Anche a Nulvi si mastica tennistavolo internazionale

Il battesimo europeo è andato alla grande. Il Santa Tecla Nulvi si sprovincializza con merito incassando un secco 4-1 ai danni della tedesca TuSem Essen (Germania). Protagonisti del match Maxim Kuznetsov, che ipoteca due vittorie individuali e il bulgaro Petar Vassilev, bravo nell’arrotondare: al successo personale si aggiunge quello nel doppio in simbiosi con il russo guspinese. Del team anglonese fa parte anche il nigeriano Qudus Daramola Ghazal. Nella foto di A&M Lorenzo Martinalli.

ANCHE A NULVI SI MASTICA TENNISTAVOLO INTERNAZIONALE

Il battesimo europeo è andato alla grande. Il Santa Tecla Nulvi si sprovincializza con merito incassando un secco 4-1 ai danni della tedesca TuSem Essen (Germania). Protagonisti del match Maxim Kuznetsov, che ipoteca due vittorie individuali e il bulgaro Petar Vassilev, bravo nell’arrotondare: al successo personale si aggiunge quello nel doppio in simbiosi con il russo guspinese. Del team anglonese fa parte anche il nigeriano Qudus Daramola Ghazal.

Per effetto del 4-1 inferto in trasferta dagli austriaci dell’Hellmonseder Sport ai danni dei francesi del Charenton, la big final della Pool C si giocherà a Nulvi tra i padroni di casa e la formazione originaria di Linz. La squadra vincitrice avrà accesso al Dr. Josef Simecek-Trophy

A2 MASCHILE: MARCOZZI A PUNTEGGIO PIENO

IL TENNISTAVOLO SASSARI SI SBLOCCA

Continuano le magie del tecnico Fabio Ferrero che sprona al meglio un inedito terzetto formato da Daniele Spagnolo, Lorenzo Martinalli e il nigeriano Makanjuola Kazeem. Il loro impeto agonistico in formato casalingo mette in ginocchio il Frandent Group Torino Universitaria arrivato al Palatennistavolo con avversari di spessore come Romualdo Manna, Lorenzo Cordua e il maturando Giacomo Allegranza che a differenza dei suoi compagni non sfigura portando a casa due singolari. Attualmente il club cagliaritano comanda la classifica in compagnia dell’Apuania Carrara.

Primo successo stagionale del Tennistavolo Sassari che ha ospitato il Pieve Emanuele, già vittima della Marcozzi. Il discorso si è chiuso definitivamente al sesto match grazie a Marco Poma che è riuscito a liberarsi della morsa Andrea Paoletti, bravo nel recuperargli due frazioni, ma inerme quando il gioiello di casa ha preso letteralmente il sopravvento. Nelle precedenti sfide si è assistito ad un’alternanza di superiorità con l’ospite Simone Spinicchia che ha rintuzzato gli affondi di Marco Bressan e di Ganiyu Ashimiyu. I turritani si assicurano almeno il pareggio con un altro allungo del nigeriano, prima del trepidante epilogo di Poma.

Nel prossimo fine settimana ancora disputa fra le muraglie amiche per Sassari che ospita l’Aon Milano, mentre i rossi di via Crespellani saranno ospiti del Castel Goffredo.

B1 MASCHILE: SAN PASQUALE NULVI A VELOCITA’ MASSIMA

STENTA IL FERRARIPAY

Girotondi estemporanei di un calendario addomesticato alle esigenze di tasca in un periodo in cui la parola crisi è sempre più severa, regalano a tempo di record il match di ritorno tra Biella e la leader incontrastata Santa Tecla Nulvi San Pasquale. Dopo sette giorni dall’inizio del girone B il team composto da Maxim Kuznetsov, Umberto Giardina e Petar Vassilev veleggia a quota otto punti perché anche in Piemonte strappa un successo dai margini inequivocabili.

Le note dolenti arrivano dalla “gemella” FerrarPay inchinatasi allo strapotere dell’AON Milano che a dire il vero non esercita quella superiorità certificata dagli aridi numeri delle classifiche personali. Pimpante assai si mostra Salvatore Margarone che sigla due punti e forse potevano essere anche tre, ma pacche sulle spalle di Giacomo Levati giungono copiose per aver messo la museruola nientemeno che a Fabio Mantegazza nello scontro inaugurale. Francesco Ara combatte e si acclimata gradualmente al nuovo scenario della sua carriera in ascesa.

Il San Pasquale giocherà la terza giornata nel Palasport di via Roma contro il TT Enjoy All Tennis tavolo, tre ore dopo gli ospiti ospiteranno pure il FerrariPay

B2 MASCHILE: IL MURAVERA TT COMANDA MA NON È SOLO

OCCASIONI SPRECATE PER IL TENNISTAVOLO SASSARI

Tra le due battistrada romane si frappone il Muravera TT che nell’espugnare il fantasmagorico impianto ternano sfodera le magie del nuovo innesto romeno under 19 Badea Bogdan. Con la sua freschezza atletica, unita a quella di Nicoletta Criscione tutto diventa più facile contro il Campomaggiore, ma risulta determinante pure il sigillo del masese Marco Sarigu.

Il Tennistavolo Sassari sembra gradire le montagne russe anche se nel luna park di Corso Cossiga l’arrivo è tutt’altro che pianeggiante. Dopo nove esaltanti contese i padroni di casa si ritrovano sotto di due, sopra di uno, prima di essere inghiottiti definitivamente dalle matricoline terribili del Castello Roma. Chi abbandona i tavoli senza nessuna recriminazione è il tecnico giocatore Segun Olawale, ancora al 100%, mentre si attendono le magie di Tonino Pinna che migliora partita dopo partita, ma non riesce ad evitare la terza sconfitta dove sembrava avercela in pugno. Si ferma al 33% il rendimento giornaliero di Luca Baraccani.

Il programma di domenica prossima prevede la stracittadina tra Muravera TT e Muraverese, mentre il Tennistavolo Sassari riceve il Campomaggiore Terni.

C1: GUSPINI IN TESTA, PRIMO SUCCESSO PER IL MURAVERA TT

Un derby senza brividi. Troppo forte il TT Guspini BZ Clima per un Cancello Alghero alla ricerca di una fisionomia stabile. In terra catalana il tecnico giocatore Riccardo Lisci passeggia a suo piacimento. Stesso dicasi per il presidente medico Michele Lai e il giovane Francesco Broccia che si godono il primato in graduatoria con il TT Maccheroni. Il team di casa si è schierato con Christian Mulas, Fabio Costantino e Carmine Niolu.

