Champions League 2016: tutto pronto per la terza giornata della fase a gironi

Terminata all’insegna degli infortuni e senza risultati a sorpresa la seconda fase delle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, ripartono questo week end i campionati nazionali e le coppe europee, con la Champions League in vetrina. In attesa della terza giornata del 18-19 ottobre vediamo i match di cartello, le insidie per le due italiane in competizione, Juventus e Napoli e le quote delle partite.

La situazione nei campionati nazionali

Una partita su tutte caratterizzerà la terza (e la quarta) giornata della prima fase a gironi della massima competizione europea per club: Barcellona – Manchester City. Il presente ed il glorioso passato del genio della panchina Pep Guardiola che ha scritto pagine indelebili di calcio con i blaugrana e che si presenterà il 19 ottobre al Camp Nou con la voglia di fare lo sgambetto all’ambiente che lo ha consacrato, anche per rilanciare la rimonta della squadra verso la vetta della Liga spagnola. I blaugrana, infatti, pur essendo a soli due punti dalla vetta, hanno già subito due sconfitte in campionato e hanno davanti a sé ben tre squadre: Siviglia, Real e Atletico Madrid.

Occasione di rilancio anche per altre due favorite della vigilia, Real Madrid e Bayern Monaco, protagoniste di un periodo di flessione in campionato ma pronte a prendersi i 3 punti rispettivamente contro Legia Varsavia e PSV Eindhoven. L’andamento della prossima giornata dei campionati nazionali potrebbe quindi influire, a seconda dei risultati, anche sull’andamento e lo stato di forma psicofisico delle principali squadre in corsa per la Champions League. Sarà quindi interessante vedere le quote su tutti i campionati di calcio su William Hill relative alle prossime sfide di campionato che attendono le squadre straniere, anche in ottica Champions League. Non dovrebbero essere in ogni caso troppo impegnative le sfide che attendono le italiane: partono con i favori del pronostico la Juventus in trasferta con il Lione ed il Napoli in casa contro i turchi del Besiktas.

Lione – Juventus

La squadra di Allegri, la cui vittoria è quotata da William Hill a 1.66, sarà impegnata sul difficile campo del Lione, sconfitto a Siviglia e già all’ultimo appello per la possibile qualificazione. Allo Stade de Lyon, tuttavia, le statistiche arridono tutte ai bianconeri, con l’Olympique reduce da tre pessimi risultati nelle ultime tre partite con le squadre italiane e con gli stessi torinesi sempre vincenti contro team transalpine. L’ultimo precedente tra le due risale ai quarti di finale di Europa League del 2013/2014 in cui la Juventus di Conte si impose sia in casa che in trasferta conquistando la semifinale della competizione, in cui incrociò il Benfica. Un’occasione ghiotta per l’11 di Allegri che vincendo alla terza giornata potrebbe ipotecare la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta e mettere definitivamente a tacere le critiche per il mezzo passo falso contro il Siviglia alla prima europea della stagione. Il Lione, infine, si presenta all’appuntamento con i migliori talenti infortunati o sulla via del recupero e dopo aver conquistato 3 punti nelle prime giornate grazie alla vittoria per 3 a 0 contro la Dinamo Zagabria.

Napoli – Besiktas

Gli azzurri di Sarri si presentano a punteggio pieno al terzo appuntamento del girone, con i favori del pronostico (la vittoria è quotata ad 1.36) e con la possibilità, in caso di vittoria e di contemporaneo pareggio tra Benfica e Dinamo Kiev, di essere l’unica squadra già qualificata alla fase ad eliminazione diretta dopo la terza giornata. Unica incognita la tegola del lungo infortunio del centravanti Milik che a suon di gol stava già facendo sbiadire il ricordo di Higuain. Il Napoli non perde in Europa al San Paolo da ben 17 partite (12 vittorie e 5 pareggi), ovvero dal 3-0 contro i cechi del Viktoria Plzeň nei sedicesimi di UEFA Europa League 2012/13. Nelle quattro partite giocate tra le mura amiche della scorsa Europa League ha segnato ben 16 gol. Napoli e Besiktas si affronteranno per la prima volta nelle competizioni europee con i turchi reduci da due pareggi e che puntano molto su una squadra solida e sul talento intermittente della vecchia conoscenza del calcio italiano, Ricardo Quaresma. Nell’unico altro precedente contro una squadra turca, il Napoli ha sconfitto il Trabzonspor nel doppio confronto degli ottavi di Europa League 2014/15. Il Beşiktaş, invece, ha ottenuto soltanto due pareggi e 9 sconfitte nelle 11 volte in cui ha affrontato team italiani. L’ultimo incrocio è quello contro il Parma nella fase a gironi di Coppa Uefa 2004/05.