Mirko Zanni: il ‘Road to Paris’ ti aspetta…

Strappo sfortunato per l’Azzurro, che finisce fuori gara al Mondiale in Colombia: “Si può solo migliorare”Nella foto Mirko Zanni)

E’ ancora ‘Road to Paris’ per Mirko Zanni che, al primo appuntamento di qualificazione olimpica, il Campionato Mondiale di Pesistica Olimpica di Bogotà, finisce fuori gara dopo tre strappi giudicati nulli dalla rigida terna arbitrale. L’Azzurro, impegnato nella categoria fino a 73 kg, dopo aver vinto il bronzo olimpico in quella inferiore, la 69 kg, è stato comunque protagonista di una prova coraggiosa, durante la quale non si è risparmiato ma ha anzi tirato fuori tutto il suo carattere. L’Atleta del CS Esercito entra in gara con la misura che le è valso il record italiano di specialità lo scorso anno, 150 kg, ma per colpa di un leggero tentennamento del gomito destro si accende la luce rossa; in seconda prova Mirko di presenta con 151 kg, ma la prova è praticamente identica alla precedente. In terza prova tenta poi il tutto per tutto, provando a mantenere il passo con gli avversari; i caricatori montano 153 che purtroppo non si incastrano sulle spalle di Mirko, che poi non tenterà nemmeno lo slancio.

La gara è stata vinta dall’indonesiano Rahmat E. Abdullah con 352 di totale (152 di strappo e 200 di slancio, nuovo record Mondiale junior di specialità). Argento al connazionale Rizki Juniansyah con 347 (155 + 192), bronzo al Kazako Alexey Churkin con 343 di totale (153v+v180)

Le dichiarazioni

“E’ stata una gara impegnativa dal punto di vista tecnico – dice Mirko Zanni – considerati i tanti fuori gara. Di buono c’è che mi sono reso conto che si può fare tanto di più e che si può arrivare dove sono già arrivato. E’ vero che mi hanno invalidato le prove ma sono contento, perché mi sono reso conto di poter fare di più. Reagire così dopo una gara andata oggettivamente male, per me è motivo d’orgoglio. Dopo le Olimpiadi di Tokyo ho trovato la mia pace interiore, quello che è fatto è fatto, disperarsi non ha senso e bisogna sempre andare avanti e migliorare. Perché si può solo migliorare quello che verrà e non quello che si è già fatto

I prossimi Azzurri in gara

Sabato 11 dicembre non sono previste gare degli azzurri ma da domenica si riprende con una doppietta: Oscar Reyes, al suo esordio con la maglia azzurra su una pedana internazionale, in gara nella 81 kg. Nel pomeriggio del 12 dicembre c’è anche Cristiano Ficco, campione Olimpico ai Giochi giovanili di Buenos Aires e neo Campione Europeo U23, competerà nella 89 kg. Termina l’elenco delle competizioni azzurre Giulia Miserendino in pedana lunedì 12 alle ore 19.00 (l’01:00 di notte in Italia) nella categoria fino a 71 kg.