Tra i muri della palestra di via Comisso 25 a Roma si evidenziano due sorprese che permettono al Muravera TT di abbandonare lo zero in classifica. Infatti tra gli artefici del successo sull’Eureka troviamo il lanuseino Emanuele Cuboni che contro ogni pronostico si esalta magnificamente con due fondamentali prodezze. Tutto sarebbe stato vano se non si fosse aggiunto il tris del nuovo arrivo romeno Daniel Moldovan. Hanno partecipato anche l’azzurrina Francesca Seu e l’altro ogliastrino Elia Licciardi.

Domenica prossima i medio campidanesi giocheranno nella tana dell’Eureka Roma, mentre gli algheresi si faranno un lungo viaggetto verso la palestra comunale Giovanni Cuccu di Muravera.

C2: UNA SOLA SQUADRA A PUNTEGGIO PIENO

Una vetta conquistata in solitudine con apparente facilità. Il Guilcier Ghilarza è bucaniere in Corso Cossiga dove il Tennistavolo Sassari, a parte il presidente Marcello Cilloco, non riesce a sfoderare le unghie acuminate. Per il guilcerino Briam Mele è facile conservare l’imbattibilità dopo la sfida di apertura con Alberto Ganau e quella successiva opposto a Laura Alba Pinna. Legittimano i due punti le contribuzioni di Alessandro Faedda e Nicola Cuccureddu che infierisce su Pierpaolo Mura.

C’è di sicuro maggior pathos ad Iglesias per il derby del Sulcis accolto nella rivisitata palestra Enaoli. Lo dimostra il 3-3 finale che mette in campo individualità di esperienza. Fanno la differenza Bruno Pinna da una parte e gran parte del collettivo dall’altra con punti equamente distribuiti tra Walter Barroi, Pietro Pili e un Vito Moccia sorprendentemente vittorioso su Giovanni Siddu che poi si riscatta su Marco Lai.

Sul successo casalingo della Muraverese nei confronti del TT Guspini rimandiamo al commento globale di Andrea Manis in basso, mentre suscitava un po’ di curiosità l’esordio stagionale de La Saetta che nel suo organico ha fatto registrare la new entry Marco Saiu; uno scherzo del destino ha voluto che il solido pongista siliquese si scontrasse subito con la sua ex squadra, il TT Decimomannu. Inoltre il club di via del Nuraghe può contare nuovamente sull’apporto di Michela Mura che rientra dopo l’esperienza in casa Muravera TT. Ancora con i ranghi sottosopra, il sodalizio presieduto da Tomaso Fenu nulla ha potuto davanti all’intraprendenza saettina che ha contato anche sulle prestazioni del turritano Maurizio Ledda. L’unico punto decimese porta la firma di Gianfranco Soi che ha approfittato del confuso stato emozionale di Saiu, nella gara iniziale. Vani i tentativi dei suoi compagni Fenu, Mattia La Gaetana e Aldo Franceschi.

Si gioca anche nel prossimo week end: Sassari-Guspini; La Saetta-Carbonia; Iglesias-Muraverese; Decimomannu-Guilcier.

L’ APPROFONDIMENTO

con Andrea Manis

La seconda giornata del campionato di C2 ha visto disputarsi alcuni incontri parecchio interessanti: ITC Enrico Fermi Iglesias e Carbonia, a mio avviso le società più ostiche di quest’anno, pareggiano. Bruno Pinna dice sempre la sua nel campo amico “La tana delle tigri”: mette il sigillo anche contro Barroi, giocatore meritevole di campionati più di spessore. Probabilmente con l’innesto di Roberto Pili l’Iglesias cambierà marcia.

Il Ghilarza gioca in trasferta a Sassari, Mele continua con l’ottimo score, fa bottino pieno mentre per i sassaresi solo Cilloco porta a casa i punti. La Saetta vince agevole per 5-1 in casa del Decimo, solo Soi sigla il punto della bandiera.

Considerata la partita rimandata con La Saetta, la seconda giornata è stata per noi il vero esordio. Marco Cocco dà l’addio ai campi di gioco con pochissimo preavviso, ma ci schieriamo con l’evergreen Mario Bordigoni, Alberto Mattana ed io. Ci portiamo subito in vantaggio sul 3-0. Tirata la partita contro Massimiliano Broccia: mi complico tutto perché pur essendo stato sempre avanti, riesco a farmi raggiungere sul 2-2. Pecco sicuramente di preparazione cercando poco l’attacco di dritto ma al quinto set porto a casa la vittoria. Più agevole quella contro Fabrizio Melis, giocatore assolutamente da non sottovalutare. Termina 4-2, ma è da segnalare la buona prestazione degli avversari soprattutto del ragazzo emergente Manuel Broccia di cui sentiremo parlare in futuro.

Come valori in campo, sicuramente partecipiamo ad una C2 meno competitiva rispetto allo scorso anno, ma penso riusciremo a salvarci senza grossi problemi.

D1/A: UN TERZETTO IN EVIDENZA

Guilcier Ghilarza, Nulvi B e Tennistavolo Sassari A si ritrovano a condividere la parte alta della graduatoria. E le prime due, nello scontro diretto, sono costrette a spartirsi la posta. Se sul fronte guilcerino è Gianni Pintus a prendersi il grosso dei meriti, sull’altro emerge una concezione più collettivistica nello stare in campo perché Egidio Zamara, Costantino Pilo e Stefano Conconi chiudono la sfida con un rendimento al 50%. Dall’altra parte è Pierpaolo Cubadde a restare a bocca asciutta, mentre Mario Marchi, dopo aver superato Conconi ingaggia una vibrante tenzone nell’ultimo match in cartellone, sfiorando il successo pieno, ben sventato da Zamara ai vantaggi della quinta frazione.

Il Tennistavolo Norbello ha trovato la soluzione per non cadere nello sconforto più totale dopo la perdita del caro Antonello Ledda. Proprio nel ricordo costante del loro sfortunato compagno i giallo blu entreranno in campo come se fosse in panchina ad osservarli e redarguirgli. In realtà la prima uscita senza di lui è stata particolarmente semplice: il Santa Tecla Nulvi A è troppo poco attrezzato per impensierire profili come quelli incarnati da Maurizio Muzzu, Eleonora Trudu, Martina Mura. E Lo stesso Roberto Bosu, solo da pochi anni a contatto con questo sport, dimostra di essere particolarmente motivato. Ci sarà modo per riscattarsi da parte degli anglonesi scesi in campo a Norbello con Massimo e Gavino Posadinu, Samuele Raggiu.

