Hans Nicolussi Caviglia ai microfoni di Starcasinò Sport:”I tifosi granata sono passionali. Osimhem e Di Maria sono due fioriclasse. Il mio esempio e sempre stato Johan Cruijff”

Il centrocampista granata si è raccontato al brand Premium Partner della Salernitana, facendo anche un fioretto in caso di salvezza della sua squadra

Milano, 12 maggio 2023 Hans Nicolussi Caviglia, il giovane calciatore della Salernitana in prestito dalla Juventus Next Gen, è arrivato in Campania da pochi mesi, ma è riuscito a conquistarsi la fiducia della società grazie alla sua grande dedizione e alle ottime prestazioni. Alla vigilia della sfida contro l’Atalanta, squadra alla quale nel girone di andata ha segnato il suo primo gol in Serie A, il talento azzurro è stato intervistato nell’esclusivo Q&A di StarCasinò Sport, sito di intrattenimento sportivo Premium Partner di US Salernitana. Il video dell’intervista è disponibile sul canale YouTube di StarCasinò Sport.

Dopo tutta la trafila nelle giovanili del club bianconero e alcune esperienze in giro per l’Italia, Nicolussi Caviglia ha iniziato questa stagione con la maglia del Sudtirol in Serie B e a gennaio ha accettato il trasferimento in granata, cosa che lo ha portato a un totale cambiamento sotto tanti punti di vista: “Ho sempre cercato di uscire dalle zone di comfort e molto spesso lo devi fare sia per necessità che per tua scelta. Per esempio, quando esci dal settore giovanile di una grande squadra non hai più le comodità alle quali sei abituato e quindi ti devi adattare alla nuova realtà e al calcio degli adulti. Oppure quando ho avuto l’infortunio: ho dovuto azzerare tutto e ripartire”. Nel dicembre 2020, mentre giocava nelle file del Parma, ha riportato una rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro ed è iniziato il lungo calvario prima del rientro in campo. Ma gli obiettivi professionali e personali sono stati sempre nella sua mente, accompagnandolo durante tutta la riabilitazione: “Ho vissuto l’infortunio con perseveranza e lavoro quotidiano e ne sono uscito molto bene. Ora è tutto a posto”.

Durante il percorso nelle giovanili ha avuto l’opportunità di fare tutto il percorso nelle nazionali italiane, dall’Under 17 fino all’Under 21. Oggi attende solo la chiamata dalla Nazionale maggiore, quella che tutti sognano fin da bambini: “È un obiettivo molto importante e per raggiungerlo ci vuole costanza e dedizione nel lavoro e continuità nelle prestazioni. Penso che per costruire il futuro si parta dal presente e credo fermamente nel lavoro quotidiano”. Riguardo la nuova esperienza sulle coste bagnate dal Mar Tirreno, Nicolussi Caviglia ha raccontato con piacere il suo arrivo a Salerno: “Non è stato facile lasciare il Sudtirol. Ma sono un ragazzo ambizioso e ho subito accettato con molta felicità la chiamata della Salernitana. Quando sono arrivato ho trovato una società e un presidente molto ambiziosi e il calore dei tifosi granata è una marcia in più. Sono davvero passionali!”.

In conclusione, il giovane calciatore ha confidato che i giocatori che lo hanno impressionato di più in questa stagione sono “Osimhen e Di Maria, due fuoriclasse tra i più forti che abbia mai incontrato” e che si ispira a “Johan Cruijff, da sempre il mio punto di riferimento e un esempio sia per quello che ha fatto da calciatore, con la sua creatività e le sue idee, che da allenatore e dirigente”. Infine, un piccolo fioretto in caso di salvezza della Salernitana. Quale? Per scoprirlo basta guardare l’esclusiva intervista realizzata da StarCasinò Sport ad Hans Nicolussi Caviglia.