Puebla de Sanabria e Salamanca, unisciti al percorso Vuelta 2020

Puebla de Sanabria e Salamanca subentreranno a Porto. Mastosinhos e Viseu come ospiti delle tappe 15 e 16 di La Vuelta 20, rispettivamente. Puebla de Sanabria sarà il traguardo della fase 15, con una partenza da Mos. Salamanca ospiterà la partenza della tappa 16, con il traguardo a Ciudad Rodrigo e l’intera giornata che si svolgerà nella provincia di Salamanca.

A causa delle circostanze eccezionali causate dalla crisi sanitaria globale COVID-19 e, a seguito dell’impossibilità di ospitare La Vuelta 20 in Portogallo nelle migliori condizioni possibili, Unipublic ha riconfigurato il percorso della gara, sostituendo le due città ospitanti portoghesi con quelle spagnole.

La fase 15 (5/11) partirà dalla città galiziana di Mos e troverà il suo traguardo nel comune di Zamoran a Puebla de Sanabria, in sostituzione di Porto. Matosinhos. D’altra parte, Salamanca sarà il punto di partenza per la fase 16 (6/11), in sostituzione della località portoghese di Viseu, in una fase che manterrà il suo traguardo a Ciudad Rodrigo.

Puebla de Sanabria e Salamanca hanno già l’esperienza de La Vuelta. La località di Zamoran è stata il traguardo per la tappa 7 di La Vuelta 16, dove la vittoria è andata al ciclista belga Jonas van Genechten. Salamanca ha ospitato 21 partenze La Vuelta, la più recente è stata nel 2018 (tappa 10), partendo dalla sua Plaza Mayor (piazza principale) e fornendo un’immagine iconica della storia di La Vuelta.

DUE FASI MOLTO ESIGENTI

Questi cambiamenti influenzeranno non solo le città ospitanti, ma anche i profili delle tappe. La fase 15 diventerà ora la fase più lunga dell’edizione, coprendo oltre 234,6 km. “A giudicare dal tipo di percorso e dalla lunghezza della tappa, sarà una giornata favorevole per le fughe”, ha spiegato Fernando Escartín, direttore tecnico de La Vuelta. “È un terreno tortuoso e sarà difficile per il gruppo controllare quelle fughe. Inoltre, contrariamente a quanto accaduto nel 2016, questa volta Puebla de Sanabria sarà presente nell’ultima settimana di gara, il che significa che i team avranno molta meno energia ”.

Nella sedicesima tappa, il terzo ultimo giorno di gare, Escartín si concentra sulla scalata di El Robledo (Casares): “Una salita di 1a categoria a 30 km dal traguardo creerà una selezione naturale del gruppo. È probabile che un gruppo ridotto, composto da 30-40 cavalieri, arriverà insieme. I piloti che lottano per GC dovranno concentrarsi davvero, poiché un errore così vicino alla fine potrebbe costarli caro ”, avverte.