Serie C: Ternana- Bari 2-1

La Ternana “ribalta” il Bari 2 a 1 con un secondo tempo di carattere dopo essere andata sotto e sofferto nel primo tempo.

Il tecnico Cristaino Lucarelli esalta ancora una volta le qualità di un gruppo che sta per approdare in Serie B. I pugliesi sfiorano il colpaccio, ma crollano in un finale da incubo .

Se fosse il campionato di serie C cinese, quest’anno era sicuramente ” l’anno del dragone” per il modo in cui la Ternana ha sbaragliato il “campo delle concorrenti” alla vittoria, tanto da mandare al tappeto il Bari all’ultimo minuto del round finale, 2 a 1 il risultato, per una festa rossoverde dal “profumo” ormai di serie B.
Per l’allenatore della Ternana Lucarelli era una partita non decisiva per la classifica, ma il suo auspicio era quello di fare una prestazione di grande maturità prima ancora del risultato.
Per farlo ha fatto giocare la squadra con il 4-2-3-1 proponendo una mediana con Proietti e Palumbo, Vantaggiato scelto al centro dell’attacco con Partipilo, Falletti e Furlan a comporre il cosiddetto “tridente” alle spalle del centroavanti.
Dall’altra parte il Bari ha avuto qualche problema di formazione in più nel senso che ci sono stati diversi assenti tra titolari e riserve come Marras squalificato.
Carrera ha messo in campo una brillante formazione con Maita “farò” di un centrocampo molto reattivo e veloce per un attacco di grande qualità.
La squadra biancorossa ha avuto importanti occasioni, che solamente il portiere della Ternana Iannarilli ha saputo limitare “giocando il tutto per tutto” dovendo rimontare molti punti in classifica generale per potere sperare nel primo posto.
Sottotono, invece, il primo tempo dei rossoverdi, poche volte al tiro e difficoltà nel trovare gli opportuni spazi, passaggi poco precisi e meno brillanti fisicamente.
Un po’ meglio, a nostro avviso, la fase di interdizione nella seconda parte di un primo tempo dove la bella figura l’ha fatta il Bari meritando il vantaggio.
Nel secondo la Ternana ha premuto maggiormente limitando lo straripante gioco pugliese dei primi 45′, mentre gli ospiti hanno arretrato il raggio di azione.
La differenza l’ha fatta questa giocata al 95′ quando Mammarella ha servito il suo capitano Defendi in prossimità della rete avversaria, che ha piazzato una volée da specialista di doppio “portando a casa” l’intera partita e i tre punti in palio.
Il diagonale vincente del capitano ha fatto scattare in piedi tutta la panchina.
In precedenza Il difensore Kontec aveva bruciato l’intera difesa del Bari con un colpo di testa, che aveva iniziato a “sgranare” le certezze dei biancorossi.
In avvio di partita Ternana in grossa difficoltà con la partenza lanciata del Bari, che al 2′ è passata in vantaggio con il centrocampista Maita e, dopo avere rubato palla ad un distratto Kontec, ha spedito il pallone all’incrocio dei pali.
Il Bari ha continuato a premere e Cianci ha fatto partire un altro tiro all’incrocio dal limite dell’area di rigore chiamando Iannarilli ad una super parata.
Da un’azione di calcio d’angolo gli ospiti hanno sfiorato ancora il goal prima con un colpo di testa, neutralizzato ancora dal portiere della Ternana, che ci ha “messo poi una pezza” su un tentativo di tap in di De Cesare.
Il primo tiro della Ternana è arrivato al 10′ con una conclusione in area di Furlan, che ha cercato il primo palo, ma Il portiere Frattali ha respinto di piede.
Nel proseguo dei minuti la squadra di casa ha allentato la pressione degli ospiti, tanto che l’incontro è tornato in equilibrio anche se meno spettacolare.
I rossoverdi di Lucarelli sono andati a sbattere contro la “cerniera” della difesa del Bari, ma hanno fatto abbassare il baricentro altrui che ha fatto meno paura.
Dal punto di vista delle occasioni da registrare una punizione di Mammarella per la Ternana, respinta con i pugni da Frattali in calcio d’angolo.
Al 29′ il palo colpito da Vantaggiato e poi ancora Bari molto pericoloso ed aggressivo nell’attaccare la profondità con una “serpentina” di Rolando su Mammarella e la successiva conclusione sull’esterno della rete.
Al tiro anche Maita, onnipresente nel gioco dei pugliesi, dai venticinque metri, che ha costretto Iannarilli a rifugiarsi ancora una volta in calcio d’angolo.
In avvio di ripresa la Ternana ha avuto la palla goal per pareggiare sull’asse Defendi – Partipilo con il tiro di quest’ultimo terminato sull’esterno della rete.
La formazione di casa ha accentuato la pressione invertendo il trend negativo del primo tempo, ma la manovra di avvicinamento alla porta avversaria non può prescindere dalla misura dei passaggi prima delle sostituzioni di Lucarelli che si è affidato a Peralta, Paghera e Ferrante per cambiare le “carte in tavola”.
La Ternana ha “aumentato di fatto i giri” e al 22′ è andata vicina alla segnatura quando Falletti ha guadagnato il fondo “pescando” Ferrante al centro dell’area,
tiro di prima intenzione, ma di fatto ribattuto dal “muro” biancorosso.
Il goal è arrivato al 37′ con un lungo spiovente di Mammarella, che ha trovato Kontec pronto a colpire sul secondo palo con un colpo di testa vincente.
Al 42′ il sinistro di Mammmarella da fuori area è terminato sul fondo.
Prima ancora ci aveva provato Peralta ad impensierire il portiere ospite.
Al 95′ poi è arrivato il goal partita di Defendi, che ha “ribaltato” il Bari.
A fine partita poi Cristiano Lucarelli fa i complimenti ai suoi giocatori specificando il grande gruppo, che nei momenti di difficoltà non si è disunito.
“Il Bari ha speso molto per chiuderci le linee di passaggio, ma non ci siamo persi – dice il mister della Ternana – l’approccio non è stato facile, ma siamo venuti fuori alla distanza credendo nel ribaltamento del risultato già nell’intervallo”. E poi ha aggiunto “Un gruppo così non l’avevo mai visto neanche da calciatore”.

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Defendi, Boben, Kontec, Mammarella, Proietti (10′ st. Paghera), Palumbo (32′ st. Damian), Partipilo (32′ st. Raicevic), Furlan (10′ st. Peralta), Falletti, Vantaggiato (17′ st. Ferrante). All. C. Lucarelli

BARI (4-3-3): Frattali, Semenzato, Perrotta (33′ st. Minelli), Di Cesare, Sarzi, De Risio, Maita, Bianco, Rolando (33′ st. Sabbione), Cianci (33′ st. Antenucci), Candellone (11′ st. D’Ursi), All. M. Carriera

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine
ASSISTENTI: Claudio Barone (Roma 1); Giorgio Rinaldi (Roma 1)
IV UFFICIALE: Mario Cascone (Nocera Inferiore)

RETI: 2′ pt. Maita (Bari), 37′ st. Kontec (Ternana), 90+5′ Defendi (Ternana)

AMMONITI: Paghera (Ternana), Falletti (Ternana), Bianco (Bari)

RECUPERO: 0′ pt.; 6′ st.

Stefano Giovagnoli