Una coriacea Ternana batte 2-1 il Monopoli

Sotto una pioggia battente ed allunga a +8 sul Bari seconda in classifica

I rossoverdi sanno soffire, ma rischiano molto contro la formazione pugliese combattiva e competitiva, ma calcia alto ben due calci di rigore .

Il campionato della Ternana è ripartito con il platonico, ma pur sempre significativo titolo di “campione d’inverno” già in tasca e con l’ennesima vittoria per 2 a 1, la prima del 2021, contro il Monopoli che, dal canto suo, ha fallito  nella partita due calci di rigore.

“Il campo ci poteva limitare – dice l’allenatore rossoverde Cristiano Lucarelli dopo la gara – ma in una giornata difficile è venuto fuori il carattere della squadra. Vincere gare come queste  è determinante per portare a casa il risultato finale e – aggiunge – sono segnali da sapere cogliere per i prossimi importanti incontri in considerazione anche che l’avversaria ha sbagliato due rigori”.

Il test contro il Monopoli è stato provante come lo stesso Lucarelli si aspettava nella conferenza stampa della vigilia ed infatti la formazione avversaria si è dimostrata viva sul campo alla ricerca di certezze dopo un profondo rinnovamento, ma gioca sempre un buon calcio aveva spiegato il mister.

Si è giocato sotto una pioggia battente, ma non sono mancate le azioni da rete importanti.

Un colpo di testa debole di Partipilo della Ternana già in avvio su cross di Furlan, un altro insidioso del Monopoli, che ha sfiorato il palo sull’uscita, non proprio ortodossa, di Iannarilli.

Al 9’ la Ternana è passata in vantaggio con il calcio di rigore di Vantaggiato, che ha spiazzato il portiere, concesso su un tentativo di cross di Furlan intercettato con il braccio.

La replica della formazione pugliese al goal subito è avvenuta su un calcio di punizione di Giosa a giro verso l’incrocio dei pali, ma la palla non si è abbassata a sufficienza.

Non è stato facile giocare per le condizioni del terreno di gioco inzuppato d’acqua, come facilmente prevedibile, ma la partita è stata sempre accesa per l’intraprendenza del Monopoli, che ha dimostrato di sapere trattare il pallone con una buona intraprendenza.

Starita non è arrivato solamente per una questione di centimetri al goal del pareggio e la squadra bianco verde ha continuato a giocare palla con una buona maestria senza timore reverenziale.

Infatti il Monopoli ha corso molto in mezzo al campo dimostrando mobilità nei centrocampisti, aggressività  e buone geometrie a supporto dell’azione di attacco.

La Ternana è stata, invece, particolarmente attiva sui colpi di testa con Raicevic, che ha sorvolato la traversa in un primo tentativo e al 36’il pallone è scivolato sul fondo su un cross di Partipilo.

In precedenza, al minuto 27’, calcio di rigore per i bianco verdi pugliesi per un fallo subito all’ingresso in area di rigore, ma Starita ha calciato fuori alla destra di Iannarilli.

Sul ribaltamento di fronte Vantaggiato in area si è visto tirare la maglia, ma l’arbitro non ha fischiato subito il terzo calcio di rigore della giornata, che da regolamento avrebbe dovuto dare.

Il Monopoli ha poi continuato a giocare aggressiva costringendo la Ternana ad abbassarsi e a fare molta attenzione nei contrasti al limite come è accaduto nell’occasione del calcio di rigore subito.

Al 44’ la formazione pugliese ha comunque pareggiato meritatamente con Starita in scivolata dopo una girata di sinistro di Giosa all’interno dell’area di rigore rossoverde.

Nel secondo tempo c’è stato un errore di Tazzer del Monopoli, che ha sbagliato tutto solo in area  facendo mettere le “mani nei capelli” al suo allenatore Scienza.

Poi è stato il turno della Ternana con un cross di Defendi, Raicevic l’ha stoppata per Vantaggiato, che ha però concluso malamente sul fondo vicino al palo alla destra di Menegatti.

Al 61’ la Ternana si è riportata in vantaggio e lo ha fatto grazie al sinistro radente di Defendi da fuori area con una palla “mordida”, che è andata a “morire” nell’angolino basso.

Partita tutt’altro che conclusa perché al 73’ c’è stato un altro calcio di rigore concesso al Monopoli per un fallo di mano. Alla battuta si è incaricato Giorno, appena entrato in campo, che ha calciato il pallone alle “stelle” fallendo per la sua squadra il secondo penalty di giornata.

Il Monopoli ha poi continuato nella sua azione di rincorsa al pareggio malgrado rigori fuori dello specchio della porta e lo ha fatto all’ 86’ con un “fendente” del neo entrato Lombardo da fuori area e palo sfiorato con il portiere della Ternana Iannarilli proteso in tuffo sulla traiettoria.

Alla fine dei giochi la Ternana ha allungato a + 8 la distanza dal Bari seconda in classifica, che ha pareggiato con la Turris, sapendo soffrire aiutata anche dalla fortuna perché non capita tutti i giorni di farla franca su due calci di rigore, ma mister Lucarelli ha poi contestato l’uniformità di giudizio.

“I due rigori fischiati al Monopoli nascono da due falli che erano a nostro favore ed inoltre ce ne era uno anche ai danni di Vantaggiato e lo dico senza fare polemica – conclude il tecnico capolista”.

Ternana – Monopoli 2-1

Il Tabellino

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Defendi, Boben, Kontek, Salzano (81’ Laverone), Palumbo (81’ Paghera), Proietti, Partipilo (68’ Damian), Vantaggiato (77’ Ferrante), Furlan (67’ Suagher), Raicevic. All. C. Lucarelli

MONOPOLI (3-5-2). Menegatti , Riggio (83’ Guiebre), Giosa, Nicoletti, Tazzer (83’ Lombrado), Piccinni, (71’ Giorno), Vassallo (71’ Samele), Paolucci, Zambataro, Starita (60’ Curraino), Soleri. All.G.Scienza

ARBITRO: Alessandro Di Graci di Como

ASSISTENTI: Luca Valletta (Napoli), Pietro Lattanzi (Milano)

IV UFFICIALE Mattia Ubaldi (Roma 1)

RETI. 9’ Vantaggiato (Ternana); 61’ Defendi (Ternana), 44’ Starita (Monopoli)

AMMONITI: Partipilo (Ternana), Defendi (Ternana), Piccinni (Monopoli)

ANGOLI: 2 a 1 per la Ternana

RECUPERO: 0’ pt.; 4’ st.

NOTE: 27’ pt. Starita (Monopoli) e 73’ st. Giorno (Monopoli) hanno tirato fuori due calci di rigore

Stefano Giovagnoli