Senza alcun timore reverenziale le donne del Tennistavolo Sassari A infieriscono sulla matricola Paulilatino a cui non basta un Nazzaro Pusceddu ancora imbattuto. Le sassarine si spartiscono il bottino con la veterana Maria Elena Musio, Martina Bonomo e Chiara Scudino. Sfortunata Maria Laura Mura che si è dovuta misurare proprio con il forte pongista oristanese.

Sul pareggio in famiglia tra Tennistavolo Sassari B e Libertas Ping Pong Monterosello si rimanda all’appendice in basso.

Tra sabato e domenica prossimi si giocano le seguenti partite: Nulvi A-Ghilarza; Sassari A-Monterosello; Nulvi B-Sassari B; Paulilatino-Norbello.

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Gianni Palmas

Non posso iniziare questo commento nel ricordo del povero Antonello Ledda, venuto a mancare nella prima giornata del campionato nella nostra palestra di Sassari. Lo ricordiamo per la sua riservatezza e l’impegno sportivo che affrontava in tutte le partite.

Nella seconda giornata di campionato la nostra squadra composta da Samuel Paganotto, me e Pier Luigi Scudino ha pareggiato 3-3 contro il Tennis Tavolo Sassari B di Sergio Idini, Gianfelice Delogu, Alexander Evans e Claudio Sabino. Partita equilibrata con i punti sicuri di Samuel, mentre nella squadra avversaria si è messo in evidenza il giovane Evans.

Nel nostro girone è ancora presto per individuare le squadre favorite e quelle pericolanti, sicuramente Norbello e Nulvi viaggeranno nelle prime posizioni, aggiungerei anche il Guilcier Ghilarza. La mia squadra viaggerà a metà classifica, con il rientro a breve di Sandro Renna saremo più competitivi nel proseguo del campionato.

D1/B: DUETTO IN FUGA

Torrellas e Marcozzi pare vogliano fare sul serio. In via Crespellani il sodalizio più quotato affonda senza pietà i parenti del Cagliari TT. Per gli sconfitti appena due set conquistati con il volenteroso Dzintars Lai. Il resto è tabula rasa con le contorsioni vincenti di Stefano Sedda (vedere intervento in basso), Giuseppe Lepori e Cesare Mozzi. Nel Cagliari TT provano a fare bella figura Stefano Manca, Paolo Marinelli, Aldo Puleo.

Il Torrellas assalta con profitto il fortino cagliaritano di via Carpaccio, da anni in mano all’Azzurra. Gli ospiti completano l’opera in men che non si dica anche se le migliori emozioni si sono vissute nel match numero uno che ha visto misurarsi i due legali rappresentanti Gianni Pomata e Celestino Pusceddu con il capoterrese maggiormente lucido nelle ultime battute del quinto set. Poi gli azzurrini si addentrano in un tunnel vagamente illuminato e per l’ex Maurizio Piano e il pimpante Marco Schirru è semplice archiviare la pratica. A risultato acquisito Guido Lampis e Gianfranco Manca regalano guizzi consolatori utili per le future uscite.

Il secondo tonfo consecutivo della Muraverese coincide con l’esordio vincente de La Saetta Quartu. Con Christian Ferro in azione è davvero difficile per tutti ma alle sue rinomate esternazioni tecniche si aggiungono quelle di Giordano Sini e Alessandro Concu che non sono certo gli ultimi arrivati, anche se il secondo rimane a guardare perché sconfitto prima da Pierluigi Montalbano e poi da Alice Mattana. Con loro è sceso in campo altresì Luca Paganelli.

Prima volta stagionale positiva parimenti per il TT Carbonia che non trova ostacoli nel recinto di gioco del Tennistavolo Decimomannu. La prima tornata sorride ai tre sulcitani con l’exploit di Chicco Bianciardi che piega le resistenze di Marco Verminetti protrattesi fino alla quinta frazione. Mentre appaiono meno problematici i punti conquistati da Luciano Macrì e il giovane Federico Ibba. Lo stesso però deve arrendersi ad un Verminetti determinato nel ritrovare subito i sentieri della vittoria. Inutilmente perché i suoi compagni Salvatore Garau ed Efisio Sirigu non riescono a interpretare al meglio le offensive ospiti. Paolo Soraggi, nell’ultima sfida, recupera due set di svantaggio a Marco Ibba che però aggiusta tutto nel set decisivo.

Le prossime del 15/16 ottobre 2022: Marcozzi-Carbonia; Torrellas – La Saetta; Decimomannu-Azzurra; Cagliari TT – Muraverese.

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Stefano Sedda

Giornata con poche sorprese, i risultati hanno rispecchiato i valori che si stanno delineando nel campionato, per ora una partenza a rilento delle due retrocesse Azzurra e Muraverese alle prese con qualche defezione ma sicuramente si riprenderanno presto. A mio avviso le protagoniste che proveranno il salto di categoria sono Torrellas Capoterra, Carbonia. La Saetta ancora non ha schierato la sua formazione migliore e potrebbe sicuramente puntare a vincere, ma nella rosa inserisco anche la Marcozzi che con l’arrivo di Lepori ha aumentato il suo valore rispetto allo scorso anno. Il campionato sembrerebbe suddiviso in due tronconi con le squadre citate a giocarsi le chanches di vincere e le restanti per la permanenza. La gara di venerdì con i cugini della TT Cagliari è andata bene con un punteggio largo non pronosticabile all’inizio visto l’exploit alla prima giornata contro l’Azzurra dei nostri avversari. Sicuramente la Marcozzi in questa stagione con l’arrivo di Lepori dalla Torrellas ha aumentato la cifra tecnica ma anche l’inserimento del giovane Zemgus Lai ci permette di avere diverse soluzioni per poi contare sulla garanzia di Cesare Mozzi e sull’esperienza di Mauro Serra. Speriamo di fare un buon campionato, e soprattutto di divertirci. A livello individuale le sorprese saranno sicuramente i ragazzi più giovani. Mi riferisco ai fratelli Lai, a Federico Ibba che sta facendo passi da gigante, ad Alice Mattana e mi scuso se ne dimentico qualcuno. L’augurio per tutti loro e che continuino con passione e tenacia a cercare di migliorare costantemente come stanno facendo. Buon Campionato a tutti.

D2: ENTRANO IN GIOCO GLI ALTRI CINQUE GIRONI

Tra le nobili decadute del girone A, ad avere la meglio è la compagine dell’Alghero che parte col piede giusto in quel di Olbia. Salvatore Motzo e Salvatore Zinchiri paiono inarrestabili mentre Leonardo Palladino consente a Pier Paolo Melis e Stefano Corda di accorciare le distanze. Antonio Trubbas recupera due set a Zinchiri ma poi si arrende.

