Serie BKT: Ternana-Benevento 0-2

La qualità del Benevento è fuori portata per la Ternana. Lapadula fa doppietta e trascina i giallorossi campani verso un meritato successo con il 2 a 0 definitivo già nel primo tempo. La Ternana paga gli errori nella seconda parrte dei primi 45 minuti. Ripresa migliore, ma il benevento è obiettivamente più forte.

Troppo Benevento per la Ternana nella fredda e molto piovosa serata del “Liberati”.

Un anticipo di giornata di campionato difficile per la squadra di Cristiano Lucarelli soprattutto per la forza e l’alta qualità della formazione avversaria nel collettivo, come nei singoli Lapadula in primis.

La compagine rossoverde si è difesa fin che ha potuto, ma è rimasta troppo bassa e senza il suo “faro guida”, Falletti è rimasto inizialmente in panchina, è entrato nel secondo tempo, per potere “accendere” il  gioco ed infatti i giallorossi hanno preso subito un vantaggio incolmabile con il 2 a 0 definitivo.

E intanto Partipilo, capace di fare la differenza in altre partite, è stato bloccato prima dagli avversari e poi da un infortunio, che lo ha costretto ad uscire dal campo già nei primi 45’.

La Ternana ha cercato, inizialmente con un discreto successo, e poi inutilmente di “stringere le maglie” per limitare l’azione offensiva della squadra campana sempre in pressione nell’avvolgimento della manovra.

All’ 11 c’è stato il “taglio” di Elia per Lapadula comunque in ritardo con la scivolata sotto porta.

Il Benevento ha “comandato l’incontro” cercando spesso e volentieri il suo punto di riferimento in attacco quel Lapadula, che ha fatto la differenza nelle giocate in campo e con la doppietta ha marcato il risultato nonostante la Ternana abbia tentato di stringere la marcatura con i due centrali sulle punte avversarie.

Quando ha cercato, però, di “mettere la testa in avanti”, un passaggio in attacco sbagliato ha permesso al 23’ la ripartenza dei sanniti, che è stata micidiale nella velocità e vincente nella conclusione con la “regia” di Improta, la rifinitura di Acampora ed il tocco risolutore di Lapadula.

Al 24’ c’è stata subito l’opportunità per la Ternana di pareggiare con un colpo di testa di Donnarumma su una giocata di Capone, ma la palla è scivolata di un niente sul fondo.

Una occasione anche per il Benevento al 32’ quando Vogliacco ha eluso la marcatura di Sorensen alzando troppo la mira con il colpo di testa ed il pallone è andato alto sopra la traversa di Iannarilli.

Al 36’ Partipilo si è accasciato a terra per un infortunio all’inguine probabile uno stiramento muscolare.

Il Benevento è una squadra di qualità e lo si è visto in pratica per tutta la partita soprattutto nel primo tempo anche sotto il diluvio del “Liberati” con il campo, comunque, che ha tenuto bene.

Al 40’ duello Lapadula – Sorensen in area della Ternana con il difensore, che è riuscito a fermare questa volta l’attaccante del Benevento rifugiandosi in calcio d’angolo.

Al 42’ Elia ha lanciato Lapadula, che è stato toccato in area da Capone. E’ rigore e lo stesso Lapadula si è presentato a calciare con una perfetta esecuzione di sinistro a fil di palo per il 2 a 0 giallorosso.

Il secondo tempo è sembrato iniziare con un’altra “musica” da parte della Ternana con la “nota” giusta della mezza volè di Pettinari in area del Benevento, che ha chiamato Paleari al comunque difficile intervento risolutore dopo 2’.

Al 7’ da segnalare ancora una rovesciata di Pettinari con il piede sinistro di nuovo respinta dal portiere prima del quasi “tris” della formazione di Caserta quando Lapadula ha servito ad Insigne un comodo 3 a 0, ma Iannarilli ci ha messo provvidenzialmente un piede per non peggiorare il risultato.

Al 13’ la generosità della Ternana ha avuto sempre il “volto” di Pettinari in attacco questa volta pericoloso con un colpo di testa, che ha avuto il “difetto” di terminare alto sopra la traversa.

La squadra di casa ha cercato di non abbassare la guardia tenendo alto il baricentro e cambiando tre giocatori per tornare in partita senza riuscirvi, ma quanto meno ci ha provato rispetto al primo tempo.

Il forcing finale ha prodotto qualcosa di buono con gli ingressi di Boben per Capone, Celli per Martella e Falletti in luogo di Sorensen ed anche Diakitè ha poi lasciato il posto a Defendi.

La difesa del Benevento è stata un “muro”, ma qualche “crepa” ce l’ha avuta con il salvataggio di Barba, ad esempio, e quello del portiere Paleari sul destro improvviso di Falletti a 10’ dal termine dell’incontro.

In precedenza al 24’ goal annullato a Falletti per un fuorigioco di Donnarumma.

Nel finale di partita il diagonale di Elia per il Benevento non ha trovato la porta ed un tiro di Koutsopias per la Ternana ha avuto il merito solo di “accarezzare” l’incrocio dei pali.

“Purtroppo abbiamo pagato gli ultimi 20’ del primo tempo e la manovra non è stata continua – il commento di Cristiano Lucarelli dopo la gara – si è vista la differenza nella gestione degli episodi e nei momenti topici. C’è stata meno qualità e consapevolezza rispetto ad altre partite e poi c’è la sensazione che senza trequartista la squadra sia un po’ sfilacciata”.

Ternana-Benevento 0-2

Il Tabellino

TERNANA (4-4-2): Iannarilli (73’ Diakitè), Sorensen (57’ Falletti), Capuano,Martella (57’ Celli), Partipilo (36’ Peralta), Koutsopias, Proietti, Capone (57’ Boben), Pettinari, Donnarumma. All. C. Lucarelli

BENEVENTO (4-3-3). Paleari, Elia, Vogliacco, Barba, Masciangelo, Ionita, Viviani (77’ Calò), Acampora (86’ Di Serio), Insigne (67’ Brignola), Lapadula, Improta (86’ Vokic). All. F. Caserta

ARBITRO: Francesco Meraviglia di Pistoia

ASSISTENTI: Luigi Lanotte (Barletta), Gabriele Nuzzi (Valdarno)

IV UFFICIALE: Daniele Perenzoni (Rovereto)

VAR: Fabio Maresca (Napoli), assistente Valerio Colarossi (Roma 2)

RETI: 23’ Lapadula (Benevento), 42’ Lapadula (Benevento) su calcio di rigore

AMMONITI: Sorensen (Ternana), Viviani (Benevento), Ionita (Benevento)

RECUPERO:2’ pt.; 5’ st.

SPETTATORI: 1.900 (di cui 123 ospiti). Incasso 25.219 euro

Stefano Giovagnoli