Serie BKT-Ternana-Pisa 1-4

GLI ERRORI INDIVIVIDUALI DELLA TERNANA CONDANNANO LA SQUADRA AL SECONDO KO CASALINGO DEL CAMPIONATO ED ALLA TERZA SCONFITTA CONSECUTIVA. ANCHE IL PISA “PADRONA DEL LIBERATI” VINCE 4 A 1. PER LA TERNANA UN CAMPIONATO GIA’ IN SALITA, SQUADRA NO ALL’ALTEZZA. 

Ternana shock, difesa colabrodo ed attacco che ha arrancato, tanti giocatori sotto tono e gravi errori individuali hanno confezionato l’indiscutibile vittoria del Pisa per 4 a 1, che non ha “fatto una piega” come quella del Brescia quando aveva violato il “Liberati” alla prima giornata.

Dopo due risultati negativi e prestazioni da rivedere per il comportamento del “pacchetto” difensivo, la Ternana era chiamata ad una prova di carattere contro il Pisa, una delle formazioni più “quadrate” del campionato cercando di prendere subito l’iniziativa nella metà campo avversaria subito al tiro con Mazzocchi.

L’allenatore D’Angelo di solito prepara bene le gare e lo fa in funzione della squadra avversaria “leggendo le crepe” di una Ternana sofferente in difesa, come già per altro detto, per infilare subito al 9’ il sigillo dell’1 a 0 sulla prima palla inattiva capitata direttamente da calcio d’angolo.

De Vitis ha anticipato tutti sul primo palo e così la Ternana ha dovuto subito rincorrere dopo avere rischiato di subire un rigore inesistente al replay televisivo.

Comunque a “togliere le castagne dal fuoco” alla formazione rossoverde ci ha pensato al 30’ un provvidenziale calcio di rigore concesso da Maresca.

Fallo ai danni di Salzano e trasformazione di Donnarumma centrale.

Neanche il tempo di esultare che la difesa della Ternana si è fatta “bucare” nuovamente dove Iannarilli ci ha messo “anima e corpo” per salvare il salvabile, ma la conseguente carambola ha portato all’autogoal di Sorensen dopo il primo colpo di testa di Toure ed il successivo “legno” di Marsura.

La replica della Ternana e arrivata con un cross di Furlan ed un tiro fuori di Falletti.

“La Ternana è un gruppo con almeno quindici calciatori inseriti nell’organico. Ciò significa che si devono ancora amalgamare ed allenare per poi diventare, a tutti gli effetti, squadra con il resto dello “zoccolo duro” dell’anno passato.

Così ha lasciato intendere l’allenatore rossoverde Cristiano Lucarelli alla vigilia della partita dicendo, in pratica, che c’è da lavorare per diventare una squadra.

“Con quindici giocatori nuovi è come ripartire da zero – afferma Lucarelli – in un campionato diverso dallo scorso anno dove ci sta soffrire fin da subito, non serve accumulare vantaggio, ma gestire le risorse a disposizione nel migliore dei modi.

Ora sappiamo bene di dovere soffrire, ma allo stesso modo siamo consapevoli che sarà importante avere anche benzina nelle gambe nei momenti decisivi”.

Al 9’ del secondo tempo Donnarumma si è presentato solo davanti al portiere avversario, ma non è riuscito a saltarlo pur valutato in posizione di fuorigioco.

Un colpo di testa di De Vitis sul primo palo ha rischiato ancora di sorprendere una Ternana “prigioniera” dei suoi errori nel caso del terzo goal del Pisa.

Retro passaggio sbagliato di Salzano, la difesa si è aperta per il tris di Lucca.

Poker di Cohen, abile a depositare in rete un assist al “bacio” dello stesso Lucca.

“Vorrei rivedere la partita, ma ciò che non ha funzionato è sotto gli occhi di tutti – spiega l’allenatore della Ternana Cristiano Lucarelli – spesso e volentieri spianiamo la strada agli avversari perché ora siamo un gruppo e non una squadra. Non ci aiutiamo nei momenti topici, subiamo con facilità a difesa schierata.

Non stiamo bene fisicamente e mentalmente, prendiamo goal su palle inattive.

Ora in avanti ho bisogno di vedere delle risposte caratteriali dalla squadra e, in attesa, assumo le mie responsabilità”.

Ternana-Pisa 1-4

Il Tabellino

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Ghiringhelli (14’ st. Partipilo), Boben, Sorensen, Martella (23’ st. Celli), Salzano, Palumbo, Mazzocchi, Falletti (14’ st. Paghera), Furlan (29’ st. Peralta), Donnarumma (14’ st. Pettinari). All.C. Lucarelli

PISA: Andrade, Birindelli, Caracciolo, Leverbe, Beruatto (26’ st. Hermannsson), Marin, De Vitis (40’ st. Nagy), Toure, Gucher (26’ st. Sibilli), Marsura (34’ st. Cohen), Lucca (40’ st. Masucci). All. L. D’Angelo

ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli

ASSISTENTI: Marco Trincheri (Milano); Marco D’Ascanio (Ancona)

IV ASSISTENTE: Stefano Nicolini (Brescia)

Var: Livio Marinelli (Tivoli)

Avar: Pietro Dei Giudici (Latina)

AMMONITI: Ghiringhelli (Ternana), Sorensen (Ternana), Gucher (Pisa), Leverbe (Pisa)

RETI: 9’ pt. De Vitis (Pisa), 30’ pt. Donnarumma (Ternana) su calcio di rigore, 32’ pt. Aut. Sorensen (Pisa), 12’ st. Lucca (Pisa), 39’ st. Cohen (Pisa)

ANGOLI: 6 a 2 per la Ternana

RECUPERO: 0’ pt.; 4’ st.

SPETTATORI: 4.003 di cui 463 ospiti. Incasso 48.347 euro

Stefano Giovagnoli