Le piccole pesti del Tennistavolo Sassari A non lasciano scampo ai loro compagni di allenamenti del Tennistavolo Sassari B anche se Paolo Bertulu porta in vantaggio i senior su Edoardo Eremita. Seguono due successi di fila targati Federico Casula e Simone Demontis. La seconda sconfitta di Eremita contro Giuseppe Solinas apre però le porte ai ruggiti dei due compagni che liquidano con autorità Bertulu e Demontis.

Pure il TT Oristano è alla ricerca degli smalti perduti e comincia bene il girone B sconfiggendo l’Atletica Serramanna che dopo una pausa di riflessione è ricomparsa nelle competizioni a squadre. Per i vincitori vanno a segno Emanuele Marras (2), Carlo Carta (2), mentre Sebastiano Urrai deve accontentarsi di un punto perché l’altro in palio è andato al nuovo innesto proveniente dal TT Decimomannu Gianni Capaccioli. Nella formazione del medio Campidano hanno giocato Fulvio Simonelli e Beniamino Pillitu.

Derby a Guspini tra la squadra A e la squadra B che vede prevalere i più esperti sulla squadra mista maschile-femminile con un punteggio finale di 6-0. Doppiette per Christian Liscia, Giorgio Onnis e Sergio Vacca. Buone prestazioni per i giovani Elena Kuznetsova e Francesco Sogus, accompagnati in questo campionato da Manuela Casu e Gian Paolo Collu.

Scendendo verso sud, a Capoterra (girone C), si registra un altro match in famiglia tra Torrellas Young e Torrellas Gialla. A prevalere è la seconda che annovera i più attempati Luigi Congiu, Antonello Migliaccio e Marco Anedda. I baby capoterresi riescono comunque a togliersi qualche piccola soddisfazione grazie agli acuti di Sara Floris e Letizia Pusceddu che hanno condiviso l’esperienza con Lorenzo Anedda e Elisa Aramu.

Nella città metropolitana si svolgono le vicende del girone D; in evidenza Tennistavolo Quartu e Tennistavolo Monserrato. Nella palestra di via Vespucci solo Enrico Dessalvi manca l’appuntamento con il punto, beffato da un avversario, Marco Marturano, che vanta ben 53 primavere in più di lui. Non a caso gli ospiti fanno di nome Marcozzi Old; evidentemente l’età si fa sentire negli incontri successivi quando i più esperti Vincenzo Meloni, Nicola Orani e Gianfranco Ibba ribaltano la situazione lasciando con un pugno di mosche gli “oldiesi” Roberto Pusceddu, Gianpiero Cabras e lo stesso Marturano.

Nel clan monserratino visi conosciuti e decisamente di categorie superiori imprimono un’impronta decisiva nei confronti de La Saetta Verde. Alle doppiette di Riccardo Di Giovanni, Marco Sanna, Gian Paolo Manca si sono dovuti arrendere Chiara Cottiglia, Romano Monni, Matteo Baldelli.

Tra Sarrabus e Ogliastra si svolgono le vicende del girone E dove per ora si segnala l’ampio e scontato successo dello Sporting Lanusei sui piccini pongisti del Muravera TT. Tra i vincitori il presidente Maurizio Cuboni, Fabrizio Licciardi e Roberto Urpis. Fanno esperienza nella sponda muraverese Elisa Fois, Francesca Giglio e Iolanda Sestu.

I cinque gironi si daranno di nuovo appuntamento nel primo week end di novembre.

D2/F: LA SAETTA DEBORDANTE

Mentre gli altri gironi erano alla loro prima uscita stagionale, nell’effe come farfalla qualcosa si inizia a vedere dopo la disputa della seconda giornata.

La Saetta Rossa si ritrova sola in testa dopo i due punti meritati sulla Marcozzi Young (vedere intervento in basso) mentre il Decimomannu Blu coglie un netto 6-0 nei confronti della Marcozzi Red. Si sentono appagati Marco Podda, Andrea Decroce, Fabio Ferrabue e Francesco Garau. Meditano riscosse i rossi Davide Mameli, Antonello Mura e Donato Melis.

Prossimi incontri (15 ottobre 2022): La Saetta Rossa-Marcozzi Red; Monserrato KK-Decimomannu Blu.

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Francesco Murtas

I risultati hanno premiato noi e il Decimomannu al suo primo incontro stagionale.

Il girone è ancora criptico per pensare di poter fare previsioni nonostante la nostra ottima partenza, anche perché bisognerà capire se i giocatori delle varie compagini saranno sempre gli stessi e se ci saranno delle variazioni nel corso dell’anno. Sicuramente Decimo si è presentata molto agguerrita e sarà una delle papabili a disputare i play off. Noi ovviamente siamo pronti a dare del filo da torcere a tutti. A questo punto del campionato può accadere ancora di tutto.

Per quanto riguarda il nostro incontro la partita si presentava potenzialmente semplice per noi, considerando le forze in campo, ancora molto giovani e con minore esperienza rispetto a noi.

La partita inizia bene con Alessio Picciau che con molta tranquillità e con il suo puntino mette in seria difficolta il giovane Samuele Cannas chiudendo 3-0. Segue Simone Sebis con Filippo Picciau in un incontro che rivela le grandi potenzialità di Filippo, che si impone su Simone, complice un time-out un po’ lungo che rompe la concentrazione del saettino, ribaltando la situazione e portando Filippo sul 3-2.

Segue il mio incontro con il giovanissimo Mattia Mazzola che nonostante i suoi tentativi di spin non riesce a impensierirmi, fino al 3-0 finale.

A questo punto decido tatticamente di far entrare Mattia Pala su Filippo Picciau, pensando di chiudere la partita. Mattia, ultimamente poco allenato, non riesce a trovare il modo di giocare come vorrebbe. La mancanza di allenamento si fa vedere a metà partita quando il giocatore inizia a muoversi con affanno, soccombendo al 5° set, per 3-2, con l’ottimo giocatore della Marcozzi, a cui va veramente un grande plauso.

A questo punto io e Simone, con grande attenzione, giochiamo e vinciamo le ultime due partite che ci consentono di portare a casa il risultato.

