Partono le attività dell’Academy ProAbile, la scuola calcio inclusiva promossa dalla Roma Calcio Amputati

ti

Venerdì 13 gennaio, presso lo Stadio Comunale di Guidonia Montecelio, si terrà il primo appuntamento Sport, passione, cambiamento culturale, inclusività e tanta voglia di offrire un’opportunità a quelle persone che pensano di non averla o che credono di non poter essere in grado di praticare una disciplina sportiva. Sullo sviluppo di questi principi nasce l’Academy ProAbile, una scuola calcio inclusiva promossa dalla Roma Calcio Amputati e sostenuta dai patrocini del Comitato Italiano Paralimpico – Comitato regionale del Lazio, da OPES – Ente di Promozione Sportiva riconosciuto da CONI e CIP, dall’amministrazione comunale di Guidonia Montecelio e dalla AS Roma, in qualità di Charity Partner.

Annunciata lo scorso mese di novembre dal Presidente della ASD Roma Calcio Amputati, Stefano Mariani, dal suo vicepresidente, Simone Perrotta, e da Arturo Mariani, il fondatore del sodalizio giallorosso che annovera tra le sue fila ragazzi amputati, con agenesie o malformazioni di arti, l’Academy ProAbile è pronta a partire e a perseguire la sua missione: aiutare quelle ragazze e quei ragazzi che sono a forte rischio di emarginazione o discriminazione ad uscire di casa, giocare, sentirsi parte integrante della società e a vivere la vita appieno. Dal prossimo 13 gennaio e poi ogni venerdì, con inizio delle attività fissato per le ore 16:00, lo Stadio Comunale di Guidonia Montecelio (via del Campo Sportivo) accoglierà gli atleti della Academy ProAbile. A loro disposizione uno staff di professionisti preparatissimo e dei tecnici che hanno già maturato esperienze nello sport paralimpico.

L’Academy ProAbile è molto di più di una scuola calcio inclusiva che abbatte le barriere culturali. Vuole attestarsi come punto di riferimento per il territorio e diventare la rappresentazione plastica di come ogni individuo, indipendentemente dalle sue condizioni, è in grado di compiere qualsiasi azione, di scoprire il proprio potenziale o talento, di crescere, di inseguire una passione e di esprimere sé stesso, grazie al linguaggio universale dello sport. In questa maniera, la parola “disabile” viene ribaltata dal neologismo “proabile”.

Nello scorso weekend, il Sindaco di Guidonia Montecelio, Mauro Lombardo, e tutta l’amministrazione comunale hanno premiato Arturo Mariani ed augurato buon lavoro a tutte le persone coinvolte in questa nobile iniziativa. Venerdì 13 gennaio, allo Stadio Comunale, per il primo appuntamento dell’Academy sono attesi rappresentanti delle istituzioni e del mondo sportivo olimpico, paralimpico e di base, amici come Stefania Tessari (Presidente della ASD Ares Wheelchair Rugby Roma) e Luciano Tessari (storico vice di Niels Liedholm al Milan e alla Roma), ex atleti e sostenitori dell’iniziativa, oltre ai massimi dirigenti della Roma Calcio Amputati a partire dal Presidente Stefano Mariani e dal Vicepresidente Simone Perrotta.