Flag Football – World Games:Uomini ok, donne ko

Con la vittoria per 33 a 26 sull’Austria, continua la superba striscia positiva della nostra Nazionale maschile ai World Games di Birmingham. Due sconfitte, invece, per quella femminile contro Giappone e Messico. E com’è andata questa notte in Alabama.foto: la nazionale maschile

Luci e ombre in questa seconda giornata di flag football per i nostri colori ai World Games in Alabama, con la Nazionale maschile che chiude al primo posto del Girone A la fase preliminare battendo l’Austria 34 a 27, e quella femminile che finisce KO sia contro il Giappone (19-14) che contro il fortissimo Messico (49-9).

La prima partita di questa seconda giornata è quella delle nostre Azzurre contro il Giappone, avversario alla portata dell’Italia e contro il quale le atlete di coach Passera hanno combattuto testa a testa fino alla fine. Sotto per 12 a 7 all’half time, con il TD azzurro che porta la firma di Giorgia Siviero, con extra point di Nausicaa Dell’Orto, le italiane superano il Giappone nella ripresa con Paola Aceti a segno sia nella ricezione in TD che nella trasformazione. A 4 minuti circa dal fischio finale, però, è di nuovo il Giappone ad operare il sorpasso con Kanako Nakazawa e Nanase Meguro per il 19 a 14 finale che lascia un po’ l’amaro in bocca.

A farci tornare il sorriso è una straordinaria squadra maschile, che ancora una volta chiude la partita sul finale, dopo oltre 35 minuti giocati ad altissima intensità. L’Austria, appaiata al primo posto nel Girone A con l’Italia e reduce da due importanti vittorie contro Messico e Germania, è arrivata ai World Games come #6 nel ranking mondiale ma con una squadra in netta crescita e un’età media leggermente inferiore a quella degli Azzurri.

Questa volta i nostri partono subito forte, con Tamsir Seck a mettere a referto i primi 7 punti dell’incontro. Gli austriaci rispondono con un uno-due ad opera di Daniel Hochleitner e Johannes Prandl ma con una sola delle due trasformazioni a segno: 13-7. Luke Zahradka replica mandando nuovamente in endzone Seck, Mark Simone non chiude l’extra point e le due squadre si ritrovano in parità: 13-13. Prima dell’intervallo, Italia di nuovo avanti con Jared Gerbino e Tamsir Seck alla trasformazione: 13-20. Il secondo tempo è una guerra di nervi ma per la terza volta in altrettante partite, coach Gerbaldi controlla gioco e cronometro con una difesa attenta e un attacco che sfrutta ogni possibile occasione per andare a segno. Gli austriaci riacciuffano la partita con Martin Stur e Sebastian Maroli, l’Italia replica ancora con Seck e Gerbino. Il botta e risposta continua, con l’Austria che pareggia con Prandl e Maroli, fino alla chiamata dei due minuti da parte degli arbitri. A questo punto il capolavoro azzurro si completa, prima con Gerbino e Matteo Mozzanica che riportano l’Italia avanti per 34 a 27 e poi con la difesa azzurra che sbarra definitivamente la strada agli avversari, chiudendo il match.

Italia, dunque, prima nel girone e attesa ai quarti di finale dalla Francia, in un’altra sfida (la terza) tutta europea. Si giocherà stanotte, all’1 e chi può, segua il play-by play al link sotto riportato o sulla pagina Facebook GAMEDAY della Fidaf.

Il terzo e ultimo match della notte è stato quello tra Messico e Italia al femminile. Una partita, purtroppo, dove c’è molto poco da raccontare: troppo elevato il divario tecnico tra le due squadre, con le messicane che si confermano tra le migliori squadre al mondo. Sono 49 i punti segnati dal Messico, con l’attacco azzurro che non è mai riuscito ad impensierire seriamente le avversarie, chiudendo a 0 l’incontro. Per la Nazionale femminile, dunque, la fase preliminare termina con una vittoria e due sconfitte, e questa sera, alle 23.00, giocherà i quarti di finale contro Panama.