Sono molto contento di come si è comportata la squadra, in particolare Simone ha giocato sempre senza eccessiva agitazione e si è controllato molto più del solito, dimostrando anche degli ottimi progressi nel gioco. Anche Alessio ha fatto la sua parte e ritengo che allenandosi con costanza darà più di un dispiacere agli avversari con il suo puntino. Su Mattia invece c’è poco da dire, a parte la giornata storta, è un grande giocatore, un innesto importante per noi, che dovrà semplicemente allenarsi maggiormente per essere determinante.

Credo che le sorprese, tranne gli innesti individuali “tattici”, verranno fuori nella fase play off, quando si scontreranno le migliori di ogni girone.

In realtà spero che la sorpresa saremo noi, anche se mi sorge il dubbio che sia la speranza di tutti. Restiamo duri!

Per effetto del 4-1 inferto in trasferta dagli austriaci dell’Hellmonseder Sport ai danni dei francesi del Charenton, la big final della Pool C si giocherà a Nulvi tra i padroni di casa e la formazione originaria di Linz. La squadra vincitrice avrà accesso al Dr. Josef Simecek-Trophy

A2 MASCHILE: MARCOZZI A PUNTEGGIO PIENO

IL TENNISTAVOLO SASSARI SI SBLOCCA

Continuano le magie del tecnico Fabio Ferrero che sprona al meglio un inedito terzetto formato da Daniele Spagnolo, Lorenzo Martinalli e il nigeriano Makanjuola Kazeem. Il loro impeto agonistico in formato casalingo mette in ginocchio il Frandent Group Torino Universitaria arrivato al Palatennistavolo con avversari di spessore come Romualdo Manna, Lorenzo Cordua e il maturando Giacomo Allegranza che a differenza dei suoi compagni non sfigura portando a casa due singolari. Attualmente il club cagliaritano comanda la classifica in compagnia dell’Apuania Carrara.

Primo successo stagionale del Tennistavolo Sassari che ha ospitato il Pieve Emanuele, già vittima della Marcozzi. Il discorso si è chiuso definitivamente al sesto match grazie a Marco Poma che è riuscito a liberarsi della morsa Andrea Paoletti, bravo nel recuperargli due frazioni, ma inerme quando il gioiello di casa ha preso letteralmente il sopravvento. Nelle precedenti sfide si è assistito ad un’alternanza di superiorità con l’ospite Simone Spinicchia che ha rintuzzato gli affondi di Marco Bressan e di Ganiyu Ashimiyu. I turritani si assicurano almeno il pareggio con un altro allungo del nigeriano, prima del trepidante epilogo di Poma.

Nel prossimo fine settimana ancora disputa fra le muraglie amiche per Sassari che ospita l’Aon Milano, mentre i rossi di via Crespellani saranno ospiti del Castel Goffredo.

B1 MASCHILE: SAN PASQUALE NULVI A VELOCITA’ MASSIMA

STENTA IL FERRARIPAY

Girotondi estemporanei di un calendario addomesticato alle esigenze di tasca in un periodo in cui la parola crisi è sempre più severa, regalano a tempo di record il match di ritorno tra Biella e la leader incontrastata Santa Tecla Nulvi San Pasquale. Dopo sette giorni dall’inizio del girone B il team composto da Maxim Kuznetsov, Umberto Giardina e Petar Vassilev veleggia a quota otto punti perché anche in Piemonte strappa un successo dai margini inequivocabili.

Le note dolenti arrivano dalla “gemella” FerrarPay inchinatasi allo strapotere dell’AON Milano che a dire il vero non esercita quella superiorità certificata dagli aridi numeri delle classifiche personali. Pimpante assai si mostra Salvatore Margarone che sigla due punti e forse potevano essere anche tre, ma pacche sulle spalle di Giacomo Levati giungono copiose per aver messo la museruola nientemeno che a Fabio Mantegazza nello scontro inaugurale. Francesco Ara combatte e si acclimata gradualmente al nuovo scenario della sua carriera in ascesa.

Il San Pasquale giocherà la terza giornata nel Palasport di via Roma contro il TT Enjoy All Tennis tavolo, tre ore dopo gli ospiti ospiteranno pure il FerrariPay

B2 MASCHILE: IL MURAVERA TT COMANDA MA NON È SOLO

OCCASIONI SPRECATE PER IL TENNISTAVOLO SASSARI

Tra le due battistrada romane si frappone il Muravera TT che nell’espugnare il fantasmagorico impianto ternano sfodera le magie del nuovo innesto romeno under 19 Badea Bogdan. Con la sua freschezza atletica, unita a quella di Nicoletta Criscione tutto diventa più facile contro il Campomaggiore, ma risulta determinante pure il sigillo del masese Marco Sarigu.

Il Tennistavolo Sassari sembra gradire le montagne russe anche se nel luna park di Corso Cossiga l’arrivo è tutt’altro che pianeggiante. Dopo nove esaltanti contese i padroni di casa si ritrovano sotto di due, sopra di uno, prima di essere inghiottiti definitivamente dalle matricoline terribili del Castello Roma. Chi abbandona i tavoli senza nessuna recriminazione è il tecnico giocatore Segun Olawale, ancora al 100%, mentre si attendono le magie di Tonino Pinna che migliora partita dopo partita, ma non riesce ad evitare la terza sconfitta dove sembrava avercela in pugno. Si ferma al 33% il rendimento giornaliero di Luca Baraccani.

Il programma di domenica prossima prevede la stracittadina tra Muravera TT e Muraverese, mentre il Tennistavolo Sassari riceve il Campomaggiore Terni.

C1: GUSPINI IN TESTA, PRIMO SUCCESSO PER IL MURAVERA TT

Un derby senza brividi. Troppo forte il TT Guspini BZ Clima per un Cancello Alghero alla ricerca di una fisionomia stabile. In terra catalana il tecnico giocatore Riccardo Lisci passeggia a suo piacimento. Stesso dicasi per il presidente medico Michele Lai e il giovane Francesco Broccia che si godono il primato in graduatoria con il TT Maccheroni. Il team di casa si è schierato con Christian Mulas, Fabio Costantino e Carmine Niolu.

Tra i muri della palestra di via Comisso 25 a Roma si evidenziano due sorprese che permettono al Muravera TT di abbandonare lo zero in classifica. Infatti tra gli artefici del successo sull’Eureka troviamo il lanuseino Emanuele Cuboni che contro ogni pronostico si esalta magnificamente con due fondamentali prodezze. Tutto sarebbe stato vano se non si fosse aggiunto il tris del nuovo arrivo romeno Daniel Moldovan. Hanno partecipato anche l’azzurrina Francesca Seu e l’altro ogliastrino Elia Licciardi.

