Serie BKT: Ternana allo sbando: l’Ascoli vince a mani basse ed espugna il ‘Liberati’ 4 a 2 con il centrocampista Maistro grande protagonista

PER IL GIOCO DI LUCARELLI E’ NOTTE FONDA, PROBLEMI IN TUTTI SETTORI DEL CAMPO, SQUADRA “SPENTA” ED UNA DIFESA IMBARAZZANTE

AL “Liberati” poco pubblico per l’anticipo della diciannovesima giornata del campionato di serie B tra la Ternana, padrona di casa e l’Ascoli.

Le  due squadre si trovavano a centro classifica divise da tre punti prima del confronto diretto, che ha segnato lo spartiacque del campionato con l’ultima di andata.

Alla fine del primo tempo erano divise anche da tre goal in favore dei marchigiani, poi ridotti, ma il 4 a 2 bianconero ha premiato giustamente la compagine ospite di una spanna superiore.

La Ternana ha dimostrato molte carenze ad iniziare da una difesa impalpabile, un centrocampo tutt’altro che capace di fare la differenza ed imporre il gioco, mentre l’attacco è stato condizionato in lungo e largo.

Il problema della formazione rossoverde può essere ricondotto anche ad una condizione atletica limitata dal covid, ma anche i meccanismi tecnici hanno lasciato alquanto a desiderare nei confronti di un Ascoli francamente di un altro spessore.

“Abbiamo trovato un avversario che è stato bravo a concretizzare e a crearsi certe situazioni favorevoli molte dipese dai nostri errori abbastanza banali – l’analisi dell’allenatore della Ternana Cristiano Lucarelli a fine gara – al netto delle difficoltà della preparazione onestamente ci sono stati errori che ripetiamo e la formazione è stata basata sulle presenze dei giocatori negli allenamenti”.

L’approccio alla partita, però, è stato dei migliori con due occasioni in 2’ ad iniziare da Partipilo, il cui sinistro è stato alzato in calcio d’angolo da Leali e successivamente Palumbo non ha inquadrato lo specchio della porta.

Anche l’Ascoli si è resa pericolosa sotto porta non trovando per poco la rete.

Tsadjout si è “divorato” il vantaggio non capitalizzando il cross di D’Orazio sul secondo palo, ma la difesa di casa ha iniziato proprio li ad accusare il colpo con il calcio di punizione di Maistro, che ha fatto goal al 20’ tiro a giro strepitoso nell’angolino destro di Iannarilli.

Al 23’ sempre Maistro si è creato lo spazio per “fare male” e lo ha fatto “senza pietà” scagliando ancora in rete il destro a giro nell’angolo lontano.

Uno-due micidiale del centrocampista dell’Ascoli in 3’ e goals d’autore di ottima fattura.

Insomma, dopo la sfuriata iniziale, la Ternana ha “staccato la spina” nonostante Donnarumma, in precedenza, avesse avuto l’occasione buona con un tiro potente parato in due tempi da Leali.

Dopo trentasette minuti, dove sono affiorati grossi problemi con solo due-tre tiri all’attivo senza colpo ferire e con una difesa troppo permissiva ed imbarazzante, l’allenatore della Ternana Lucarelli ha provato a cambiare inserendo Defendi per Ghiringhelli e Proietti al posto di Paghera.

La tenuta difensiva della Ternana, come detto, ha lasciato perplessi e Bidaoui Ha conquistato un calcio di rigore approfittando di una squadra “fuori di testa” con Defendi il primo a pagare dazio perché a ha commesso fallo.

Al 42’ Caligari ha piazzato il tris spiazzando Iannarilli dagli undici metri.

In mezzo c’è stato al 26’ un lancio tra le linee a trovare Partipilo dentro l’area di rigore, ma la conclusione mancina del rossoverde è finita a lato.

Ancora un tiro di Partipilo al 44’ con la conclusione deviata in calcio d’angolo e la girata di Mazzocchi allo scadere del primo tempo, che si è infranta sul palo.

Nel secondo Palumbo ci ha subito provato senza particolare fortuna.

Poi la Ternana ha giocato con un pizzico di convinzione in più ed è arrivata al goal con Falletti al 12’, destro potente all’incrocio su assist di Donnarumma.

Sembrava una Ternana rivitalizzata dal fatto di avere accorciato le distanze e, invece, l’Ascoli ha ripreso in mano la partita con la devastante discesa sulla corsia mancina di D’Orazio, le triangolazioni che hanno rischiato di mandare in porta Tsadjout se non ci fosse stata l’opportuna copertura di Celli.

Lo stesso calciatore ascolano è poi sfuggito alla marcatura sempre di Celli, che ha commesso fallo.

L’arbitro ha prima assegnato il calcio di rigore, poi è tornato sui suoi passi ed ha concesso una punizione dal limite dell’area di rigore della Ternana.

Alla mezz’ora l’Ascoli ha segnato il quarto goal ribadendo in rete con Baschirotto un destro violento di Maistro respinto da Iannarilli sul calciatore avversario.

La Ternana ha provato a reagire con Pettinari, attento Leali alla parata.

A 10’ dal termine Falletti ha concluso sul fondo e poi, 3’ più tardi, ha liberato il destro, ma Leali non si è fatto sorprendere neanche questa volta.

Nel recupero è arrivata la rete di Peralta per la Ternana ad accorciare le distanze nell’ultima sortita offensiva di una partita a “fari spenti” per la squadra di casa.

“Ci abbiamo messo molto del nostro anche senza covid – tuona Lucarelli senza cercare alibi – difendersi non è nelle nostre caratteristiche di squadra” e poi aggiunge: “i danni veri li facciamo sempre nel primo tempo e poi, in serie B, diventa sempre molto difficile recuperare. Ci vuole pazienza, bisogna insistere sulla programmazione e non farsi prendere dall’usa e getta”. 

TERNANA – ASCOLI 2-4

Il Tabellino

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Ghiringhelli (37’ Defendi), Boben, Sorensen, Celli (75’ Salzano), Paghera (37’ Proietti), Palumbo, Partipilo (76’ Peralta), Falletti, Mazzocchi, Donnarumma (66’ Pettinari).

All. C. Lucarelli

ASCOLI (4-3-2-1): Leali, Baschirotto, Belluschi (76’ Avlonitis), Quaranta, D’Orazio, Collocolo, Caligara, Maistro (83’ Castorani), Palazzino (64’ Saric), Bidaoui, Tsadjout (83’ Iliev). All. A. Sottil

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1

ASSISTENTI: Alessio Tolfo (Pordenone); Daniele Marchi (Bologna)

IV UFFICIALE: Mario Perri (Roma 1)

Var: Paolo Valeri (Roma 2)

Avar: Orlando Pagnotta (Nocera Inferiore)

RETI: 20’ Maistro (Ascoli), 23’ Maistro (Ascoli), 42’ Caligara (Ascoli) su calcio di rigore, 57’ Falletti (Ternana), 75’ Baschirotto (Ascoli), 93’ Peralta (Ternana)

AMMONITI: Ghiringhelli (Ternana), Paghera (Ternana), Maistro (Ascoli), D’Orazio (Ascoli), Caligara (Ascoli), Celli (Ternana)

ANGOLI: 5 a 1 per la Ternana

RECUPERO: 1’ pt.; 4’ st.

SPETTATORI: 1.147 di cui 110 ospiti. Incasso 15.385 euro

NOTE: Ammonito C. Lucarelli (allenatore Ternana) per proteste 

Stefano Giovagnoli