SBK: Rea (Kawasaki) butta a terra Bautista (Ducati) e regala la doppietta a Razgatlioglu (Yamaha)

Magny Cours. Sulla  storica pista francese, un tempo di proprietà della scuderia  francese di F.1, Ligier, si è svolto il settimo round del mondiale di Superbike.  Dopo la vittoria della Ducati, sabato, con Alvaro Bautista, le due gare domenicali hanno visto il successo del campione del mondo Razgatlioglu. Nella Superpole Race Bautista ha chiuso alle spalle del pilota turco mentre in gara due è stato steso  da Jonathan Rea e quindi nessun punto in classifica.

Ora il vantaggio tra il ducatista  e il pilota della Yamaha  si è ridotto  a soli 30 punti e la corsa al titolo per l’Aruba-Ducati diventa più difficile. Tutto è nelle mani del pilota dal momento che in fatto di potenza la Panigale V4R  anche oggi è venuta a galla, dal canto suo la Yamaha non è certo superiore ma può contare sulla furia del campione del mondo, Razgatlioglu, che in fatto di grinta non è inferiore a nessuno e non ha alcuna intenzione di abdicare.

SUPERPOLE RACE:

Il turco Toprak Razgatlıoğlu ha vinto la Superpole Race del  settimo round del Mondiale di Superbike. Nei 10 giri della corsa sprint, che definisce anche  la griglia di gara-2, il campione del mondo in carica ha fatto vedere tanta grinta e qualità nel duello con lo spagnolo Alvaro Bautista (+1.891).

Ci ha provato lo spagnolo della Ducati a fare la differenza, cercando di mantenere la vetta anche grazie alla forza del motore della Panigale V4R. Al penultimo giro, però, la  staccata di Toprak ha fatto la differenza e nel tornantino Adelaide di Magny-Cours i due sono venuti anche a contatto. In terza piazza il nord-irlandese Jonathan Rea  a 2.040 che poco ha potuto fare rispetto all’ardore dei primi due.

 A completare il quadro della top-9 troviamo il britannico Sam Lowes  a 3.983, l’altro britannico Scott Redding a 5.019, Axel Bassani a 5.690 e Michael Ruben Rinaldi a 6.713, l’americano Garrett Gerloff  a 11.797 e il francese Loris Baz a 12.194.

 Decimo ha terminato Andrea Locatelli a 13.092, mentre Roberto Tamburini ha tagliato il traguardo in 19ma posizione a 28.675. Con questi risultati Razgatlıoğlu si è portato in seconda posizione nel Mondiale con 277 punti a -55 da Bautista, mentre Rea è terzo a -58.

 Gara 2

Un epilogo amaro per Alvaro Bautista gara-2 del GP di Francia. Dopo aver vinto gara-1 ed essere giunto secondo nella Superpole Race, lo spagnolo della Ducati ha dovuto fare i conti con uno zero pesante. In curva-13 un errore chiaro di Jonathan Rea ha causato il ritiro dello spagnolo che quindi ha dovuto recitare il ruolo dello spettatore in questa seconda manche.

La vittoria è andata a Toprak Razgatlıoğlu su Yamaha che, sfoderando una prestazione simile a quella di Bautista di gara-1, ha replicato quanto fatto in Superpole Race, precedendo la coppia di italiani Michael Ruben Rinaldi  e Axel Bassani .

A completare la top-10 troviamo le due Kawasaki di Alex Lowes a 5.084 e di un Rea a 10.679, costretto ad affrontare anche un long lap penalty per quanto accaduto, la BMW di Scott Redding a 11.955, Andrea Locatelli  a 15.188, l’americano Garrett Gerloff a 15.443, il francese Loris Baz  a 16.870 e lo spagnolo Iker Lecuona  a 18.367.

Da a segnalare anche il 14° posto di Roberto Tamburini a 41.389, immediatamente alle spalle di Luca Bernardi (Ducati) a 38.188. Con questi risultati, Razgatlıoğlu si avvicina sensibilmente a Bautista e ora il vantaggio del leader è di soli 30 punti , mentre Rea è terzo con 285 punti. Quarta piazza per Rinaldi con 167 punti davanti a Locatelli 5° (166) e a Bassani 6° (151).

Ovviamente a fine gara polemiche a non finire soprattutto  perché Rea, a giudizio unanime è stato colpevole della toccata con Bautista, ha insistito sulla sua innocenza. Queste le dichiarazioni dei piloti:

Alvaro Bautista: “Per me questa manovra è stata oltre il limite.  Non è stato un errore di Jonathan, mi è venuto addosso intenzionalmente. Penso che questo tipo di cose sia inaccettabile, da parte di qualsiasi pilota ma specialmente da un grande campione come lui. Ha dimostrato di essere molto veloce, coraggioso, è un campione. In passato ha vinto, vince, sta davanti ma un campione non può compiere queste cose. Per me è inaccettabile. Per me è strano che i commissari l’hanno considerata una manovra sbagliata da parte di Jonathan che è stato sanzionato con un Long Lap Penalty. Penso non sia abbastanza. La mia gara è finita lì mentre lui è arrivato quinto. Penso non sia corretto”.