Domenica prossima i medio campidanesi giocheranno nella tana dell’Eureka Roma, mentre gli algheresi si faranno un lungo viaggetto verso la palestra comunale Giovanni Cuccu di Muravera.

C2: UNA SOLA SQUADRA A PUNTEGGIO PIENO

Una vetta conquistata in solitudine con apparente facilità. Il Guilcier Ghilarza è bucaniere in Corso Cossiga dove il Tennistavolo Sassari, a parte il presidente Marcello Cilloco, non riesce a sfoderare le unghie acuminate. Per il guilcerino Briam Mele è facile conservare l’imbattibilità dopo la sfida di apertura con Alberto Ganau e quella successiva opposto a Laura Alba Pinna. Legittimano i due punti le contribuzioni di Alessandro Faedda e Nicola Cuccureddu che infierisce su Pierpaolo Mura.

C’è di sicuro maggior pathos ad Iglesias per il derby del Sulcis accolto nella rivisitata palestra Enaoli. Lo dimostra il 3-3 finale che mette in campo individualità di esperienza. Fanno la differenza Bruno Pinna da una parte e gran parte del collettivo dall’altra con punti equamente distribuiti tra Walter Barroi, Pietro Pili e un Vito Moccia sorprendentemente vittorioso su Giovanni Siddu che poi si riscatta su Marco Lai.

Sul successo casalingo della Muraverese nei confronti del TT Guspini rimandiamo al commento globale di Andrea Manis in basso, mentre suscitava un po’ di curiosità l’esordio stagionale de La Saetta che nel suo organico ha fatto registrare la new entry Marco Saiu; uno scherzo del destino ha voluto che il solido pongista siliquese si scontrasse subito con la sua ex squadra, il TT Decimomannu. Inoltre il club di via del Nuraghe può contare nuovamente sull’apporto di Michela Mura che rientra dopo l’esperienza in casa Muravera TT. Ancora con i ranghi sottosopra, il sodalizio presieduto da Tomaso Fenu nulla ha potuto davanti all’intraprendenza saettina che ha contato anche sulle prestazioni del turritano Maurizio Ledda. L’unico punto decimese porta la firma di Gianfranco Soi che ha approfittato del confuso stato emozionale di Saiu, nella gara iniziale. Vani i tentativi dei suoi compagni Fenu, Mattia La Gaetana e Aldo Franceschi.

Si gioca anche nel prossimo week end: Sassari-Guspini; La Saetta-Carbonia; Iglesias-Muraverese; Decimomannu-Guilcier.

L’ APPROFONDIMENTO

con Andrea Manis

La seconda giornata del campionato di C2 ha visto disputarsi alcuni incontri parecchio interessanti: ITC Enrico Fermi Iglesias e Carbonia, a mio avviso le società più ostiche di quest’anno, pareggiano. Bruno Pinna dice sempre la sua nel campo amico “La tana delle tigri”: mette il sigillo anche contro Barroi, giocatore meritevole di campionati più di spessore. Probabilmente con l’innesto di Roberto Pili l’Iglesias cambierà marcia.

Il Ghilarza gioca in trasferta a Sassari, Mele continua con l’ottimo score, fa bottino pieno mentre per i sassaresi solo Cilloco porta a casa i punti. La Saetta vince agevole per 5-1 in casa del Decimo, solo Soi sigla il punto della bandiera.

Considerata la partita rimandata con La Saetta, la seconda giornata è stata per noi il vero esordio. Marco Cocco dà l’addio ai campi di gioco con pochissimo preavviso, ma ci schieriamo con l’evergreen Mario Bordigoni, Alberto Mattana ed io. Ci portiamo subito in vantaggio sul 3-0. Tirata la partita contro Massimiliano Broccia: mi complico tutto perché pur essendo stato sempre avanti, riesco a farmi raggiungere sul 2-2. Pecco sicuramente di preparazione cercando poco l’attacco di dritto ma al quinto set porto a casa la vittoria. Più agevole quella contro Fabrizio Melis, giocatore assolutamente da non sottovalutare. Termina 4-2, ma è da segnalare la buona prestazione degli avversari soprattutto del ragazzo emergente Manuel Broccia di cui sentiremo parlare in futuro.

Come valori in campo, sicuramente partecipiamo ad una C2 meno competitiva rispetto allo scorso anno, ma penso riusciremo a salvarci senza grossi problemi.

D1/A: UN TERZETTO IN EVIDENZA

Guilcier Ghilarza, Nulvi B e Tennistavolo Sassari A si ritrovano a condividere la parte alta della graduatoria. E le prime due, nello scontro diretto, sono costrette a spartirsi la posta. Se sul fronte guilcerino è Gianni Pintus a prendersi il grosso dei meriti, sull’altro emerge una concezione più collettivistica nello stare in campo perché Egidio Zamara, Costantino Pilo e Stefano Conconi chiudono la sfida con un rendimento al 50%. Dall’altra parte è Pierpaolo Cubadde a restare a bocca asciutta, mentre Mario Marchi, dopo aver superato Conconi ingaggia una vibrante tenzone nell’ultimo match in cartellone, sfiorando il successo pieno, ben sventato da Zamara ai vantaggi della quinta frazione.

Il Tennistavolo Norbello ha trovato la soluzione per non cadere nello sconforto più totale dopo la perdita del caro Antonello Ledda. Proprio nel ricordo costante del loro sfortunato compagno i giallo blu entreranno in campo come se fosse in panchina ad osservarli e redarguirgli. In realtà la prima uscita senza di lui è stata particolarmente semplice: il Santa Tecla Nulvi A è troppo poco attrezzato per impensierire profili come quelli incarnati da Maurizio Muzzu, Eleonora Trudu, Martina Mura. E Lo stesso Roberto Bosu, solo da pochi anni a contatto con questo sport, dimostra di essere particolarmente motivato. Ci sarà modo per riscattarsi da parte degli anglonesi scesi in campo a Norbello con Massimo e Gavino Posadinu, Samuele Raggiu.

Senza alcun timore reverenziale le donne del Tennistavolo Sassari A infieriscono sulla matricola Paulilatino a cui non basta un Nazzaro Pusceddu ancora imbattuto. Le sassarine si spartiscono il bottino con la veterana Maria Elena Musio, Martina Bonomo e Chiara Scudino. Sfortunata Maria Laura Mura che si è dovuta misurare proprio con il forte pongista oristanese.

Sul pareggio in famiglia tra Tennistavolo Sassari B e Libertas Ping Pong Monterosello si rimanda all’appendice in basso.

