Charmant de Zack vince il 94° derby italiano del trotto. A Crystal Pal le Oaks

A
Un Ippodromo Capannelle festante e ricolmo di entusiasmo ha fatto da suggestivo teatro al Derby Day, giornata dedicata al Derby Italiano di Trotto, giunto alla sua 94^ edizione, il Nastro Azzurro conteso dai trottatori di 3 anni, che rappresenta da sempre la vetrina più prestigiosa per i cavalli da trotto nostrani, ma anche alle tradizionali Oaks del Trotto, la corsa che viene unanimemente definita “Derby delle femmine” programmata sulla distanza breve del miglio.
«Non poteva andare meglio questo Derby Day – commenta soddisfatto Elio Pautasso, Presidente di Federippodromi e Direttore generale Hippogroup Roma Capannelle-. (foto arrivo derby del Trotto)

Circa 4.000 persone hanno trascorso all’Ippodromo Capannelle questa straordinaria giornata ricca di contenuti importanti dal punto di vista sportivo, impreziosita anche dalle attività collaterali approntate per questo appuntamento. A cominciare dalla nuovissima area allestita all’interno della pista per consentire agli appassionati di seguire da vicinissimo l’arrivo delle corse odierne, fino alla manifestazione MillenniumExpo che ha portato a Capannelle centinaia di auto e modo d’epoca e che ha attirato tantissimi estimatori. Tra i tanti ospiti della giornata anche una delegazione del MIPAAF con il Sottosegretario il senatore Francesco Battistoni e il Capo Dipartimento Francesco Saverio Abate a suggellare l’importanza di questo Derby Day del trotto».

Ad imporsi ne

ll’edizione numero 94 del Derby Italiano del Trotto (€. 800.800 – gruppo 1- per maschi interi e femmine indigeni di 3 anni – Metri 2100) 

è stato CHARMANT DE ZACK che il 18 settembre era apparso in condizione atletica smagliante ed è stato capace di prevalere in un combattuto arrivo su Capital Mail e il favorito Callmethebreeze. Per Marco Smorgon, allenatore del figlio di Vivid Wise As (un campione del nostro trotto ancora in piena attività agonistica), si tratta della seconda vittoria nel Derby del Trotto a distanza di 30 anni esatti da quello siglato (anche da guidatore) con Nevaio; per Antonio Di Nardo (uno dei migliori catch-driver in assoluto del trotto nazionale ingaggiato per l’occasione dai fortunati proprietari che lo hanno acquistato per oltre 200.000 euro subito prima della batteria di qualificazione) è invece la prima gioia nel Nastro Azzurro, meritatissima per un guidatore ormai stabilmente ai vertici della categoria insieme a Bellei, Gocciadoro, Vecchione e pochissimi altri. 
Svolgimento di corsa verosimile rispetto alle previsioni della viglia con Callmethebreeze e Capital Mail i più veloci in avvio che si sono scambiati le posizioni nei primi 500 metri. Tornato al comando il favorito guidato da Andrea Guzzinati ha cercato di portare il cronometro dalla sua parte ma Corazon Bar (autore di una sgambatura pregara strepitosa) non ha voluto subire la tattica del leader ed è andato presto ad incalzarlo dopo essere partito in quarta posizione. La corsa ha così fatto registrare un’accelerazione violenta a traguardo lontano con Corazon Bar che ha attaccato con violenza Callmethebreeze dagli 800 iniziali ai 250 finali (un chilometro intermedio addirittura in 1.11.5) prima di arrendersi in improvviso errore (quando avrebbe ancora potuto lottare per un buon piazzamento). L’uscita di scena di Corazon Bar ha consentito a Capital Mail e Charmant de Zack di proporsi all’attacco del battistrada e così la retta di arrivo ha regalato una spettacolare lotta a tre per la vittoria. È stato Charmant de Zack, provvisoriamente divenuto leader dell’ottima generazione 2018, a indossare in premiazione il Nastro Azzurro come vincitore del Derby Italiano del Trotto 2021 precedendo sul traguardo Capital Mail, Callmethebreeze, Chuky Roc e Colibrì Jet che hanno completato il marcatore. Media al chilometro del vincitore 1.13.7.

