillanti qualifiche e  due belle performance, rese anche emozionanti da un testa coda sul bagnato in gara 2.

Finale al cardiopalma per il titolo di classe B dove la lady del Regium Motorsport Jenni Sonzogni è riuscita con due successi a capovolgere la classifica che, prima del via, la vedeva vicinissima a  Simone Saglio del Corbetta Racing. Entrambi bravissimi sulle Formule 4, i giovanissimi piloti hanno duellato ruota a ruota sull’asciutto e sul bagnato rendendo il loro confronto molto appassionante.

Fabio Turchetto con la Tatuus Renault della A.S.D. Ruote Scoperte, ha vinto il titolo della classe Light, primeggiando in gara 2, dopo l’assalto vincente di gara uno da parte del suo più diretto avversario Riccardo Stocchi.

Il bilancio esalta gli  organizzatori, Piero Longhi e Luca Panizzi  per la stagione 2021 confortati da un numero sempre crescente di partecipanti. In funzione di questo si annunciano alcune novità per il 2022 sempre in massima collaborazione con Aci Sport.