Tra sabato e domenica prossimi si giocano le seguenti partite: Nulvi A-Ghilarza; Sassari A-Monterosello; Nulvi B-Sassari B; Paulilatino-Norbello.

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Gianni Palmas

Non posso iniziare questo commento nel ricordo del povero Antonello Ledda, venuto a mancare nella prima giornata del campionato nella nostra palestra di Sassari. Lo ricordiamo per la sua riservatezza e l’impegno sportivo che affrontava in tutte le partite.

Nella seconda giornata di campionato la nostra squadra composta da Samuel Paganotto, me e Pier Luigi Scudino ha pareggiato 3-3 contro il Tennis Tavolo Sassari B di Sergio Idini, Gianfelice Delogu, Alexander Evans e Claudio Sabino. Partita equilibrata con i punti sicuri di Samuel, mentre nella squadra avversaria si è messo in evidenza il giovane Evans.

Nel nostro girone è ancora presto per individuare le squadre favorite e quelle pericolanti, sicuramente Norbello e Nulvi viaggeranno nelle prime posizioni, aggiungerei anche il Guilcier Ghilarza. La mia squadra viaggerà a metà classifica, con il rientro a breve di Sandro Renna saremo più competitivi nel proseguo del campionato.

D1/B: DUETTO IN FUGA

Torrellas e Marcozzi pare vogliano fare sul serio. In via Crespellani il sodalizio più quotato affonda senza pietà i parenti del Cagliari TT. Per gli sconfitti appena due set conquistati con il volenteroso Dzintars Lai. Il resto è tabula rasa con le contorsioni vincenti di Stefano Sedda (vedere intervento in basso), Giuseppe Lepori e Cesare Mozzi. Nel Cagliari TT provano a fare bella figura Stefano Manca, Paolo Marinelli, Aldo Puleo.

Il Torrellas assalta con profitto il fortino cagliaritano di via Carpaccio, da anni in mano all’Azzurra. Gli ospiti completano l’opera in men che non si dica anche se le migliori emozioni si sono vissute nel match numero uno che ha visto misurarsi i due legali rappresentanti Gianni Pomata e Celestino Pusceddu con il capoterrese maggiormente lucido nelle ultime battute del quinto set. Poi gli azzurrini si addentrano in un tunnel vagamente illuminato e per l’ex Maurizio Piano e il pimpante Marco Schirru è semplice archiviare la pratica. A risultato acquisito Guido Lampis e Gianfranco Manca regalano guizzi consolatori utili per le future uscite.

Il secondo tonfo consecutivo della Muraverese coincide con l’esordio vincente de La Saetta Quartu. Con Christian Ferro in azione è davvero difficile per tutti ma alle sue rinomate esternazioni tecniche si aggiungono quelle di Giordano Sini e Alessandro Concu che non sono certo gli ultimi arrivati, anche se il secondo rimane a guardare perché sconfitto prima da Pierluigi Montalbano e poi da Alice Mattana. Con loro è sceso in campo altresì Luca Paganelli.

Prima volta stagionale positiva parimenti per il TT Carbonia che non trova ostacoli nel recinto di gioco del Tennistavolo Decimomannu. La prima tornata sorride ai tre sulcitani con l’exploit di Chicco Bianciardi che piega le resistenze di Marco Verminetti protrattesi fino alla quinta frazione. Mentre appaiono meno problematici i punti conquistati da Luciano Macrì e il giovane Federico Ibba. Lo stesso però deve arrendersi ad un Verminetti determinato nel ritrovare subito i sentieri della vittoria. Inutilmente perché i suoi compagni Salvatore Garau ed Efisio Sirigu non riescono a interpretare al meglio le offensive ospiti. Paolo Soraggi, nell’ultima sfida, recupera due set di svantaggio a Marco Ibba che però aggiusta tutto nel set decisivo.

Le prossime del 15/16 ottobre 2022: Marcozzi-Carbonia; Torrellas – La Saetta; Decimomannu-Azzurra; Cagliari TT – Muraverese.

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Stefano Sedda

Giornata con poche sorprese, i risultati hanno rispecchiato i valori che si stanno delineando nel campionato, per ora una partenza a rilento delle due retrocesse Azzurra e Muraverese alle prese con qualche defezione ma sicuramente si riprenderanno presto. A mio avviso le protagoniste che proveranno il salto di categoria sono Torrellas Capoterra, Carbonia. La Saetta ancora non ha schierato la sua formazione migliore e potrebbe sicuramente puntare a vincere, ma nella rosa inserisco anche la Marcozzi che con l’arrivo di Lepori ha aumentato il suo valore rispetto allo scorso anno. Il campionato sembrerebbe suddiviso in due tronconi con le squadre citate a giocarsi le chanches di vincere e le restanti per la permanenza. La gara di venerdì con i cugini della TT Cagliari è andata bene con un punteggio largo non pronosticabile all’inizio visto l’exploit alla prima giornata contro l’Azzurra dei nostri avversari. Sicuramente la Marcozzi in questa stagione con l’arrivo di Lepori dalla Torrellas ha aumentato la cifra tecnica ma anche l’inserimento del giovane Zemgus Lai ci permette di avere diverse soluzioni per poi contare sulla garanzia di Cesare Mozzi e sull’esperienza di Mauro Serra. Speriamo di fare un buon campionato, e soprattutto di divertirci. A livello individuale le sorprese saranno sicuramente i ragazzi più giovani. Mi riferisco ai fratelli Lai, a Federico Ibba che sta facendo passi da gigante, ad Alice Mattana e mi scuso se ne dimentico qualcuno. L’augurio per tutti loro e che continuino con passione e tenacia a cercare di migliorare costantemente come stanno facendo. Buon Campionato a tutti.

D2: ENTRANO IN GIOCO GLI ALTRI CINQUE GIRONI

Tra le nobili decadute del girone A, ad avere la meglio è la compagine dell’Alghero che parte col piede giusto in quel di Olbia. Salvatore Motzo e Salvatore Zinchiri paiono inarrestabili mentre Leonardo Palladino consente a Pier Paolo Melis e Stefano Corda di accorciare le distanze. Antonio Trubbas recupera due set a Zinchiri ma poi si arrende.

Le piccole pesti del Tennistavolo Sassari A non lasciano scampo ai loro compagni di allenamenti del Tennistavolo Sassari B anche se Paolo Bertulu porta in vantaggio i senior su Edoardo Eremita. Seguono due successi di fila targati Federico Casula e Simone Demontis. La seconda sconfitta di Eremita contro Giuseppe Solinas apre però le porte ai ruggiti dei due compagni che liquidano con autorità Bertulu e Demontis.

