Supercoppa italiana: 1-1 (2-1 dts). Sanchez al 121°

L’Inter batte 2-1 la Juventus ai supplementari e si aggiudica la 34a edizione della Supercoppa italiana.

Bianconeri rimaneggiati per l’assenza di Chiesa infortunato , e difesa da inventare , pesante assenti Cuadrado e De Light squalificati squalificato. Dybala parte dalla panchina. Inzaghi ha solo l’imbarazzo della scelta, unica novità solo Dezko per Sanchez.

L”Inter parte veoce e mette in difficoltà la Juve che si difende. I nerazzurri protestano per un fallo in area di Chiellini su Barella , Doveri consulta il Var che lascia giocare. la Juve sorniona è squadra di rango , così al (25′) passa in vantaggio: cross di Morata e McKenie di testa solo , indisturiurbato con Bastoni fuori posizione porta in vantaggio i bianconeri. Passano appena dieci minuti e l’Inter pareggia: ingenuità di De Sceglio che aggancia Dzeko in area, calcio di rigore , dal dischetto Lautaro fulmina Perin. Prima della fine del tempo Bastoni reclama un rigore per uno sgambetto di Kulusevski, ma per Doveri è tutto regolare. La prima frazione si chiude con il sinistro di Perisic salvato in angolo da Rabiot in scivolata.

. Nella ripresa parte meglio la Juve, con una doppia occasione per Bernardeschi: il primo sinistro sibila a lato di poco, il secondo è di poco alto sopra la traversa. Passato il pericolo, i padroni di casa riprendono in mano le redini del match e mettono alle corde i rivali. La chance più nitida al 59′, quando Calhanoglu pesca Dumfries, il cui colpo di testa è salvato da Perin con l’aiuto del palo. E’ costante la pressione nerazzurra, ma Perin è sicuro prima su Lautaro e poi su Perisic. Allegri si gioca la carta Dybala (fuori Kulusevski), Inzaghi risponde cambiando l’attacco, con l’inserimento di Correa e Sanchez per Lautaro e Dzeko. Una mossa pensando anche al big-match con l’Atalanta di domenica, ma che non sortisce effetti, visto che la squadra perde peso in avanti e non riesce più a creare nulla, come anche Chiellini e compagni. I ritmi si abbassano e dopo 4′ minuti di recupero, i supplementari sono inevitabili.

Le squadre sono inevitabilmente stanche e nell’extratime i ritmi si abbassano. Sanchez conferma di essere davvero in palla e al 96′ il suo colpo di testa finisce a lato di un capello o poco più. E quando i rigori sembrano ormai l’epilogo, arriva la zampata all’ultimo assalto del cileno, favorito da una follia di Alex Sandro nell’area della Juventus. E al triplice fischio di Doveri, la festa è tutta nerazzurra.

IL TABELLINO
INTER-JUVENTUS 2-1 DTS (1-1 AL 90′)
Inter (3-5-2)
: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries (44′ st Darmian), Barella (44′ st Vidal), Brozovic, Calhanoglu, Perisic (10′ 1ts Dimarco); Dzeko (30′ st Correa), Lautaro Martinez (30′ st Sanchez). A disp.: Radu, Gagliardini, Sanchez, Vecino, Kolarov, Sensi, Ranocchia, D’Ambrosio. All.: Inzaghi
Juventus (4-4-2): Perin; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; McKennie, Locatelli (1′ 1ts Bentancur), Rabiot; Bernardeschi; Kulusevski (29′ st Dybala); Morata (43′ st Kean). A disp.: Szczesny,  Pinsoglio, Arthur, Danilo, Pellegrini, Bonucci, Kaio Jorge, Ake, De Winter. All.: Allegri
Arbitro: Doveri
Marcatori: 25′ McKennie (J), 35′ rig. Lautaro Martinez (I), 16′ 2ts Sanchez (I)
Ammoniti: Bernardeschi (J), Dzeko (I), Dybala (J), Correa (I), Rugani (J), Vidal (I)