Champions: respinto il ricorso del Legia Varsavia

Legia Varsavia-Real Madrid, gara del quarto turno della fase a gironi di Champions League in programma il 2 novembre, si giocherà a porte chiuse.

Lo ha confermato l’Uefa respingendo il ricorso presentato dal club polacco che era stato sanzionato dalla Commissione di controllo della Federcalcio europea dopo gli incidenti avvenuti il 14 settembre, in occasione della partita casalinga con il Borussia Dortmund.
“L’appello del Legia è stata respinto – si legge nel comunicato dell’Uefa – Pertanto, la decisione della Commissione di controllo, etica e disciplina presa lo scorso 28 settembre è confermata. Il Legia dovrà giocare la prossima partita europea in casa a porte chiuse. Il club è stato anche multato di 80.000 euro”.
Al club polacco sono state contestate varie forme di intemperanze da parte dei suoi ultrà, tra cui espressioni razziste e lancio di oggetti. (ANSA)