Pure il TT Oristano è alla ricerca degli smalti perduti e comincia bene il girone B sconfiggendo l’Atletica Serramanna che dopo una pausa di riflessione è ricomparsa nelle competizioni a squadre. Per i vincitori vanno a segno Emanuele Marras (2), Carlo Carta (2), mentre Sebastiano Urrai deve accontentarsi di un punto perché l’altro in palio è andato al nuovo innesto proveniente dal TT Decimomannu Gianni Capaccioli. Nella formazione del medio Campidano hanno giocato Fulvio Simonelli e Beniamino Pillitu.

Derby a Guspini tra la squadra A e la squadra B che vede prevalere i più esperti sulla squadra mista maschile-femminile con un punteggio finale di 6-0. Doppiette per Christian Liscia, Giorgio Onnis e Sergio Vacca. Buone prestazioni per i giovani Elena Kuznetsova e Francesco Sogus, accompagnati in questo campionato da Manuela Casu e Gian Paolo Collu.

Scendendo verso sud, a Capoterra (girone C), si registra un altro match in famiglia tra Torrellas Young e Torrellas Gialla. A prevalere è la seconda che annovera i più attempati Luigi Congiu, Antonello Migliaccio e Marco Anedda. I baby capoterresi riescono comunque a togliersi qualche piccola soddisfazione grazie agli acuti di Sara Floris e Letizia Pusceddu che hanno condiviso l’esperienza con Lorenzo Anedda e Elisa Aramu.

Nella città metropolitana si svolgono le vicende del girone D; in evidenza Tennistavolo Quartu e Tennistavolo Monserrato. Nella palestra di via Vespucci solo Enrico Dessalvi manca l’appuntamento con il punto, beffato da un avversario, Marco Marturano, che vanta ben 53 primavere in più di lui. Non a caso gli ospiti fanno di nome Marcozzi Old; evidentemente l’età si fa sentire negli incontri successivi quando i più esperti Vincenzo Meloni, Nicola Orani e Gianfranco Ibba ribaltano la situazione lasciando con un pugno di mosche gli “oldiesi” Roberto Pusceddu, Gianpiero Cabras e lo stesso Marturano.

Nel clan monserratino visi conosciuti e decisamente di categorie superiori imprimono un’impronta decisiva nei confronti de La Saetta Verde. Alle doppiette di Riccardo Di Giovanni, Marco Sanna, Gian Paolo Manca si sono dovuti arrendere Chiara Cottiglia, Romano Monni, Matteo Baldelli.

Tra Sarrabus e Ogliastra si svolgono le vicende del girone E dove per ora si segnala l’ampio e scontato successo dello Sporting Lanusei sui piccini pongisti del Muravera TT. Tra i vincitori il presidente Maurizio Cuboni, Fabrizio Licciardi e Roberto Urpis. Fanno esperienza nella sponda muraverese Elisa Fois, Francesca Giglio e Iolanda Sestu.

I cinque gironi si daranno di nuovo appuntamento nel primo week end di novembre.

D2/F: LA SAETTA DEBORDANTE

Mentre gli altri gironi erano alla loro prima uscita stagionale, nell’effe come farfalla qualcosa si inizia a vedere dopo la disputa della seconda giornata.

La Saetta Rossa si ritrova sola in testa dopo i due punti meritati sulla Marcozzi Young (vedere intervento in basso) mentre il Decimomannu Blu coglie un netto 6-0 nei confronti della Marcozzi Red. Si sentono appagati Marco Podda, Andrea Decroce, Fabio Ferrabue e Francesco Garau. Meditano riscosse i rossi Davide Mameli, Antonello Mura e Donato Melis.

Prossimi incontri (15 ottobre 2022): La Saetta Rossa-Marcozzi Red; Monserrato KK-Decimomannu Blu.

L’ APPROFONDIMENTO

A cura di Francesco Murtas

I risultati hanno premiato noi e il Decimomannu al suo primo incontro stagionale.

Il girone è ancora criptico per pensare di poter fare previsioni nonostante la nostra ottima partenza, anche perché bisognerà capire se i giocatori delle varie compagini saranno sempre gli stessi e se ci saranno delle variazioni nel corso dell’anno. Sicuramente Decimo si è presentata molto agguerrita e sarà una delle papabili a disputare i play off. Noi ovviamente siamo pronti a dare del filo da torcere a tutti. A questo punto del campionato può accadere ancora di tutto.

Per quanto riguarda il nostro incontro la partita si presentava potenzialmente semplice per noi, considerando le forze in campo, ancora molto giovani e con minore esperienza rispetto a noi.

La partita inizia bene con Alessio Picciau che con molta tranquillità e con il suo puntino mette in seria difficolta il giovane Samuele Cannas chiudendo 3-0. Segue Simone Sebis con Filippo Picciau in un incontro che rivela le grandi potenzialità di Filippo, che si impone su Simone, complice un time-out un po’ lungo che rompe la concentrazione del saettino, ribaltando la situazione e portando Filippo sul 3-2.

Segue il mio incontro con il giovanissimo Mattia Mazzola che nonostante i suoi tentativi di spin non riesce a impensierirmi, fino al 3-0 finale.

A questo punto decido tatticamente di far entrare Mattia Pala su Filippo Picciau, pensando di chiudere la partita. Mattia, ultimamente poco allenato, non riesce a trovare il modo di giocare come vorrebbe. La mancanza di allenamento si fa vedere a metà partita quando il giocatore inizia a muoversi con affanno, soccombendo al 5° set, per 3-2, con l’ottimo giocatore della Marcozzi, a cui va veramente un grande plauso.

A questo punto io e Simone, con grande attenzione, giochiamo e vinciamo le ultime due partite che ci consentono di portare a casa il risultato.

Sono molto contento di come si è comportata la squadra, in particolare Simone ha giocato sempre senza eccessiva agitazione e si è controllato molto più del solito, dimostrando anche degli ottimi progressi nel gioco. Anche Alessio ha fatto la sua parte e ritengo che allenandosi con costanza darà più di un dispiacere agli avversari con il suo puntino. Su Mattia invece c’è poco da dire, a parte la giornata storta, è un grande giocatore, un innesto importante per noi, che dovrà semplicemente allenarsi maggiormente per essere determinante.

Credo che le sorprese, tranne gli innesti individuali “tattici”, verranno fuori nella fase play off, quando si scontreranno le migliori di ogni girone.

In realtà spero che la sorpresa saremo noi, anche se mi sorge il dubbio che sia la speranza di tutti. Restiamo duri!