La risposta di Jonathan Rea: “Prima di tutto mi dispiace davvero che sia caduto.  Ci siamo toccati. Mi sono già visto con lui e mi sono scusato e gli ho detto il mio punto di vista. L’ho ascoltato e per me ora si volta pagina. Sono arrivato in curva 13 senza alcuna cattiva intenzione. Dovevo soltanto compiere un sorpasso; ho provato a realizzare un bell’ultimo settore prima del dritto. Mi sono buttato all’interno e poi ci siamo toccati. Per me non è stata una manovra oltre il limite. Ovviamente mi dispiace che abbia perso dei punti; mi sono preso la penalizzazione. Non sapevo se aspettarmi qualcosa o meno ma alla fine ho preso questa sanzione”.(Marc Canone)

RISULTATO GARA 2:

1 Toprak Razgatlioglu PATA Yamaha with Brixx

2 Michael Rinaldi Aruba.It Racing Ducati +2.024

3 Axel Bassani  Motocorsa Ducati +4.742

4 Alex Lowes  Kawasaki Racing Team +5.084

5 Jonathan Rea  Kawasaki Racing Team +10.679

6 Andrea Locatelli  PATA Yamaha with Brixx +11.955

7 Scott Redding BMW Motorrad WorldSBK +15.188

8 Garrett Gerloff GRT Yamaha +15.443

9 Loris Baz  Bonovo Action BMW +16.870

10 Iker Lecuona  Team HRC +18.367

11 Philipp Oettl  GoEleven Ducati +25.740

12 Lucas Mahias Puccetti Kawasaki +33.872

13 Luca Bernardi Barni Spark Ducati Team +38.188

14 Roberto Tamburini  Motoxracing Yamaha +41.389

15 Kohta Nozane GRT Yamaha +42.657

16 Christophe Ponsson  Gil Motor Sport Yamaha +50.863

17 Oscar Gutierrez  TPR Team Pedercini Racing +54.487

18 Oliver Konig  Orelac Racing Kawasaki +1’04.981

19 Hafizh Syahrin  MIE Honda Racing DNF +1’13.308

CLASSIFICA PILOTI:

1 ALVARO BAUTISTA | DUCATI | 332

2 TOPRAK RAZGATLIOGLU | YAMAHA | 302

3 JONATHAN REA | KAWASAKI | 285

4 MICHAEL RUBEN RINALDI | DUCATI | 167

5 ANDREA LOCATELLI | YAMAHA | 166

6 AXEL BASSANI | DUCATI | 151

7 SCOTT REDDING | BMW | 145

8 ALEX LOWES | KAWASAKI | 145

9 IKER LECUONA | HONDA | 140

10 XAVI VIERGE | HONDA | 82

RISULTATI SUPERPOLE-RACE

1 Toprak Razgatlioglu PATA Yamaha with Brixx

2 Alvaro Bautista  Aruba.It Racing Ducati +1.891

3 Jonathan Rea Kawasaki Racing Team +2.040

4 Alex Lowes Kawasaki Racing Team +3.983

5 Scott Redding BMW Motorrad WorldSBK +5.019

6 Axel Bassani  Motocorsa Ducati +5.690

7 Michael Rinaldi Aruba.It Racing Ducati +6.713

8 Garrett Gerloff  GRT Yamaha +11.797

9 Loris Baz  Bonovo Action BMW +12.194

10 Andrea Locatelli  PATA Yamaha with Brixx +13.092

11 Iker Lecuona  Team HRC +13.794

12 Philipp Oettl  GoEleven Ducati +14.285

13 Micheal Van Der Mark  BMW Motorrad WorldSBK +14.413

14 Lucas Mahias  Puccetti Kawasaki +16.345

15 Luca Bernardi  Barni Spark Ducati Team +23.491

16 Kohta Nozane GRT Yamaha +25.030

17 Hafizh Syahrin MIE Honda Racing DNF +26.046

18 Eugene Laverty Bonovo Action BMW +28.588

19 Roberto Tamburini Motoxracing Yamaha +28.675

20 Leandro Mercado  MIE Honda Racing +28.837

21 Christophe Ponsson Gil Motor Sport Yamaha +29.338

22 Oscar Gutierrez TPR Team Pedercini Racing +29.476

23 Oliver Konig Orelac Racing Kawasaki +34.839

www.corsanews.it