Crystal Pal all’arrivo


Dal gruppo delle dodici finaliste dell’edizione 2021 delle Oaks del Trotto (€. 253.000 – gruppo 1 – per femmine indigene di 3 anni – Metri 1640) è sortita una vincitrice piuttosto inattesa quanto meritevole, CRYSTAL PAN, offerta addirittura a 20, che ha regalato l’ennesimo trionfo in un gran premio ad un driver di straordinario talento come Enrico Bellei (l’uomo capace nello scorso mese di marzo di tagliare l’incredibile traguardo delle 10.000 vittorie in carriera). La portacolori della marchigiana Scuderia Fox ha colto avvio perfetto al centro della prima fila e, sfruttando l’errore della favorita Caramel Club e dell’altrettanto veloce Cash Bank Bigi, è potuta andare per prima a chiedere strada alla veloce Collier. Crystal Pan non ha potuto rifiatare perché la cresciutissima Calypso di Poggio (era stata una delle vincitrici più convincenti nelle batterie disputate sempre a Capannelle lo scorso 18 settembre) dopo essere partita al meglio dalla seconda fila ha mosso presto all’esterno dalla quarta posizione per andare a sollecitarla. Le due hanno ingaggiato battaglia a viso aperto già a 700 metri dal traguardo e non hanno concesso alle avversarie superstiti di intervenire nel loro fitto dibattito che è diventato battaglia all’ultimo sangue lungo la dirittura di arrivo. A 200 metri dal traguardo Crystal Pan si è leggermente svincolata dalla morsa di Calypso di Poggio ma gli ultimi 70 metri sono stati un parziale calvario per la figlia di Ideale Luis che ha naturalmente accusato la fatica dello strappo iniziale e ha concesso alla coetanea la possibilità di recuperare. Il sostegno delle braccia di Enrico Bellei è però stato decisivo per consentire a Crystal Pan di conservare un minimo vantaggio sul palo di arrivo consentendo alla cavalla allevata in Romagna da Paolo Panzavolta (e forgiata fino alla primavera dal marchigiano Edoardo Bacalini) di vincere la corsa della vita e di essere “incoronata” con il tradizionale Nastro Rosa riservato appunto alla vincitrice delle Oaks del Trotto. La saura Coco Chanel Effe (un’altra concorrente che aveva impressionato vincendo la sua batteria di qualificazione) è rimasta penalizzata al via dal fatto di essere in scia alla lenta Clarissa ma è progredita molto bene in terza ruota ai 500 finali seguendo nell’azione la stessa Clarissa ed è stata infine premiata con una prestigiosa terza piazza.

C’era grande curiosità per la grande novità di giornata, l’area attrezzata all’interno della pista, allestita esclusivamente per questo Derby Day, che ha consentito di assistere alle corse a pochi passi dalla dirittura d’arrivo ed in totale comodità, un palco rialzato con posti riservati, il pranzo servito al tavolo, una postazione scommesse e monitor con corse in diretta. Una proposta particolarmente apprezzata da coloro che hanno avuto la possibilità di accedervi.
MILLENNIUM EVENTI – Altro momento di grande interesse in questa ricchissima giornata di ippica è stato l’appuntamento organizzato da MillenniuMEventi: il tradizionale MillenniumExpo aCapannelle, un intero weekend dedicato alle auto e modo d’epoca. Nell’accogliente parco dell’ippodromo, tra zone verdi e asfaltate, spazi coperti e scoperti, centinaia tra mezzi d’epoca e stand hanno fatto da cornice al Derby Day del Trotto

foto   Domenico Savi