Pallamano Serie A Beretta maschile:Trieste c’è, ok Sassari al secondo posto dopo la 24^ giornata

Orfana del big match tra Conversano e Bolzano (rinvio causato dal Covid-19), la 24^ giornata di Serie A Beretta maschile impatta soprattutto sulla battaglia per la permanenza nel massimo campionato. Fanno punti Trieste e Santarelli Cingoli, cadono Teamnetwork Albatro e Salumificio Riva Molteno. Acuto della Raimond Sassari al secondo posto. Oggi martedì (ore 16:00), in campo Banca Popolare Fondi e Cassano Magnago, sfida in diretta su www.elevensports.it.Nella foto: Bruno Brzic, centrale del Sassari (credit: Isabella Gandolfi)

Nessun dubbio: c’è anche Pressano nello sprint che conduce al quarto posto. I trentini si aggiudicano il derby contro l’Alperia Merano facendo valere il fattore Palavis – dove sono arrivate otto delle 11 vittorie stagionali – e imponendosi sul 23-20 (p.t. 9-9). Il risultato non ribalta l’esito degli scontri diretti (i meranesi avevano vinto 25-20), ma garantisce alla squadra di Alessandro Fusina un balzo in avanti a tre lunghezze dalla terza piazza di Bolzano. La partita si decide sui dettagli perché, parità di metà gara a parte, le squadre sono sempre vicinissime anche nella ripresa. Tentativo di allungo giallonero con Argentin sul 16-13, ma Stricker un attimo dopo, al 47’, realizza il penalty del 17-16. Ancora +3 Pressano con Dainese. Stavolta Merano non va oltre il -2, sul 20-18 e poi sul 21-19 con Visentin. Dal 57’ i gol che contano li segnano i trentini: Argentin e Folgheraiter fanno 23-19. Finisce 23-20.

Vittoria casalinga d’orgoglio della Raimond Sassari contro la Teamnetwork Albatro. I sardi passano sul 29-24, ma tremano dopo il 15-12 con cui gli ospiti siciliani erano andati all’intervallo. Siracusa, arrivata in serie positiva al Pala Santoru, mantiene la testa avanti fino al 16-16 al 35’. Poi la partita cambia completamente direzione: al rientro dalla pausa la squadra di Magì Serra piazza un poderoso 7-0 che garantisce il vantaggio (18-16). Siracusa è frastornata e fa fatica a ritrovare verve e determinazione della prima mezz’ora. Canete interrompe il break, ma Sassari mette in fila altre quattro segnature per il 21-17. Al 51’ il gol di Taurian vale il 26-19. Il 29-24 vuol dire -6 sul primato di Conversano, sempre però considerando il recupero che i pugliesi dovranno affrontare contro Bolzano. 

La sconfitta di Albatro è una delle buone notizie di giornata per Trieste. L’altra (e principale) buona nuova per i giuliani è il ritorno alla vittoria nella fondamentale sfida del Chiarbola contro lo Sparer Eppan. Agli alabardati serviva una prova di carattere e il 30-24 (p.t. 18-16) lo è in tutto e per tutto. Trieste scuote sé stessa dopo la sconfitta di Siracusa della settimana scorsa e in casa trova i gol dei suoi top player Dapiran (8), Bratkovic (7) e Milovic (7). Partita in bilico per un tempo. Ma Oberrauch in avvio di secondo tempo è costretto a spendere un time-out dopo il 22-18 firmato Dapiran. Al rientro l’inerzia non cambia: Trieste fugge sul 25-19, incassa il tentativo di rientro ospite (25-22), poi cambia nuovamente marcia fino al 28-23. Andamento in controllo, due punti in cassaforte.

Il 29-28 di Gazzoni al 57’, il 29-29 di Coppola al 59’. Poi due time-out, ma nulla più sul tabellone. Pareggio tra Brixen e Santarelli Cingoli in Alto Adige. Un risultato, questo, importante per la formazione marchigiana, aiutata anche dal passo falso di Siracusa e ora a -2 dal quart’ultimo posto. Doppia cifra per Ivan Antic, autore di dieci reti e ancora una volta uomo-chiave nell’economia offensiva di Cingoli. Il racconto degli attimi finali è anche la sintesi del match: gol a gol col +2 che rappresenterà il massimo vantaggio. Per larghi tratti è Bressanone ad avere la testa avanti, ma quando più conta, sul 28-27 e poi sul 29-28, è Cingoli ad uscire allo scoperto. Alla fine un punto ciascuna.

Secondo successo consecutivo per l’Acqua&Sapone Junior Fasano. Il 26-25 (p.t. 11-13) della Palestra Zizzi impatta sulla corsa per non retrocedere perché ricade sulla Salumificio Riva Molteno, ancora fanalino di coda e interessata dai passi in avanti delle altre contendenti. Massimo vantaggio degli ospiti sull’11-7 dell’ex Marko Knezevic, ma Fasano ha pazienza e armi per reagire. La squadra di Ancona resa sotto fino al 19-15, poi ancora sul 21-10 col timer che segna 47’. Il pari targato De Angelis funge da primo bivio. Ma Molteno tiene e al 56’ è ancora sopra con Sperti (25-24). Pareggia Notarangelo. Il match point passa per le mani di Angiolini a un minuto dal termine. Per Molteno sono sette le gare ancora a disposizione per tentare una rimonta che, con un ritardo di sei punti sulla zona-salvezza, rimane discorso complesso.

Domani alle 16:00 completa il programma del week-end Banca Popolare Fondi – Cassano Magnago.

ORAPARTITARISULTATOMATCH REPORT
sabato 10 aprile
h 18:30Raimond Sassari – Teamnetwork Albatro29-24 Download PDF
h 19:00Brixen – Santarelli Cingoli29-29Download PDF 
h 19:00Trieste – Sparer Eppan30-24Download PDF 
h 19:00Acqua & Sapone Junior Fasano – Salumificio Riva Molteno26-25 Download PDF 
h 19:00Pressano – Alperia Merano23-20 Download PDF 
domenica 11 aprile
h 16:00Banca Popolare Fondi – Cassano Magnago  
RinviataConversano – Bolzano

La classifica attuale con le partite giocate da ciascuna squadra:  

Conversano 37 pti (20 partite), Raimond Sassari 31 (21), Bolzano 27 (21), Pressano 24 (22), Alperia Merano 24 (22), Cassano Magnago 24 (22), Ego Siena 23 (21), Brixen 22 (22), Acqua&Sapone Junior Fasano 22 (18), Sparer Eppan 17 (21), Trieste 16 (21), Teamnetwork Albatro 15 (21), Santarelli Cingoli 13 (20), Banca Popolare Fondi 12 (22), Salumificio Riva Molteno 9 (22Pallamano-