Le coppie mondiali

(a cura di Alberto Sigona) – I francesi K. Mbappè e O. Giroud si avviano a diventare la coppia gol più prolifica di questo Campionato Mondiale. Ma chi sono stati i duo offensivi più brillanti e munifici dei vari tornei iridati del passato?

La prima coppia salita sulla montagna della gloria fu senz’altro quella composta da G. Stabile e C. Peucelle, che deflagrarono in occasione del primo Campionato del Mondo. Rappresentanti dell’Argentina che sfidò l’Uruguay – perdendo 4-2 – nella prima ed ultima Finale tutta sudamericana della storia della competizione, il primo fu capocannoniere con 8 centri, mentre il suo collega ne mise a segno la metà (ma non tutte le fonti concordano), siglando assieme ben 12 reti. Nel 1938 salì agli altari della storia la splendida coppia italica composta dal formidabile S. Piola e dalla fortissima ala G. Colaussi, entrambi a segno 2 volte nella Finalissima vinta contro l’Ungheria, toccando in tutta la rassegna quota 9 reti iridate. Dodici anni dopo farà il suo ingresso nella leggenda la pregevole coppia brasiliana composta da Ademir e Chico, 9 gol il primo (e Titolo di capocannoniere) e 4 il secondo, ma le 13 marcature complessive non basteranno al Brasile padrone di casa ad evitare la disfatta, arrendendosi all’ultimo atto all’indomito Uruguay nel tristemente famoso – per i brasiliani – “Maracanazo”. Nel 1954 fa man bassa di gol l’eccezionale coppia composta da S. Kocsis e F. Puskas, ma anche qui le 15 segnature (11 per Kocsis, capocannoniere) non si rivelano sufficienti a far alzare la famigerata coppa ai magiari, che alla vigilia della manifestazione venivano dati per super favoriti. Nella stessa edizione si registrano le 10 reti della coppia tedesca campione del Mondo composta da M. Morlock ed H. Rahn, a segno anche nella Finale vinta 3-2 proprio contro il team ungherese. Quattro anni dopo si registra l’esplosione del duo offensivo francese composto da J. Fontaine e R. Piantoni (13 e 4 gol), col primo che stabilisce un favoloso record di marcature ancora oggi imbattuto. A farsi onore in questa edizione svedese ci pensano anche baby Pelè (17 anni) – destinato molto presto a diventare il Re del calcio – ed il suo straordinario partner d’attacco Vavà (11 gol in due), che con le loro magiche doppiette in Finale contro i padroni di casa regalano al Brasile il primo Titolo. A Messico 1970 si registra il boom della maestosa coppia tedesca G. Muller (tiratore scelto del torneo) ed U. Seeler, 13 gol (10+3), anche se il Titolo Mondiale andrà ancora una volta al super Brasile di dio Pelè (agli ultimi bagliori in maglia verdeoro) e…Jairzinho, 11 gol (4+7). Per rivedere un duo offensivo di proporzioni galattiche si dovrà attendere oltre tre decenni, con Ronaldo (capocannoniere con 8 reti, 2 in Finale) e Rivaldo (5) che riportano il Titolo in Brasile dopo 8 anni, rinverdendo i fasti dei grandi bomber carioca.